Contenuto sponsorizzato

Multe a raffica per i turisti in sosta all’area ex Cattoi, il sindaco Mosaner: “È la stessa proprietà che incita alla fruizione del parcheggio ma la segnaletica parla chiaro”

Sono 26 i turisti sanzionati nel tardo pomeriggio di ieri per divieto di transito all’uscita dell’area ex Cattoi, un bottino da oltre 2000 euro che entra nelle casse del comune. Opposizioni all’attacco “Brutta pubblicità per il comune”, la replica di Mosaner: “Le leggi valgono per tutti”

Di Tiziano Grottolo - 17 luglio 2019 - 13:09

RIVA DEL GARDA. Brutta sorpresa nel tardo pomeriggio di ieri per i turisti che rientravano dalla spiaggia, ad attenderli all’uscita dell’area ex Cattoi c’erano infatti le pattuglie della polizia locale pronta a sanzionarli con 89 euro di multa, il corrispettivo dovuto per l’infrazione di divieto di transito.

 

“Non ci sono scuse – afferma il sindaco Adalberto Mosaner – la segnaletica è chiara e le ordinanze esistono da tempo”. Dello stesso avviso anche il comandante dei vigili Marco D'Arcangelo: “Sanzionare queste situazioni è un dovere nei confronti di chi rispetta le regole”.

 

Nella giornata di ieri sono state 26 le sanzioni erogate, che si aggiungono ad un’altra quarantina effettuate nel corso del periodo estivo per la stessa infrazione nello stesso luogo.

 

Da tempo sull’area ex Cattoi si gioca un braccio di ferro tra l’amministrazione e la nuova proprietà rappresentata da Heinz Peter Hager e Paolo Signoretti i due soci che si trovano a capo della cordata di imprese Winco Energreen S.p.a e Consolida S.r.l. che hanno dato vita alla ‘VR101214’ la società che risulta proprietaria dello spazio sul quale sorgeva l’ex falegnameria.

 

Ed è proprio qui che nasce l’equivoco che vede l’area come un grande parcheggio a disposizione di tutti, in precedenza infatti, era lo stesso comune ad utilizzare l’area come parcheggio a pagamento. Nella maggior parte delle aree di sosta il costo varia tra 1 e 2 euro all’ora.

 

Il problema sorge nel momento in cui le auto che sostano all’interno dell’ex Cattoi devono uscire o entrare visto che par farlo devono transitare o su Via H. Sudermann sulla quale grava un’ordinanza di divieto di transito (fatta eccezione per i residenti) oppure dalla precedente entrata di Via F. Nietzsche trasformata però in ciclabile.

 

“La nostra amministrazione è stata obbligata a sgombrare dai curatori fallimentari – spiega Mosaner – inoltre la destinazione dell’area ai tempi del comodato era compatibile con l’area di parcheggio, ora non lo è più”.

 

Il riferimento del sindaco riguarda la proposta dell’attuale proprietà, che per ben due volte, tentò di aprire un parcheggio gratuito da mettere a disposizione di turisti e residenti. Scelta questa, che è costata ad Hager e Signoretti due avvertimenti per abuso edilizio per via di una ‘sbarra anticamper’ posizionata all’ingresso di via H. Sudermann e successivamente rimossa.

 

Nel frattempo il piano attuativo sull’area è decaduto, “Da un lato – evidenzia Mosaner – c’è l’ordinanza della Provincia che materializza la ciclabile di Via F. Nietzsche, dall’altra parte vige da tempo immemore un’ordinanza che consente il transito esclusivamente ai residenti”.

 

Sempre il sindaco sottolinea poi, come già da alcuni mesi la polizia si fosse attivata per monitorare l’area, dapprima solo ricordando agli utenti il divieto di transito, poi passando direttamente alle multe.

 

Le opposizioni però non ci stanno e attaccano l’amministrazione comunale accusandola di fare una brutta pubblicità al comune, ma Mosaner replica: “È la stessa proprietà che incita alla fruizione del parcheggio, si tratta comunque ordinaria amministrazione per la polizia locale, le opposizioni trovano davvero così scandaloso che i vigili urbani facciano il loro dovere?" conclude in maniera retorica il sindaco rivano.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 agosto 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 agosto - 06:01

Pubblichiamo in esclusiva dei dati molto significativi sul reale andamento della struttura della Val di Fiemme che smentiscono molto di quanto sentito sino ad oggi. Nel punto nascite si è eseguito nel 25% dei casi il taglio cesareo quando non ci sono emergenze e per  l'Organizzazione Mondiale della Sanità un tasso superiore al 15% è indicativo di ''un uso inappropriato della procedura'' motivato da ''carenze organizzative, medicina difensiva, (...) scarso supporto alla donna da parte del personale sanitario nel percorso di accompagnamento alla nascita''

18 agosto - 18:48

Un progetto nato circa un mese fa. Raffaele è partito ieri mattina da Torbole e ci metterà cinque giorni ad arrivare a Rimini facendo cinque tappe. Dove passa con la bici raccoglie la plastica abbandonata lungo la strada. "Dobbiamo far capire che il pianeta è la nostra casa"

18 agosto - 16:50

E' successo stamane verso le 5 nella stazione dei treni di Bolzano. Il macchinista, mentre stava compiendo i controlli prima della partenza, è stato attaccato senza motivo e preso a pugni. Caduto sul locomotore, ha ricevuto una prognosi di cinque giorni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato