Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, la manovra anti-crisi spiegata da Failoni, Tonina, Zanotelli e Bisesti: tanti tavoli di lavoro, alcune liberalizzazioni (ma da chiarire) e il mistero delle risorse da investire

Oggi è toccato agli assessori competenti spiegare il ddl per quanto riguarda agricoltura, turismo, scuola e urbanistica. Si è fatto un passaggio veloce sull'assegno unico spiegando che chi rifiuterà il lavoro lo perderà (salvo poi fare marcia indietro), si è accennato a sburocratizzare le costruzioni e si è scaricato su Roma le responsabilità per i ritardi nel mondo dell'istruzione. Failoni ha spiegato che sull'estate ancora non ci sono certezze di risorse e date di partenza

Di Luca Andreazza - 25 aprile 2020 - 20:08

TRENTO. Tanti tavoli (almeno 14 solo per il turismo), flessibilità, sicurezza e semplificazione quali parole chiave. Tante parole ma poca concretezza, nessun accenno sulle risorse e passaggi contraddittori che devono essere quantomeno chiariti e approfonditi, soprattutto la parte relativa all'assegno unico che potrebbe essere revocato se ci si rifiuta, per esempio, di andare nei campi a lavorare. Poi è arrivata la precisazione ma il provvedimento potrebbe comunque far discutere. "Si deve analizzare il singolo caso del nucleo familiare e dobbiamo confrontarci con i sindacati", spiega l'assessora Giulia Zanotelli e parti sociali che probabilmente avranno appreso in diretta che potrebbero cambiare le condizionalità in quanto questo parzialmente già avviene.

 

"Il momento è emergenziale - commenta il presidente Maurizio Fugatti - dobbiamo intervenire sui singoli settori e snellire la parte burocratica. L'iter in Consiglio provinciale è ordinario e potrà essere migliorato in maniera importante con il contributo di tutti. Questo ddl non ha la presunzione di essere esaustivo" (Qui articolo).

 

Si parla di semplificazione urbanistica. "Una serie di modifiche per una maggiore flessibilità e velocità per le attività produttive e quelle dell'edilizia. L'attenzione però è sulla qualità e programmazione del costruire sul territorio. La valorizzazione di ambiente e paesaggio - dice il vice presidente Mario Tonina - deve essere un modello di sviluppo. Prevediamo deroghe straordinarie per riqualificazioni e manutenzioni in questo modo in forma provvisoria, ma che potrebbero diventare elementi strutturali".

 

Si vuole salvaguardare ambiente e paesaggio ma intanto "per sostenere le attività economiche, in corrispondenza degli esercizi alberghieri esistenti nelle aree di protezione laghi i limiti fissati dal Pup per gli aumenti di ricettività riguardano gli incrementi di volume lordo fuori terra destinati alle nuove unità abitative dislocate agli ospiti".

 

Si vuole accelerare il procedimento di rilascio del titolo edilizio e si amplia il periodo di validità delle autorizzazioni e dei permessi a costruire. L'autorizzazione paesaggistica di tutte le opere soggette a conformità in capo alla Provincia passa da 5 a 7 anni. Sospensione dell'obbligo di presentare la domanda di permesso di costruire o la Scia entro un anno dal rilascio dell'autorizzazione paesaggistica. Poi la "liberalizzazione" delle opere di manutenzione straordinaria attualmente assoggettata a comunicazione.

 

Questa emergenza coronavirus può essere indubbiamente un modo per snellire la burocrazia ma da come si delinea il ddl sembra più un ritorno agli anni '80 e un libera tutti

 

Capitolo agricoltura. "La promozione della competitività del sistema trentino - aggiunge Zanotelli - attraverso contributi straordinari per progetti di riorganizzazione aziendale, di riconversione produttiva, per la messa in sicurezza, a sostegno della digitalizzazione e per lo sviluppo di piattaforme". Si prevedono aiuti a fondo perduto, mentre le imprese agrituristiche e quelle eno-turistiche per il 2020 possono effettuare l'attività di somministrazione pasti e bevande tipici e quella di degustazione in modalità consegne a domicilio

 

Per favorire poi il distanziamento sociale, sempre per quest'anno, è prevista per questa imprese la possibilità di ampliare la dislocazione dei posti tavola autorizzati con procedure semplificate. La Provincia intende poi favorire la collaborazione tra aziende per produrre innovazione di prodotto e processo, ma anche per accedere ai mercati internazionali.

 

"Un elemento innovativo: il fondo sviluppo dell'agricoltura trentina con società partecipate e privati per implementare processi di innovazione e prodotto. C'è anche l'attivazione di un bando a sostegno di progetti per l'innovazione". Si punta molto sulla piattaforma tecnologica (Qui articolo) e una campagna di sensibilizzazione per acquistare prodotti agricoli e artigianali del Trentino. 

 

Nessun progresso apparente sulla carenza di manodopera in agricoltura, avviati i contatti con la ministra Teresa Bellanova ("La partita dei voucher - dice Zanotelli - è competenza del governo e non della Pat, così come aprire i canali con gli altri Stati") e si ripropone intanto la lista territoriale di disoccupati e studenti. Si ipotizza di togliere l'assegno unico per quelle persone che rifiutano di rispondere "presente" alla chiamata in campagna.

 

Capitolo turismo, artigianato e commercio. Vengono previsti contributi straordinari (anche mediante compensazione fiscale) per sostenere i costi derivanti da implementazione delle misure di sicurezza sui luoghi di lavoro. Semplificazione delle pratiche di occupazione temporanea di suolo pubblico per ampliare lo spazio destinato ai clienti degli esercizi pubblici. 

 

"Abbiamo 14 tavoli, caso unico in Italia, tra economia e sanità - prosegue l'assessore Roberto Failoni - per dare risposte concrete a ogni categoria economica e riaprire le attività. Si deve però attendere ancora 1 settimana o 10 giorni per le direttive per mettere in sicurezza le aziende. Molti aspetti sono tecnici e cercheremo di essere più chiari nei prossimi giorni". 

 

Vengono introdotte deroghe urbanistiche a autorizzate fino al 31.12.2021 per la realizzazione di opere precarie, come tettoie, nei rifugi alpini e escursionistici. Nel rispetto delle norme igenico-sanitarie è stata tolta la richiesta di autorizzazione per la somministrazione di alimenti e bevande o assaggi a titolo gratuito. "E' stata totalmente rivista l'obbligatorietà di richiedere il visto per corrispondenza in occasione di interventi migliorativi/adeguativi negli alberghi". Una specie di liberalizzazione anche in questi casi, poi però la sostenibilità dei controlli sono tutti da verificare. 

 

La stagione estiva? Ancora non ci sono certezze di risorse e data di partenza per avviare la promozione. "La Trentino Marketing è una macchina da guerra prontissima - continua Failoni - ma è ancora prematuro. Ci coordiniamo tra assessorato, società e Apt per la strategia. In prima battuta ci potrebbe essere l'apertura solo del mercato italiano, anche se ci sono aperture da Austria e Germania. Però aspettiamo che cali questa emergenza".

 

Capitolo scuola e cultura. Non c'è ancora chiarezza sulle tempistiche del comparto. "Conversione dei servizi socio-assistenziali, educativi e scolastici - commenta l'assessore Mirko Bisesti - sospesi per l'epidemia e reimpiego del personale addetto a questi servizi. Integrazione del finanziamento per soggetti privati affidatari o finanziati a qualunque titolo per lo svolgimento di interventi socio-assistenziali e di attività di volontariato sociale, che hanno incrementato l'attività per l'emergenza". 

 

C'è anche l'inclusione per gli operatori del settore cultura delle misure di sostegno economico previste per le imprese in questo disegno di legge. "Questa previsione è specifica anche per sostenere le realtà culturali riconosciuti come enti no profit ma che operano con qualità e impegno generando ricchezza nel contesto territoriale trentino".  In materia scuola ci si allinea con il nazionale e si prorogano di un anno le graduatorie di istituto del personale docente in scadenza al 31 agosto 2020 in analogia con quanto previsto dallo Stato.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 ottobre - 16:03

Si tratta di una coppia, tutti i colleghi sono stati sottoposti a tampone al laboratorio dell'Azienda sanitaria e sono risultati negativi. La Mach: ''E' la dimostrazione dell’efficacia dei protocolli antiCovid 19 adottati" ed interviene anche il direttore dell'Apss che ha precisato come il contagio non possa essere avvenuto all’interno dei luoghi di lavoro

22 ottobre - 16:05

E' indubitabile il fatto che la scelta a Trento faccia storia. Ma è altrettanto indubitabile il rischio di inciampare nella retorica etnica per pubblicizzare un inedito istituzionale che è rilevante solo se non lo si considera “anormale”. La laurea, il dottorato, i traguardi raggiunti nelle conoscenze di sociologia, economia e finanza, le lingue parlate e il percorso in Trentino

22 ottobre - 13:19

Una proposta semplice quanto efficace che permetterebbe agli esercenti di ''salvare'' la stagione come avvenuto in estate tra plateatici allargati e tavolini all'aperto. Con il freddo si dovrebbe, altrimenti, tornare al chiuso ma tra regole sul distanziamento e la paura del ritorno del Covid-19 il rischio che gli spazi coperti restino semi-vuoti appare molto concreto

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato