Contenuto sponsorizzato

Scuole d’infanzia aperte a luglio, la rabbia delle insegnanti: "Ora tocca difendere la nostra scuola da chi la baratta per un voto, per notorietà, per smania di potere"

"Questo è ciò che fa chi comanda e non chi governa. Non ci resta che attendere l’ennesimo colpo di scena di una giunta che pare avanzare come un bulldozer in molti campi della cultura". La lettera scritta da tre insegnanti della scuola dell'infanzia di Rallo "Il nuovo germoglio"

Di L.B. - 13 May 2021 - 10:31

TRENTO. “Ora tocca difendere la “nostra” scuola da chi la baratta per un voto, per notorietà, per smania di potere”. Continua il dibattito, ormai a senso unico, sulla decisione presa dalla Giunta provinciale che prevede l’apertura delle scuole d’infanzia anche durante il mese di luglio. Una scelta fortemente contestata dell’intero sistema educativo delle scuole d’infanzia del Trentino, come testimoniato anche dal flashmob degli insegnanti tenutosi a Trento lo scorso 1 maggio (qui articolo).

 

Ad aggiungersi alle molte lettere di dissenso scritte dalle scuole del territorio in questi mesi, ora c’è quella scritta da quattro insegnanti della scuola dell’infanzia “Il Nuovo Germoglio” di Rallo. “Non siamo mai state informate di nulla, tutto arriva tramite social, conferenze stampa, articoli di giornale. Tutti sanno cosa dire e cosa è meglio per noi”, si legge.

 

Assenza di dialogo. Questo il problema principale e la mancanza rivendicata dagli insegnanti. Un dialogo che in questa delicata fase non c’è stato e sembra proprio non ci sarà. “Pochi colgono il rischio di omologazione, di idea di famiglie che devono essere tutte uguali, uniformate, controllate, ubbidienti. Questo preoccupa. Questo è ciò che fa chi comanda e non chi governa”.

 

Non ci resta che attendere l’ennesimo colpo di scena di una giunta che pare avanzare come un bulldozer in molti campi della cultura”.

 

Qui di seguito la lettera completa:

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
07 agosto - 20:26
L'assessore del capoluogo bolzanino Stefano Fattor spiega a il Dolomiti qual è il reale impatto, in termini di immissioni, dell'impianto sulla [...]
Cronaca
07 agosto - 20:46
La produzione tardiva delle ciliegie di montagna arrivava in un momento dell’anno in cui le altre ciliegie erano praticamente esaurite. Questo [...]
Cronaca
07 agosto - 19:41
Si va verso la completa normalizzazione in val di Fassa a seguito del violentissimo nubifragio di venerdì. Continuano le operazioni di messa in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato