Contenuto sponsorizzato

Docenti precari contro la ministra all’istruzione: “Siamo amareggiati i nuovi concorsi non tengono conto della nostra condizione”

I docenti precari della scuola chiedono l’intervento di Fugatti per bandire un concorso per soli titoli: “Siamo circa 500 insegnanti con famiglie, figli e parenti chiediamo di essere stabilizzati”

Foto d'archivio
Di Tiziano Grottolo - 12 ottobre 2020 - 10:59

TRENTO. Sono circa 500 i docenti, precari storici, della Provincia di Trento, che hanno deciso di scrivere una lettera al presidente Maurizio Fugatti.“Siamo amareggiati – spiegano – per la decisione presa in questi giorni dalla ministra all’istruzione Lucia Azzolina, che non ha minimamente tenuto conto delle nostre esigenze per quanto riguarda i concorsi scuola già banditi e per come la Giunta trentina si sta comportando di conseguenza”.

 

L’oggetto del contendere è il concorso straordinario bandito a livello nazionale e accolto anche dalla giunta trentina (nonostante a Roma la Lega si opponga) che prevede l’assunzione a tempo indeterminato di nuovi insegnanti ma, come lamentano alcuni docenti che già insegnano, senza prima prevedere una stabilizzazione per i precari storici (QUI articolo).

 

I docenti trentini, ma nella loro condizione ce ne sono centinaia in tutta Italia, parlano di un accanimento nei loro confronti e chiedono un concorso basato solo su titoli e servizio, che valuti le competenze acquisite sul campo, durante gli anni di lavoro, tra i banchi di scuola. Per questo i docenti hanno scritto una lettera a Fugatti per chiedere, in virtù dell’autonomia trentina, di bandire subito un concorso per soli titoli e servizio in modo da risolvere un annoso problema. I docenti, il prossimo mercoledì 14 ottobre, ci sarà una protesta davanti alla prefettura di Trento assieme ai sindacati.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 gennaio - 10:59

Numeri del contagio in aumento in Alto Adige, dove nelle ultime 24 ore i nuovi positivi sono 175, a fronte di un indice contagi/tamponi salito all'8,64%. Due i decessi, che portano il bilancio da inizio pandemia a 811, 517 solamente da settembre. Crescono ricoveri e terapie intensive

18 gennaio - 05:01

L'ex rettore ha analizzato i dati contenuti negli indicatori dei report settimanali dell'Iss e ha scoperto che nella settimana conclusa lo scorso 10 gennaio, su 1471 "nuovi" contagi segnalati in Trentino, solo 624 si riferivano alla settimana considerata e ben 847 erano casi arretrati segnalati con grande ritardo. In questo modo verificando molto tardi gli antigenici con i molecolari, se risultano negativi spariscono dalle statistiche se risultano positivi non entrano nel conteggio della settimana corrente perché classificati "arretrati"

18 gennaio - 08:34

Con Renzi non viene solo espulsa la componente più avanzata del riformismo di sinistra ma si sancisce l’asse strutturale tra Pd e 5stelle il cui unico vero avversario era appunto Matteo Renzi

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato