Contenuto sponsorizzato

Manuali dice addio a Forza Italia ed entra in Fratelli d'Italia: ''Finalmente anche Trento nel 2020 avrà un sindaco di centrodestra''

L'ex vice coordinatore di Forza Italia abbraccia il partito della Meloni e critica il Governo nazionale: "Sta creando danni indicibili, spero che Salvini torni nel centrodestra".  Il senatore Andrea De Bertoldi annuncia nuove adesioni al partito nelle prossime settimane 

Pubblicato il - 11 marzo 2019 - 12:56

TRENTO. Giorgio Manuali ha deciso di lasciare definitivamente Forza Italia. Dopo 25 anni da forzista durante i quali è stato capogruppo in consiglio comunale a Trento ma anche vice coordinatore regionale, ora ha deciso di abbracciare il partito di Giorgia Meloni, Fratelli d'Italia.

 

A presentare la nuova entrata nel partito sono stati Francesca Gerosa e il senatore Andrea De Bertoldi impegnato in questi mesi a portare avanti un progetto per la costituzione di una “nuova destra trentina” che ha già nel mirino le vicine europee ma soprattutto le prossime elezioni comunali di Trento nel 2020. Ed è proprio per questo appuntamento che Fratelli d'Italia ha intenzione di lavorare con la new entry vista anche la sua conoscenza del territorio.

 

“Per le prossime elezioni comunali – ha spiegato il senatore De Bertoldi – vogliamo che per Fratelli d'Italia inizi un nuovo corso politico locale e nazionale in linea con una destra democratica cattolica e liberale che possa rappresentare davvero una prospettiva nuova e diversa anche per il nostro territorio”.

 

Giorgio Manuali dopo essere stato capogruppo in Consiglio comunale a Trento era tornato a fare politica attiva ricoprendo il ruolo di vice coordinatore di Forza Italia per il Trentino. Un ruolo, però, che ha lasciato nell'aprile dello scorso anno in polemica con il partito dopo la nomina voluta da Michaela Biancofiore di Maurizio Perego nel coordinamento provinciale.

 

Una scelta “non facile” ha spiegato Manuali nel corso della sua presentazione in Fratelli d'Italia, “soprattutto perché avviene dopo 25 anni di militanza in Forza Italia anche se una sorta di distacco era avvenuto nell'aprile scorso. C'è stata una lunga riflessione che ha comportato questa mia scelta finale di aderire al progetto di Fratelli d'Italia e al progetto di una destra che possa rafforzarsi sempre di più”.

 

Manuali guarda subito alle elezioni comunali che si terranno nel 2020 e sulle quali tutto il centrodestra ha forti aspettative. “Credo che tutto – ha spiegato Manuali – faccia pensare che finalmente anche in Comune a Trento una coalizione di centrodestra andrà a governare la città capoluogo”.

 

L'ex vice coordinatore di Forza Italia non evita di commentare l'attuale Governo nazionale formato dai 5 Stelle e Lega. “Mi auguro – afferma – che quanto prima Matteo Salvini ritrovi la strada del centrodestra. Un governo come quello che abbiamo oggi sta producendo guasti indicibili

 

Sempre oggi è stata anche presentata l'entrata a Fratelli d'Italia di altre due persone: Grazia Silvestri, da anni nel mondo della cooperazione, e Adriano Vettore con un passato in An e poi in Forza Italia. “Fratelli d'Italia – ha spiegato Andrea De Bertoldi – ha le porte aperte a chi si riconosce nei suoi principi. Anche a livello provinciale diventerà una forza di centrodestra determinante”.

 

Potrebbe interessarti
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 marzo 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 marzo - 20:12

Venerdì una serata aperta alla cittadinanza dedicata a ''Genere, educazione, pluralità'' e, nel pomeriggio, appuntamento con la Cgil in piazza Dante. Il 30 marzo tutti a Verona per il corteo di Non una di meno

21 marzo - 18:37
Le indagini partono poco più di due mesi fa, quando gli agenti pizzicano un veicolo di proprietà di un comune della Val Rendena e condotto da un dipendente di Tione mentre compie una violazione alla segnaletica stradale. Gli accertamenti però mettono in luce un quadro pesante per l'uomo tra truffa, peculato e falsa attestazione di servizio
21 marzo - 20:01

I due giovani si trovavano in un tratto di pista molto ripida.  Il Soccorso alpino gli ha fatto calzare le racchette da neve e sono stati accompagnati, con l'ausilio di una corda, a valle fino alla motoslitta

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato