Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, vertice Governo-Regioni per discutere le nuove restrizioni: “Dobbiamo evitare lo sfondamento che è avvenuto a marzo in alcuni territori”

Secondo alcune indiscrezioni il Governo sta pensando alla chiusura anticipata di bar e ristoranti. Stop per palestre e alcuni sport dilettantistici, stretta sulla vendita degli alcolici. Boccia: “Se il governo deciderà di definire un nuovo pacchetto di misure per contrastare l’avanzata dei contagi lo farà condividendolo con le Regioni”

Di T.G. - 18 ottobre 2020 - 11:27

TRENTO. “Con l’autunno siamo entrati in una nuova fase della pandemia. In Italia le reti sanitarie sono forti, le abbiamo rafforzate in questi mesi, ma dobbiamo evitare lo sfondamento che è avvenuto a marzo in alcuni territori”. Così il ministro per gli affari regionali e le autonomie Francesco Boccia, dopo il vertice fra Governo e Regioni che si è tenuto ieri, 17 ottobre. Oggi ci sarà un nuovo incontro, al termine del quale dovrebbero emergere le nuove misure per contenere i contagi.

 

Se il governo deciderà di definire un nuovo pacchetto di misure per contrastare l’avanzata dei contagi lo farà condividendolo con le Regioni”, ha detto Boccia. Al vertice di oggi partecipano, oltre alle Regioni e a una rappresentanza dei Comuni, il commissario Domenico Arcuri, il capo della protezione civile Angelo Borrelli e il ministro alla salute Roberto Speranza. Quest’ultimo ha annunciato che la manovra di bilancio, approvata durante la notte, assegnerà altri 4 miliardi al Servizio Sanitario Nazionale: “È la strada giusta – ha commentato il ministro – chiudiamo definitivamente la stagione dei tagli e ricominciamo ad investire sulla cosa più preziosa che abbiamo”.

 

Al centro della discussione fra Governo e Regioni ci sono le nuove restrizioni da adottare per contenere il coronavirus. Entro sera il primo ministro Giuseppe Conte dovrebbe prendere parola per annunciare il nuovo Dpcm la cui approvazione pare imminente. Il nodo da sciogliere resta quello dei ristoranti. Due le possibilità: chiusura anticipata alle 24 o, come vorrebbero alcuni ministri, serrande abbassate già alle 22.

 

In un certo senso a farne le spese potrebbero essere i bar che potrebbero chiudere alle 21, con uno stop alla vendita degli alcolici a partire dalle 18. I negozi di parrucchiere e i centri estetici non dovrebbero essere toccati dalle nuove misure restrittive. Il Governo poi, sembrerebbe orientato verso al chiusura delle palestre e la sospensione di alcuni sport dilettantistici. Sul fronte scuola invece, la ministra Azzolina è determinata a mantenere la didattica in presenza, alcuni sacrifici infatti potrebbero rendersi necessari proprio per consentire agli istituti di rimanere aperti, nonostante il pericolo dei contagi.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 7 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
08 dicembre - 10:09
L'uomo era scomparso ieri pomeriggio dopo essere uscito per una escursione, la salma è stata recuperata questa mattina intorno alle 8.45, [...]
Cronaca
08 dicembre - 09:28
Dalle prime ore di questa mattina, 8 dicembre, la neve ha fatto capolino in Trentino imbiancando diverse località. L’allerta arancione della [...]
Cronaca
08 dicembre - 05:01
Secondo i pediatri il virus del Covid-19 è mutato, se l’anno scorso i bambini positivi erano spesso asintomatici in questa stagione mostrano [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato