Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, Zaia chiude i Comuni alle 14 ma lascia le attività commerciali aperte: ''Non possiamo più aspettare anche se siamo zona gialla''

Il governatore del Veneto ha annunciato un'ordinanza che cerca di bloccare la catena del contagio preservando, nel massimo possibile, l'economia del territorio. Ci saranno differenze tra comuni piccoli e grandi? ''Certo che sì, tra chi abita a Verona o a Padova ci sarà differenza ma se ragioniamo così non ne veniamo fuori''

Pubblicato il - 17 December 2020 - 13:28

VENEZIA. Vista la confusione generale che c'è Zaia ha deciso di muoversi autonomamente con un'ordinanza ''già impostata al 90% e la manderò al ministro Speranza per l'ok formale''. ''Un'ordinanza che ha voluto tutelare fino in fondo le libertà personali perché altrimenti c'è il lockdown che chiude in casa le persone. La Germania ha chiusa tutta, il contagio è in evoluzione e per fine mese dovremo cominciare con le prime iniezioni di vaccino

 

''E' necessario assumere provvedimenti - ha spiegato il presidente del Veneto - e abbiamo pensato dopo aver sentito i Comuni e Anci, di fare un provvedimento innovativo. La soluzione è questa: da sabato 19 dicembre al 6 di gennaio la chiusura dei confini comunali dalle 14, mantenendo inalterate le attività produttive e commerciali. Però dalle 14 in poi si lavora solo con i cittadini della propria città. Questo arriverà fino al 6 gennaio ed è un provvedimento che non prevede restrizioni dolorose. E' una soluzione di equilibrio''. E così ha chiarito Zaia entro le 14 i cittadini dei vari comuni dovranno rientrare all'interno delle loro amministrazioni (probabilmente sempre con le eccezioni legate al lavoro, motivi sanitari e cause eccezionali). 

 

La situazione epidemiologica in Veneto è molto difficile con oltre 4.400 positivi e un rapporto contagi tamponi al 7,5% e da Rt sarebbe ancora in zona gialla il Veneto essendo sullo 0,96 e quindi Zaia ha aggiunto che ''c'è bisogno di guardare in faccia la realtà. Non so cosa farà il governo ma c'è bisogno di agire. Il Veneto è il Veneto. Arriverà una misura nazionale? Sarà gerarchicamente superiore alla regione e verrà assorbita la nostra ordinanza. Se non ci saranno misure noi dovremo agire. Se è quello che sembrava ieri poteva andare ma continuiamo ad attendere''. 

 

L'ordinanza verosimilmente male che vada arriverà domani. ''C'è il Cts nazionale che ha chiesto misure straordinarie. La situazione è difficile. Noi siamo ancora in zona gialla - ha aggiunto il governatore - ma il governo sta adottando delle misure che sono sincero per me non sono ancora chiare. Ora vediamo anche cosa si decide per i ristori, ma intendiamo ristori veri, alla tedesca. Davanti ad un'incertezza che è palpabile con discussione nazionale ancora in atto, ripeto che vorrei evitare di assumere provvedimenti regionali, proprio per avere i ristori nazionali. La situazione epideologica di oggi: abbiamo un terzo in più di ricoveri rispetto a marzo. Ma non descrivete la nostra sanità come una macchina scassata perché non se lo merita''.

 

E a tal proposito oggi in Veneto ci sono attualmente 95.779 positivi, 3.331 ricoveri, 378 (+6) in terapia intensiva e  2.953 (+8) nei reparti non critici. Purtroppo si contano altri 92 morti per un totale di 5.161 vittime. Ci saranno delle differenze tra i Comuni? ''Certo se abita a Verona hai più possibilità di quelli che abitano a Padova e via di seguito ma se ragioniamo così non ne veniamo più fuori. Qui si deve capire che c'è un problema enorme che dobbiamo risolvere assieme. Se cominciamo a mettere i puntini sulle ''i'' già stiamo sbagliando.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
28 settembre - 17:15
Gli imprenditori trentini guardano al futuro con fiducia ma non mancano le criticità. Un’azienda su 5 giudica il territorio in declino. [...]
Cronaca
28 settembre - 17:03
 Oggi si registrano 3 nuovi casi di bambini e ragazzi in età scolare. Tra i nuovi casi nelle fasce di età adulte, 4 hanno tra 60-69 anni, 1 [...]
Cronaca
28 settembre - 17:02
La poiana è stata impallinata nella zona di Tiarno di Sopra, ferita gravemente ad un’ala e al corpo, ha però continuato il volo per un breve [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato