Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, a Trento vietato fumare alle fermate e vicino le scuole. Il sindaco: “Le sigarette non possono essere una scusa per togliere la mascherina”

Il Comune di Trento sta lavorando a una stretta sul fumo in chiave anti-contagi, il sindaco Ianeselli: “Alle fermate dei bus e nelle vicinanze delle scuole sarà vietato fumare, perché abbiamo osservato che sono i luoghi in cui le persone si accalcano e, con la scusa della sigaretta, si tolgono la mascherina”

Di T.G. - 14 dicembre 2020 - 18:33

TRENTO. “Lavoreremo a un’ordinanza antifumo alle fermate dei bus e nelle vicinanze delle scuole, perché abbiamo osservato che sono i luoghi in cui le persone si accalcano e, con la scusa della sigaretta, si tolgono la mascherina”. Questo l’annuncio del sindaco di Trento Franco Ianeselli che aggiunge: “Cercheremo di prevedere alle principali fermate del trasporto pubblico la presenza di volontari, che così potranno monitorare la situazione e invitare a tenere comportamenti corretti”.

 

La problematica in questione è strettamente legata alla diffusione dei contagi, una misura che in un certo senso vuole anche essere un appello alla prudenza, più che mai necessaria in questo momento. “È in queste settimane, con i nostri comportamenti, che ci giochiamo la terza ondata”, sottolinea Ianeselli.

 

In tal senso non sono passati inosservati gli assembramenti che si sono verificati nel centro storico del capoluogo e sul monte Bondone: “C’erano davvero tante persone – commenta il primo cittadino – non ci sono stati comportamenti clamorosi, ma certo è fondamentale non abbassare la guardia. Ben vengano poi le attività all’aria aperta sul Bondone, ma facciamo attenzione ai rischi, perché in questo periodo occorre evitare assolutamente di intasare il pronto soccorso.

 

Per il momento dunque, fatta eccezione per l’ordinanza anti-fumo, solo un avvertimento: non dovrebbero scattare altri divieti contro gli assembramenti. Nel frattempo l’amministrazione comunale si sta preparando alla riapertura delle scuole, prevista il 7 gennaio. “Anche per questo – conclude Ianeselli – chiedo ai cittadini che escono per fare shopping di scegliere gli orari in cui l'afflusso di persone è minore, ricordando anche che molti esercizi commerciali di Trento hanno dei siti Internet che ci permettono di fare acquisti in sicurezza”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 gennaio - 15:08

Per il deputato forzista viene a crearsi anche una concorrenza sleale con gli altri territori: “Lo trovo assurdo soprattutto per i territori bellunesi confinanti con l’Alto Adige che da sempre vivono questa concorrenza sleale e che adesso avvertono con maggiore forza differenze quanto mai anacronistiche e impossibili da digerire" 

22 gennaio - 12:27

A Stoccolma è nato Cederhus, il progetto che prevede la realizzazione della più grande struttura in legno al mondo. Un progetto che trova sostegno nell’azienda altoatesina Rothoblaas, specializzata nella produzione di viti, piastre, angolari e nastri sigillanti destinati proprio per questo genere di strutture. "Il nostro obiettivo è sostituire gli edifici in cemento con quelli in legno"

24 gennaio - 12:13

Al gestore del bar la sanzione di 400 euro perché ha violato le disposizioni che impongono di non poter ricevere alcun cliente dopo le ore 18 all’interno del locale.  I controlli messi in campo da una task force interforze, voluta dal Questore di Trento, composta da agenti della Polizia di Stato, della Polizia Locale di Trento e della Guardia di Finanza che ha passato al setaccio i locali pubblici della città

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato