Contenuto sponsorizzato

Elezioni in Veneto, prima proiezione: Zaia al 73,50%. La ministra Lamorgese: ''Garantito il voto a tutti gli italiani"

La prima proiezione sul 5% Lorenzoni sostenuto dal centrosinistra si ferma a circa il 16%. Ci sono state circa 3097 richieste di poter votare da casa per coloro che erano in trattamento domiciliare, in quarantena o isolamento fiduciario

Pubblicato il - 21 settembre 2020 - 17:13

VENEZIA. Sembra ormai scontata la riconferma del presidente del Veneto Luca Zaia. L'affluenza finale è di circa il 61% con quattro punti percentuali rispetto al risultato delle scorse regionali (57). Padova è stata la provincia con il maggior numero di elettori che si sono portati ai seggi seguita da Verona, Venezia e Vicenza. 

 

Per quanto riguarda le prime proiezioni (Swg) che riguardano il 5% (errore statistico dell'1,78%)  Luca Zaia sostenuto dal centrodestra è al 73,50% mentre Arturo Lorenzoni sostenuto del centrosinistra 16,70%. Il Movimento 5 Stelle, Enrico Cappelletti è al 4,20%

 

Si tratta della prima proiezione e stanno proseguendo gli scrutini. 

 

Intanto da Roma la ministra dell'Interno Lamorgese è intervenuta sull'andamento corretto della votazione. “Queste elezioni sono state particolarmente complesse – ha affermato davanti ai giornalisti – ma la macchina dello Stato è andata avanti. E' stata una prova impegnativa per tutti noi”. 

 

Ci sono state circa 3097 richieste di poter votare da casa per coloro che erano in trattamento domiciliare, in quarantena o isolamento fiduciario.  “Lo sforzo è stato capillare – ha concluso la ministra – abbiamo garantito il diritto di voto a tutti gli italiani. E' stato un grande servizio al Paese”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 ottobre - 13:55

Il vicepresidente della provincia di Bolzano ha fatto l'annuncio sui social. E pensare che in Trentino il primo cittadino del capoluogo è stato attaccato proprio dalla Giunta provinciale per la scelta presa ieri. Per Failoni ''danno enorme per l'economia della città di Trento e per l'immagine dell'intero Trentino''

19 ottobre - 21:19

C'è tempo fino a domenica 15 novembre per inviare le proprie fotografie. I punti forti nella selezione degli scatti sono creatività, originalità, qualità della fotografia e aderenza al tema. Mediocredito: "E' sufficiente munirsi di smartphone e tablet. Le immagini poi vengono giudicate da una commissione di esperti"

20 ottobre - 09:55

Un uomo 66enne alla guida della sua Alfa Romeo si è schiantato contro un muretto a Bardolino. Perso il controllo del mezzo, ha sbandato e si è scontrato contro una recinzione, rimanendo incastrato. Sul luogo i vigili del fuoco lo hanno estratto con le pinze idrauliche, consegnandolo poi alle cure dei medici

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato