Contenuto sponsorizzato

A Fugatti ''sfugge'' il Festival dello Sport a Milano ma non Salvini a Pinzolo. La kermesse nata trentina ''dimenticata'' dalla Pat e dal presidente

Giusto un comunicato stampa finale, mentre in corso d'opera solo Trentino Marketing ha rilanciato qualche appuntamento e caricato sulla piattaforma i comunicati di Rcs e Gazzetta. Il presidente preferisce un post con Matteo Salvini a Pinzolo

Di Luca Andreazza - 13 ottobre 2020 - 05:01

TRENTO. Il Festival dello sport c'è stato, il Trentino un po' meno. Un'edizione che sembra essere passata un po' in sordina sul territorio, nessuna (o quasi) comunicazione targata Provincia per ricordare gli appuntamenti di quello che sarebbe un evento anche nostrano. Giusto un comunicato stampa finale (senza virgolettati), mentre in corso d'opera solo Trentino Marketing ha rilanciato qualche appuntamento e caricato sulla piattaforma i comunicati di Rcs e Gazzetta sulla piattaforma. Il presidente Fugatti sui suoi canali social, che usa ormai come canale propagandistico spammando dirette Facebook sui vari gruppi ''Sei di...'', non ha dedicato post all'evento mentre, immancabile, ecco quello con Matteo Salvini a Pinzolo in tenuta trumpiana con tanto di mascherina griffata.

 

A fine settembre c'è stata la presentazione del palinsesto, rivisto ovviamente a causa dell'emergenza Covid-19, e lì era già emerso che la manifestazione stava "sfuggendo" a Trento per diventare sempre più milanese. Nonostante la specifica che l'evento è "organizzato da La Gazzetta dello sport e da Trentino marketing con la collaborazione di ProvinciaComuneApt TrentoMonte BondoneValle dei Laghi e con il patrocinio del Coni e del Comitato italiano paralimpico", il Festival dello Sport si è svolto in streaming nel capoluogo lombardo e i pochi incontri in presenza sono stati tutti a Milano alla sala Buzzati e al piccolo teatro Strehler (Qui articolo).

 

E' chiaro che la situazione epidemiologica è delicata, c'è una recrudescenza del coronavirus, il Trentino è tornato a piangere quattro morti in poche settimane e, malgrado quel che ha detto anche ieri il presidente Fugatti, l'incidenza del contagio in Trentino resta molto alta con addirittura una Cembra Lisignago costretta a seguire un "regime speciale" per evitare che la situazione precipiti. Gli eventi in presenza avrebbero comportato un'assunzione di responsabilità a più livelli, compreso da parte della cittadinanza, ma sarebbe stata anche un'opportunità per creare un po' di indotto e sostenere quel tessuto economico, provato in Trentino come in Italia, dal prolungato lockdown, con una ripartenza complicata e un capoluogo privato da tutti gli eventi e colpito anche dalla chiusure domenicali e nei festivi di negozi e supermercati durante l'estate, prima del passo indietro provinciale. 

 

Il Festival dello sport è andato avanti, ma la Provincia sembra essere stata la grande assente. Solitamente sempre molto prolifici di post, tolto il lancio iniziale, questa volta non c'è nessun commento da parte di Fugatti e di Failoni per ricordare qualche appuntamento di quello che è un appuntamento a marchio Trentino. Il territorio si è prestato come ambientazione per le tre Masterclass dedicate all'arrampicata in quel di Arco, basket e parkour in val di Non. Appuntamenti nei quali i grandi interpreti di questo sport si sono raccontati e si sono spesi per offrire consigli e suggerimenti. 

 

Un po' di Trentino nella sigla iniziale: piazza Duomo è stata cornice dell'esibizione delle "farfalle azzurre" della Nazionale di ginnastica ritmica. Nemmeno queste "cartoline" in stile Giochi senza frontiere hanno trovato risalto sui canali provinciali. Nessun segnale da piazza Dante a fronte anche di 3 giorni non stop con oltre 60 eventi

 

Un atteggiamento che è apparso tiepido verso quello che sarebbe una manifestazione di casa. E' restato solo il titolo e forse le risorse messe sul tavolo per il grande evento. Un trattamento diverso rispetto a quello riservato al Festival dell'Economia. Forse difficile in questo caso portare avanti un po' di propaganda e così la kermesse è passata veloce, senza grandissimi proclami. Se la Provincia si dice pronta per l'edizione del 2021, la speranza è quella che il Festival dello sport non traslochi definitivamente in altre location.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 ottobre - 11:45

I due consiglieri provinciali hanno sfoderato uno l'immagine del Grinch l'altro quella trita e ritrita del ''sindacalista di sinistra'' ma il capolavoro è dell'assessore al turismo che parla di ''danno enorme per l'economia della città di Trento e per l'immagine dell'intero Trentino''. Proprio lui autore della legge sulle chiusure domenicali nel momento dove serviva spingere al massimo l'economia e che ha direttamente bollato Trento e molte altre località come ''non turistiche''

20 ottobre - 11:25

Le due deputate pentastellate Doriana Sarli e Carmen Di Lauro sono riuscite "dopo quasi dieci ore di attesa" a entrare nel centro del Casteller. Giunte per "constatare la situazione dei 3 orsi", si erano viste negare l'accesso dalla Provincia e dai gestori, rivolgendosi allora ai carabinieri di Trento. "Abbiamo verbalizzato una denuncia. Gli orsi stanno bene ma gli spazi sono inadeguati. Devono essere liberati"

20 ottobre - 11:57

Il bollettino Coronavirus dell'Azienda sanitaria altoatesina conta oggi ben 209 casi in più. Un numero altissimo, mai registrato in 24 ore. Il tasso contagi/tamponi schizza così all'11,5%, con un bilancio provvisorio che cresce e supera i 5000 contagiati da inizio epidemia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato