Contenuto sponsorizzato

M49-Papillon, un vertice tra Trento e Bolzano per coordinare le ricerche. Ma Ispra non è stata invitata, si fanno i conti senza l'oste? E non è rivoluzionario tenere informati territori e comuni

L’orso da qualche giorno staziona nella zona di passo Oclini al confine tra i territori delle due provincie. Oggi la riunione tecnica per coordinare le attività di monitoraggio: “Eventuali azioni di cattura nella zona di confine verranno gestite in maniera congiunta”

Di Tiziano Grottolo e Luca Andreazza - 26 agosto 2019 - 23:44

TRENTO. Gli esperti delle Provincie di Trento e Bolzano si sono riuniti nella giornata di lunedì 26 agosto per discutere i possibili sviluppi della gestione di M49-Papillon, l’orso che da qualche giorno ormai stazione nella zona del passo degli Oclini, al confine tra i due territori. Il grande assente? Ispra, l'organo tecnico che riferisce al ministero. 

 

Una decisione discutibile in quanto nelle puntate precedenti è sempre finita male quando si è deciso di fare i conti senza l'oste, cioè ministro oppure il relativo organo tecnico. E se è vero che in questo momento a Roma si consuma la crisi di governo, altrettanto certo è che Ispra di politica si interessa poco

 

E' un organo tecnico e come tale si documenta, raccoglie elementi e fornisce pareri al ministro, Sergio Costa in questo momento oppure il successore se dovesse cambiare il titolare all'ambiente. Ministero e Ispra hanno tradito una certa insofferenza per la gestione di M49 e un invito, un tavolo allargato, sarebbe potuta essere un'occasione per trovare una quadra, fumare una specie di calumet della pace. 

 

Un'occasione per rasserenare la situazione, anche perché Trento e Bolzano spingono per ottenere la competenza primaria in materia grandi carnivori. Detto che dopo la querelle M49-Papillon forse non è proprio il momento adatto per chiedere una delega al ministero, si perde l'opportunità di cambiare (almeno di facciata) atteggiamento. L'autonomia arriva fino ad un certo punto. 

 

Un altro aspetto è quello che Ispra e ministero vanno, comunque, relazionati e quindi si sarebbe potuto accorciare i tempi, informarli in presa diretta, ascoltare pareri e eventuali criticità in materia di piani e procedure per catturare l'orso e l'eventuale destinazione del plantigrado, quando e se, verrà captivato. Così non è stato, nonostante l'animale sia patrimonio indisponibile dello Stato, Trentino e Alto Adige hanno fatto diversamente. 

 

All’incontro hanno preso, infatti, parte il responsabile del Servizio foreste e fauna della Pat, Giovanni Giovannini, e il coordinatore del Settore grandi carnivoriClaudio Groff, mentre per l’Alto Adige era presente il direttore dell’Ufficio caccia e pesca della Provincia di Bolzano, Luigi Spagnolli.

 

I tecnici hanno stabilito un rafforzamento delle attività di coordinamento fra le due province, da realizzarsi con attività di monitoraggio e presidio sulla zona di confine dove il plantigrado si trova in questo momento. Le informazioni utili raccolte saranno trasmesse in tempo reale tra le varie autorità e successivamente diffuse anche all’esterno in particolare ai media e alla popolazione che sarà costantemente aggiornata sugli spostamenti dell’animale. 

 

Anche le amministrazioni comunali continueranno ad essere costantemente informate. Non attività rivoluzionarie. Il piano Pacobace è stringente sull'informazione, formazione e ascolto della popolazione sono momenti fondamentali e propedeutici per seguire le linee operative.

 

Infine si è stabilito che eventuali azioni di cattura nella zona di confine verranno condotte in modo congiunto dalle due amministrazioni. Certo però bisognerà prima capire quale sarà la nuova destinazione di M49-Papillon qualora dovesse essere nuovamente catturato dopo la fuga dal Casteller

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
24 June - 18:46
Fra i quattro nuovi casi due riguardano persone comprese nella fascia fra i 60 ed i 69 anni. Il rapporto contagi tamponi si attesta allo 0,26%
Politica
24 June - 19:27
Per discutere del tema dei grandi carnivori Fugatti si è recato a Roma, al Ministero dell’Interno. L’Oipa: “Senz’altro anche la ministra [...]
Cronaca
24 June - 16:15
Il match di ieri sera tra Germania e Ungheria è finito in pareggio sul 2 a 2: per festeggiare il suo goal Goretzka ha esultato facendo il gesto [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato