Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, Zanella contro la Giunta: “Invece di chiedere un allentamento delle misure sarebbe il caso di potenziarle”

Futura porta in Consiglio due proposte per accelerare l’assunzione di personale sanitario e dotare infermieri e Oss di adeguate protezioni. Zanella: “Oggi nei reparti ‘non Covid’ il personale adotta solo le normali precauzioni come igiene delle mani e mascherina chirurgica, ma poi vediamo esplodere focolai nei reparti”

Di Tiziano Grottolo - 16 dicembre 2020 - 11:12

TRENTO. “Qua c’è speculazione ottusa da parte delle minoranze sui morti”, così il consigliere provinciale della Lega Roberto Paccher ha puntato il dito contro le minoranze “colpevoli” di chiedere trasparenza sui dati dei reali contagi avvenuti in Provincia. Le repliche ovviamente non si sono fatte attendere, “profondamente offensivo” e assolutamente inaccettabile” sono le parole scelte dal consigliere provinciale di Futura Paolo Zanella per commentare la vicenda.

 

“Non si può continuare a trincerarsi dietro al fatto che il Ministero non abbia mai chiesto, e ancora oggi non utilizzi nel calcolo degli indici, i dati sui tamponi antigenici”, dice Zanella. “Un’autonomia seria – prosegue il consigliere di Futura – è quella che a fronte dei dati reali, cioè a quelli completamente fuori scala sull’occupazione di posti letto negli ospedali, in rianimazione e sui decessi si fa carico della questione e si interroga per il bene della comunità sulle soluzioni più opportune da adottare. Invece di contrapporsi al Governo per chiedere un allentamento delle misure, forse avrebbe avuto più senso adoperarsi per potenziarle”.

 

La richiesta peraltro non arriva solo da Futura, ma quasi tutti i consiglieri di opposizione insistono affinché la Giunta renda pubblici i dati sui contagi della seconda ondata. “Inutile che il consigliere Paccher accusi le minoranze di non essere propositive – afferma Zanella – perché chiedere i dati serve proprio per proporre soluzioni rapidi ed efficaci”.

 

Ad ogni modo, al netto dello scambio di battute fra maggioranza e opposizioni, Futura ha portato in Consiglio due proposte. Con la prima si chiede di accelerare l’assunzione di personale sanitario e assistenziale per far fronte alla fase emergenziale, “perché gli operatori sono allo stremo – spiega il consigliere – continuano ad ammalarsi e sono troppo pochi per far fronte adeguatamente ai grandi numeri che stanno gestendo”. Con la seconda invece, si vorrebbe introdurre l’utilizzo dei filtranti facciali da parte di tutto il personale sanitario, “perché oggi nei reparti ‘non Covid’ il personale adotta solo le precauzioni in uso nella popolazione generale, quindi igiene delle mani e mascherina chirurgica, e poi vediamo esplodere focolai nei reparti ospedalieri”.

 

Insomma le proposte ci sono ma spesso, lamentano dall’opposizione, manca la volontà di ascoltarle. “Forse – incalza Zanella – non si è ancora compresa la gravità della situazione. Altrimenti si cercherebbe di correre ai ripari. La Germania chiude tutto. E così anche l’Olanda. Tutti siamo consapevoli della grave situazione in cui versa il sistema socio economico, che deve essere sostenuto in ogni modo, ma forse in questo momento le priorità sono purtroppo altre, d’altronde si tratta pur sempre della vita e della salute delle persone”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
16 settembre - 20:13
Trovati 26 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 19 guarigioni. Sono 20 i pazienti in ospedale, di cui 1 ricoverato in [...]
Economia
16 settembre - 20:55
Dopo le parole del rettore Flavio Deflorian ora è stata  spedita al presidente della Provincia di Trento una lettera aperta in cui si [...]
Cronaca
16 settembre - 20:26
I dati pubblicati da Fondazione Gimbe confermano l'efficacia dei vaccini nel ridurre decessi (96,3%), ricoveri ordinari (93,4%) e in terapia [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato