Contenuto sponsorizzato

Il "Forum trentino per la pace" appoggia il Patt contro il linguaggio ostile: "Ci mettiamo a disposizione di Giunta e Consiglio Provinciale per raggiungere l'obiettivo"

Il presidente di "Forum trentino per la pace e i diritti umani", Massimiliano Pilati: "I discorsi d'odio sono sempre più diffusi e sono molto gravi anche perché spesso colpiscono e offendono le fasce più deboli della nostra società, contribuendo ad alimentare e diffondere forme di discriminazione di genere e odio etnico o religioso"

Pubblicato il - 28 febbraio 2020 - 13:30

TRENTO. Il "Forum trentino per la pace e i diritti umani" si complimenta con il Patt per la mozione, con primo firmatario Ugo Rossi, depositata in Consiglio Provinciale il 26 febbraio scorso di adesione al “Manifesto per la comunicazione non ostile”. Visto il crescente “clima allarmante di ostilità verbale", il partito ha deciso di avanzare questa importante proposta con l'intento di bloccare il "crescendo di aggressività diffusa e inaccettabile violenza di termini e concetti espressi, senza distinzione di colore o partito”. 

 

Se approvata, impegnerebbe la Giunta Provinciale a sottoscrivere il manifesto e a incentivare l’adesione alla campagna #cambiostile; a promuovere iniziative specifiche volte a sensibilizzare politici ed elettori ad un uso corretto della comunicazione e a un’ampia responsabilizzazione rispetto a quanto si dice o si scrive, ma anche a quanto si condivide online; in ultimo, a impegnarsi a divulgarne il contenuto sul territorio, consapevole della necessità di riportare a un uso corretto del significato delle parole per lo sviluppo di una comunità educante.

 

“Dallo scorso anno – scrive il Presidente Massimiliano Pilati - il tema dei “discorsi d'odioè infatti tra i principali canali di lavoro del forum, tanto da proporre un corso laboratoriale sulla comunicazione non ostile dal titolo “(S)Cambiare Opinioni. Disinnescare l’odio online” svoltosi mercoledì 17 luglio con l'adesione della Presidenza del Consiglio Provinciale”.

 

Durante tale incontro era stato presentato e proposto di sottoscrivere anche il Manifesto per la comunicazione non ostile, una carta che elenca dieci principi di stile utili a migliorare lo stile e il comportamento di chi sta in Rete, un impegno di responsabilità condivisa che mira a favorire comportamenti rispettosi e civili.

 

"L'intento di continuare a lavorare su questi temi - continua - è stato da noi rinnovato nell'Assemblea Programmatica del Forum dello scorso 19 febbraio ed è stato anche presentato al Presidente della Giunta Provinciale Maurizio Fugatti in un recente incontro, mettendoci a disposizione della Giunta per organizzare momenti seminariali e di confronto pensati anche per i dipendenti provinciali".

 

"Recentemente abbiamo anche tenuto, sempre in collaborazione con il Centro per la Cooperazione Internazionale, un laboratorio di comunicazione nonviolenta durante un'assemblea di Istituto del Liceo Artistico di Trento. Lo scorso anno abbiamo inoltre partecipato con una serie di altre realtà trentine, alla stesura di un progetto europeo per la creazione di uno sportello contro le discriminazioni sottoscritto dallo stesso Presidente Kaswalder".

 

"Riteniamo quindi quanto mai importante che il nostro Consiglio Provinciale si occupi di queste tematiche: i discorsi d'odio sono sempre più diffusi e sono molto gravi anche perché spesso colpiscono e offendono le fasce più deboli della nostra società, contribuendo ad alimentare e diffondere forme di discriminazione di genere e odio etnico o religioso", conclude.

 

Il Forum della Pace è un organismo incardinato sul Consiglio Provinciale che ha tra le mission definite dalla sua legge istitutiva, tra le altre, quella di essere “consulente” sulle tematiche di sua pertinenza della Giunta e del Consiglio Provinciale. Per questo si è sentito in dovere di mettere a disposizione le proprie conoscenze e capacità acquisite rispetto agli argomenti oggetto della mozione. 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 marzo 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 aprile - 06:51

Sono anche tanti i professionisti ormai in pensione che hanno deciso di tornare tra le corsie d'ospedale per far fronte all'emergenza. Tra questi c'è Marina Cologna, in pensione da due anni ma che lunedì tornerà al Santa Chaira ed era nella commissione di laurea dei nuovi infermieri: "Trovo sia il minimo quello di mettermi a disposizione per alleggerire il carico ai colleghi che lavorano 13 ore al giorno. Mi impegnerò per dare tutto il mio contributo come faranno i neolaureati e come fanno gli infermieri che ogni giorno sono in trincea"

02 aprile - 18:01

L'arcivescovo Lauro tornerà in cattedrale per guidare, alle 15, la meditazione sulla Passione, come accaduto dall’inizio dell’emergenza Coronavirus. Domani sera i giovani collegati via web guideranno la via Crucis cittadina

03 aprile - 10:25

L'allarme è stato lanciato ieri sera e sul posto si sono portati i vigili del fuoco arrivati da diverse zone della provincia di Vicenza e dal veronese. Non si conoscono al momento le cause

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato