Contenuto sponsorizzato

''La nostra professionalità non viene riconosciuta. Siamo amareggiate. E la Sovrintendente cosa ne pensa?'', le insegnanti sull'apertura a luglio

Il tema è quello dell'apertura delle scuole dell'infanzia a luglio. Una scelta fortemente contestata dell’intero sistema educativo, come testimoniato anche dal flashmob degli insegnanti organizzato a Trento a maggio. Le insegnanti chiedono alla sovrintendente di prendere una posizione. Sono molte le lettere inviate alla Provincia

Di Luca Andreazza - 13 maggio 2021 - 19:36

TRENTO. "Non siamo state in alcun modo e in nessuna misura coinvolte nel processo decisionale: la nostra professionalità non viene valorizzata e riconosciuta". Così un gruppo di insegnanti delle Scuole provinciali dell’infanzia in una lettera indirizzata alla sovrintendente Viviana Sbardella. "Diventa sempre più difficile continuare a offrire un servizio di qualità". 

 

Il tema è quello dell'apertura delle scuole dell'infanzia a luglio. Una scelta fortemente contestata dell’intero sistema educativo, come testimoniato anche dal flashmob degli insegnanti organizzato a Trento a maggio (Qui articolo). Le insegnanti chiedono alla sovrintendente di prendere una posizione. Sono molte le lettere inviate alla Provincia (Qui articolo).

 

"Il Consiglio del sistema scolastico provinciale, il Garante dei minori e la Federazione provinciale scuole materne hanno espresso importanti riserve, per non dire netta contrarietà, all’intenzione della Giunta provinciale di mantenere aperte le scuole dell’infanzia nel mese di luglio. Scriviamo questa lettera aperta per conoscere anche la sua posizione in merito".

 

Sono diversi i punti che lasciano le insegnanti "amareggiate" e "preoccupate" per le conseguenze, anche nel breve periodo di questa decisione. "Gli ultimi due anni sono stati difficili per tutti, e lo sono stati anche per noi maestre della scuola dell’infanzia, per motivi che la Sovrintendenza conosce bene. Questa decisione richiede un'attenta valutazione pedagogica. La nostra impressione è che si stia assumendo una prospettiva unilaterale e semplicistica su una questione poliedrica, complessa e delicata".

 

Qui di seguito la lettera completa:

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
07 agosto - 20:26
L'assessore del capoluogo bolzanino Stefano Fattor spiega a il Dolomiti qual è il reale impatto, in termini di immissioni, dell'impianto sulla [...]
Cronaca
07 agosto - 20:46
La produzione tardiva delle ciliegie di montagna arrivava in un momento dell’anno in cui le altre ciliegie erano praticamente esaurite. Questo [...]
Cronaca
07 agosto - 19:41
Si va verso la completa normalizzazione in val di Fassa a seguito del violentissimo nubifragio di venerdì. Continuano le operazioni di messa in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato