Contenuto sponsorizzato

''Sfiduciamo la ministra alla salute Grillo e boicottiamo Rimini per le vacanze estive''

Il popolo per la ''libertà di scelta'' in tema di vaccini ha raccolto oltre 63.000 voti con un sondaggio su internet e il 96% ha chiesto di sostituire la ministra. ''Prima il Movimento manifestava una chiara posizione contro gli obblighi imposti dalla legge. Tali dichiarazioni hanno contribuito al raggiro elettorale del 4 marzo 2018''

Pubblicato il - 04 giugno 2019 - 12:23

TRENTO. ''Sfiduciamo Giulia Grillo e chiediamo l'immediata sostituzione con una persona degna, al ministero oltre a confermare il boicottaggio delle vacanze a Rimini''. Il popolo per la cosiddetta ''libertà di scelta'' in tema vaccinale è compatto e schierato contro l'attuale ministra alla salute: sono oltre 61.000 i voti online raccolti sul sito www.liberasceltasubito.it del Coordinamento dei genitori per la libertà di scelta Trentino Alto Adige. ''Hanno votato oltre 63.000 persone - spiegano - di cui oltre il 96% chiede le dimissioni della Ministra. I filtri e le misure di sicurezza installati sul sito hanno impedito il plurivoto dei partecipanti''.

 

La vicenda è nota e sono gli stessi genitori per la libertà di scelta del Trentino Alto Adige (del coordinamento regionale fanno parte Andreas Pöder,  Karin Kerschbaumer, Alessandro Granziero, Viviana Burattin, Claudia Cattani, Franzi Bove e altri) a ricordarla.

 

''L'esito delle votazioni europee di domenica 26 maggio - spiegano - è stata la netta vittoria della campagna #duemilionidivotiinmeno #liberasceltasubito #nessunvotoaitraditori che ha affossato il Movimento 5 stelle (QUI ARTICOLO), reo di aver tradito le promesse elettorali del marzo 2018 non avendo ancora eliminato le misure coercitive e discriminatorie contenute nella legge Lorenzin per non più reintrodurle. Nell'estate del 2017, mentre il governo di centrosinistra imponeva la nuova ed aberrante legge “Lorenzin” sulla profilassi vaccinale, l'attuale Ministra della salute Giulia Grillo manifestava una chiara posizione in favore della libertà di scelta in ambito terapeutico''.

 


 

''Tali dichiarazioni - spiegano ancora - cavalcate dallo stesso Movimento, hanno contribuito pesantemente al raggiro dell'elettorato perpetratosi durante le votazioni del 4 marzo 2018. I traguardi più grandi si raggiungono con il sostegno di tutti, ma il sostegno va meritato. Inoltre i genitori del Trentino Alto Aadige confermano il boicottaggio delle vacanze a Rimini per protestare attivamente contro la delibera della giunta comunale di multare i genitori dei bambini che vanno a scuola, senza aver effettuato tutti i vaccini previsti. Multa che tutto sommato può arrivare anche a migliaia di Euro. Il sindaco di Rimini ha pubblicamente e caldamente invitato tutti coloro che sono a favore della libertà di scelta ad evitare Rimini per le proprie vacanze. Insomma, non ci vuole. Teniamolo presente. Pretendiamo - concludono - le scuse da parte del primo cittadino di Rimini e lo stralcio della vergognosa delibera discriminatoria''.

 

Per questo i genitori per la ''libertà di scelta vaccinale'' invitiamo tutti i genitori che la pensano come loro a riflettere prima di trascorrere loro vacanze estive a Rimini.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19. 30 del 06 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
07 maggio - 17:24
Ecco i dati delle ultime 24 ore. Nelle categorie più mature troviamo 9 casi positivi in fascia 60-69 anni, 3 tra 70-79 anni e - dato [...]
Cronaca
07 maggio - 16:27
Con l’Rt a 0.97 il Trentino rischia di finire in zona arancione, Fugatti conferma ma fa sapere che le Regioni hanno chiesto al Governo di [...]
Cronaca
07 maggio - 16:16
La Provincia di Bolzano ha un valore medio da zona arancione superiore a 1 e il Trentino si avvicina molto (con una forbice che va da 0,86 a 1,07) [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato