Contenuto sponsorizzato

Ospedale di Cavalese, Fugatti: i lavori (solo) nel 2022. Degasperi: “I soldi già c’erano, se siamo in ritardo è solo colpa della Giunta”

Fugatti era intervenuto per smentire il consigliere pentastellato ma ha dovuto ammettere che i lavori non partiranno prima del 2022. Ugo Rossi: “I fondi già c’erano, ma come ci si può fidare di un presidente che mentre presenta un bilancio da 4,8 miliardi intacca le riserve di A22 per fare cassa?”

Di Tiziano Grottolo - 24 novembre 2019 - 16:57

TRENTO. “Il nostro impegno sull'ospedale di Cavalese è massimo” così il presidente della Pat Maurizio Fugatti prova a smorzare le polemiche scoppiate dopo che il consigliere del Movimento 5 Stelle Filippo Degasperi ha fatto emergere discrepanze all’interno del bilancio presentato in vista della manovra 2020-2022, la prima vera finanziaria targata Lega.

 

Degasperi faceva notare come diverse voci avessero subito dei tagli, anche molto consistenti, mentre in altre i fondi erano stati spostati da un programma all’altro o semplicemente posticipati sugli anni a venire. “Fugatti dovrebbe raccontare dove sono spariti i fondi per la ristrutturazione dell’ospedale di Cavalese e la costruzione del Not – accusava il consigliere del M5s – per il nuove ospedale di Trento mancano 27 milioni che erano già stati previsti per il 2020, così la costruzione verrà posticipata in avanti” (QUI articolo).

 

Come anticipato, sulla questione è intervenuto Fugatti, anche a nome dell'assessore alla salute Stefania Segnana precisa la nota, Per il settore delle opere sanitarie abbiamo stanziato 227 milioni, con particolare attenzione non solo al nuovo ospedale del Trentino, ma all'ospedale di Cavalese”.

 

Secondo quanto riferito dallo stesso Fugatti per il presidio sanitario della val di Fiemme la cifra di programmazione sarebbe elevata: “Globalmente, in parte come limite di spesa in parte come conto capitale, c'è una previsione di spesa di circa 35 milioni e si prevede l'avvio dei lavori dal 2022, compatibilmente con le gare di appalto. Stiamo parlando di interventi che si sviluppano su una programmazione pluriennale a partire dal 2022 – ha ribadito il presidente della Pat – proprio per questo gli importi di spesa sono programmati non ora, ma nel periodo in cui effettivamente i cantieri inizieranno, nel 2022 appunto”.

 

Ma qualcosa non torna: “È il bilancio a parlare – attacca Degasperi – se analizziamo le cifre stanziate dalla precedente Giunta possiamo notare che nel 2019 erano stati stanziati 1.950.000 euro, 10 milioni nel 2020 e 13 milioni per il 2021, al contrario in questa nuova finanziaria fino al 2021 non ci sono soldi, salvo la miseria di 100mila euro per il 2022”.

 

Sulle questione è intervenuto anche lo stesso Ugo Rossi che ha confermato gli stanziamenti fatti sotto il suo governo: “I fondi già c’erano, ma come ci si può’ fidare di un presidente che mentre presenta un bilancio da 4,8 miliardi intacca le riserve di A22 per fare cassa?”

 

E qui probabilmente c’è il vero nodo dalla questione: se da un lato Fugatti asserisce che i fondi ci sono dall’altro omette di dire che la precedente giunta Rossi aveva già messo a bilancio quasi 25 milioni di euro, con i lavori che sarebbero potuti partire già da quest’anno ma che invece sono stati posticipati al 2022. Come già detto in precedenza però, da qui al 2022 ne dovrà passare molta di acqua sotto i ponti e non è scontato che il progetto di ristrutturazione dell’ospedale subisca ulteriori ritardi.

 

Da quanto trapela infatti i costi di realizzazione dell’opera sarebbero lievitati enormemente passando dai previsti 32 milioni ad oltre 46, situazione questa che probabilmente ha spaventato la giunta Fugatti che ha scelto di prendersi altro tempo per rivedere il progetto, ma ciò richiederà anche più tempo.

 

“Che gli stanziamenti ci saranno nella prossima legislatura può essere – conclude Degasperi – ma nei bilanci non c’è spazio per la fantasia: i soldi o ci sono o non ci sono e nel primo bilancio leghista i fondi per l’ospedale di Cavalese vengono azzerati, il resto è solo la solita, tanto amata, propaganda da bar”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 gennaio - 05:01

Ad alcuni sanitari, invece della prima dose del vaccino, è stata somministrata per errore una semplice soluzione fisiologica. Ora, anziché presentarsi per il richiamo dovranno essere sottoposti a un test sierologico per capire chi ha ricevuto il vaccino e chi no

21 gennaio - 19:47

Sono 279 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi, mentre sono 27 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

21 gennaio - 20:22

L'albergo su corso Rosmini nel centro storico della città della Quercia resta operativo e cerca di reggere un mercato profondamente stretto e diverso. Marco Zani: "Cerchiamo anche di mettere in rete le peculiarità della zona, la vicinanza del Monte Baldo, la Campana dei caduti e i musei, così come le tante possibilità offerte dalla Vallagarina. Ideato offerte speciali per fa lavorare anche il ristorante la sera"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato