Contenuto sponsorizzato

Conte: ''Questo dpcm per evitare il lockdown a dicembre ma con il decreto Ristori risorse immediate a beneficio delle categorie''. Ecco come saranno distribuiti i 5,4 miliardi di euro

Il presidente Conte ha fatto il punto sul suo dpcm e sul nuovo decreto che accompagna le misure restrittive con molte risorse economiche di sostegno per chi è costretto a ridurre o chiudere la propria attività. Gualtieri: ''Abbiamo scelto le modalità più rapide di ristoro. Il contributo a fondo perduto sarà erogato automaticamente alle oltre 300.000 aziende che lo avevano avuto in precedenza e quindi contiamo per metà di novembre di aver fatto tutti i bonifici''

Di L.P. - 27 ottobre 2020 - 20:00

ROMA. ''Per evitare che la situazione ci sfugga di mano dobbiamo ridurre e diradare le occasioni di contatto non necessarie e in questo modo alleggerire anche il sistema di tracciamento. Non possiamo illuderci che con una curva epidemiologica in continua salita le persone possano andare al ristorante o in palestra senza paura. Se rispettiamo queste misure, invece, abbiamo buone possibilità di avere un dicembre quasi normale, altrimenti ci troveremo davanti un nuovo lockdown generalizzato. Uno scenario che non possiamo permetterci di vivere''. Così il presidente del consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa ha spiegato le ragioni del suo ultimo dpcm che tanto sta facendo discutere soprattutto le categorie che sono state colpite dai provvedimenti.

 

Su tutti i ristoratori e i baristi che devono abbassare le serrande alle 18 e poi palestre, piscine, mondo dello sport e dello spettacolo e ancora una volta il mondo del turismo e di molte attività che si basano sul contatto con il pubblico. ''Piccole limitazioni per ottenere un risultato maggiore'', così è stato definito il nuovo dpcm, che però viene associato a ristori immediati. Ristori superiori al 200% rispetto a quanto esborsato con il decreto rilancio di questa primavera per i ristoratori e del 150% per bar e pasticcerie.

 

Il ministro Gualtieri ha spiegato: ''Si tratta di un decreto (quello ristoro ndr) che mobilita più di 5,4 miliardi in termini di indebitamento netto, 6,2 in termini di saldo netto da finanziaria. Abbiamo scelto le modalità più rapide di ristoro. Il contributo a fondo perduto sarà erogato automaticamente alle oltre 300.000 aziende che lo avevano avuto in precedenza e quindi contiamo per metà di novembre di aver fatto tutti i bonifici. Riceveranno un multiplo superiore al 150% - 200% anche il 400% rispetto a quanto in precedenza ricevuto. Anche per chi non lo ha ottenuto prima ci sarà una nuova domanda da fare con l'erogazione successiva che avverrà entro dicembre''.

 

''Tra le misure - ha aggiunto Gualtieri - ci sarà un contributo sugli affitti, l'eliminazione della rata dell'Imu, la sospensione dei contributi previdenziali, sei settimane in più di cassa integrazione. E poi misure specifiche come le indennità per i settori dello spettacolo, del turismo, dello sport, degli alberghi, dei tax e dei ncc. Inoltre con queste risorse arriveranno 2 milioni di tamponi antigenici rapidi in più nei mesi di novembre e dicembre, verrà rafforzato il contact tracing e verranno stanziate risorse aggiuntive per la didattica a distanza''. 

 

La ministra del lavoro Nunzia Catalfo aveva già spiegato nel dettaglio il decreto Ristori: per tutte le imprese "abbiamo garantito altre 6 settimane di cassa integrazione Covid-19 utilizzabili dal 16 novembre al 31 gennaio 2021 o, in alternativa, ulteriori 4 settimane di esonero contributivo. Al contempo, proroghiamo il blocco dei licenziamenti fino al 31 gennaio". Per le aziende interessate dal Dpcm è prevista la sospensione dei versamenti contributivi relativi ai lavoratori per il mese di novembre, fa sapere la ministra. 

 

Nel decreto Ristori "abbiamo previsto un'indennità da 1.000 euro per i lavoratori stagionali del turismo (inclusi quelli con contratto di somministrazione o a tempo determinato) nonché gli stagionali degli altri settori, i lavoratori dello spettacolo, gli intermittenti, i venditori porta a porta e i prestatori d'opera, tra quelle categorie a cui la pandemia finora ha imposto i sacrifici più grandi e che senza il nostro intervento sarebbero rimasti privi di ogni sostegno". Inoltre, ha aggiunto Catalfo, nel decreto sono previste "due nuove mensilità di Reddito di emergenza" per i "molti cittadini economicamente fragili e famiglie svantaggiate" che "stanno pagando un duro prezzo".

 

"Ci sono anche i tassisti e i titolari di noleggio con conducente tra le categorie destinatarie dei ristori stanziati dal Governo nel Decreto approvato oggi a sostegno delle attività chiuse o danneggiate dalle ultime misure anti Covid": così la ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli al termine del Consiglio dei ministri. "Taxi e Ncc hanno giustamente rappresentato in un incontro presso il Mit che l'attività, se pure non sospesa, lo sarà di fatto dopo le 18, considerate le chiusure del dpcm. Potranno così usufruire di un indennizzo pari al 100 % di quanto hanno ottenuto con il dl Rilancio dell'aprile scorso. Le risorse - conclude - saranno erogate direttamente sui conti correnti. Ringrazio il sottosegretario Salvatore Margiotta che ha incontrato i rappresentanti delle categorie e contribuito a questo risultato".

 

"Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto Ristori - ha scritto in un post su Fb il viceministro al Mise Stefano Buffagni -. Si tratta di un primo passo importante, direi doveroso, in favore di chi è stato colpito dalle restrizioni dovute al contenimento della pandemia. Abbiamo raddoppiato e in alcuni casi triplicato i soldi a fondo perduto erogati con il decreto Rilancio. Un pacchetto di misure da 6,8 miliardi tra le quali è previsto il credito d'imposta sugli affitti, l'estensione della cassa integrazione, la cancellazione della rata Imu, la sospensione dei versamenti contributivi di novembre dei dipendenti, e molto altro". 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 novembre - 04:01

Un quadro completo della situazione epidemiologica che si potrebbe avere da lunedì: il ministero ha chiesto alle Regioni e alle Province autonome di comunicare i dati completi, così come di tenere separate le voci ''positivi da antigenici'' e ''positivi da molecolari'' e, finalmente, si farà forse chiarezza

28 novembre - 20:51

Sono 446 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 219 positivi a fronte dell'analisi di 3.955 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 5,5%

28 novembre - 22:40

Il conducente di 22 anni di Caderzone Terme ha improvvisamente perso il controllo del mezzo per finire contro alcuni alberi a lato strada e poi cappottarsi. Una 15enne è morta sul colpo, gravi gli occupanti dell'abitacolo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato