Contenuto sponsorizzato

L'interrogazione: ''Fugatti usa la sua figura istituzionale per fare propaganda per la Lega usando crossposting e simbolo Pat? E il social media chi lo paga?''

Manica e Zeni hanno depositato un'articolata interrogazione dove si chiede conto di quanto sta accadendo da quando è scoppiata la pandemia con video istituzionali delle dirette della Pat caricate direttamente dalla pagina da Fugatti e quindi della Lega Salvini Trentino: ''Si considera opportuno sfruttare l’emergenza covid-19, che tante vittime ha fatto nella nostra provincia, per confezionare video propagandistici sulla pagina ufficiale del presidente della Provincia''

Di Luca Pianesi - 25 maggio 2020 - 19:12

TRENTO. ''In sintesi Fugatti usa il suo appeal di figura istituzionale per trainare la pagina Facebook del suo partito, che in tal modo moltiplica la sua visibilità direttamente e facendola comparire molto più sui diari dei cittadini trentini. Infatti in questo modo i video che pubblica la Lega Salvini risultano fintamente ‘in diretta’ e quindi hanno più visibilità, anche perché di solito i follower della pagina che sta ‘trasmettendo in diretta’ ricevono un avviso e sono portati ad andare a visualizzare il video in questione''. Tra simboli della Pat usati in maniera poco trasparente, gruppi Facebook cittadini invasi da post di assessori e consiglieri provinciali e crossposting le difficoltà della Lega di governo in Trentino sono sempre più evidenti.

 

Il presidente della Provincia Fugatti si sta affidando a tutto il ''fuoco'' possibile in termini di social per cercare di riguadagnare popolarità, tenendosi ben lontano da confronti e contraddittori, dopo il disastro nella gestione dell'emergenza coronavirus in Trentino e le decine di videoconferenze pubbliche che hanno messo a nudo le enormi difficoltà anche solo ad esprimersi correttamente da parte non solo del Presidente ma anche di diversi assessori (prima fra tutti l'assessora alla sanità Segnana che più di una volta ha detto il contrario di quanto doveva spiegare e anche con la conta dei numeri spesso si generavano confusione e ambiguità). La questione, però, ora arriva in consiglio provinciale con un'interrogazione a doppia firma Zeni, Manica.

 

L'utilizzo del simbolo ufficiale della Pat, infatti, per scopi personali e politici è vietato e il presidente, sui suoi canali social, ha creato immagini bordate con tanto di appelli anche contro il Governo (alcune ai limiti dell'insulto come quella qui sotto, che accusa lo Stato, in qualche modo, di mentire, non si capisce bene e perché, quando da tempo è la Pat che non sta certo brillando per la gestione anche dei numeri legati al contagio) corredandole con il simbolo della Provincia parlando, quindi, indirettamente, a nome di tutti i cittadini trentini.

 

Poi c'è il fenomeno del crossposting. Che cos'è? Traducibile con invio multiplo, indica l'inserimento dello stesso messaggio su più pagine Facebook. Un esempio è quello qui sotto. Gli assessori Gottardi e Zanotelli condividono nello stesso istante lo stesso messaggio propagandistico assieme anche alla pagina Lega Salvini Trentino partito, almeno stando ai minuti, pochi istanti prima sempre dalla pagina del presidente Fugatti. 

 

 

 

''Il crossposting - spiegano i due consiglieri del Pd - oggi permette di pubblicare un contenuto su più pagine, come se fosse contenuto “originale” di ogni pagina che lo pubblica e non come condivisione (quindi con una chiara gerarchia tra chi è l’autore del post e chi lo condivide). Per fare ciò occorre che la pagina ‘sorgente’ autorizzi la/le pagine che ne fanno richiesta a fare crossposting del suo video, e a loro volta le pagine in questione devono ‘dare il permesso’ alla pagina sorgente di trasmettere il suo video anche tramite le loro pagine. Si tratta quindi di un’operazione complessa che non può svolgersi senza l’esplicito consenso di entrambe le parti: non è una cosa che può accadere ‘per caso’. Nelle scorse settimane la pagina della Lega Salvini ha trasmesso - e continua a trasmettere - sotto forma di ‘video in diretta’ originali, spezzoni delle dirette del Presidente Fugatti abilmente elaborati ai fini della propaganda di partito''.

 

 

''Questi video non sono però contenuti originali della pagina Lega Salvini Trentino, ma video trasmessi tramite crossposting con la pagina ‘sorgente’, che è quella del Presidente della Provincia Fugatti, il suo profilo ufficiale: è quindi il social media manager di Fugatti che ha creato materialmente quei video tagliando e montando pezzi delle conferenze stampa di Fugatti. Ecco una prima questione: un conto sono le conferenze stampa, che sono una comunicazione istituzionale, dove l’impiego del simbolo della Provincia è giustificato, un altro conto è l’utilizzo di questi filmati istituzionali per la creazione di video propagandistici dove l’impiego dello stesso simbolo è più difficilmente giustificabile; video che poi finiscono per diventare armi di propaganda di un singolo partito, che le utilizza direttamente, come fossero suoi contenuti originali, per le sue dirette ‘fittizie’''.

 

Invece con il crossposting i video di Fugatti vengono mandati in diretta dalla pagina facebook della Lega come fossero contenuti suoi, originali, creati da lei, non si vede chi è la pagina ‘sorgente’ che li ha creati. Addirittura la stessa cosa sembra succedere per i video ufficiali della Provincia che trasmettono la diretta sugli aggiornamenti da coronavirus. Lui risulta essere a sua volta in ''diretta'' sulla sua pagina Facebook e i ''suoi'' (consiglieri e assessori) condividono la sua diretta e non quella della Provincia facendo ''vincere'' la pagina Facebook del Presidente rispetto a quella della Pat in termini di visualizzazioni. E lo stesso video ufficiale della Pat, con il crossposting, viene rilanciato sulla pagina Facebook della Lega Salvini Trentino.

 

''Attraverso il crossposting il Presidente Fugatti ‘regala’ questi numeri altissimi di contatti e visualizzazioni dei suoi video (parliamo di oltre 20.000 persone) alla pagina della Lega - spiegano Manica e Zeni -. Che ovviamente ne beneficia grandemente: infatti, se Facebook nota che una pagina ‘tira’ molto la premia e la privilegia nelle visualizzazioni facendola comparire più spesso sui diari Facebook delle persone perché la percepisce come una pagina che ‘piace’. In sintesi Fugatti usa il suo appeal di figura istituzionale per trainare la pagina Facebook del suo partito, che in tal modo moltiplica la sua visibilità direttamente e facendola comparire molto più sui diari dei cittadini trentini. Infatti in questo modo i video che pubblica la Lega Salvini risultano fintamente ‘in diretta’ e quindi hanno più visibilità, anche perché di solito i follower della pagina che sta ‘trasmettendo in diretta’ ricevono un avviso e sono portati ad andare a visualizzare il video in questione.

 

E da qui l'interrogazione anche per capire se tutta la Giunta sia al lavoro più per i trentini o più per recuperare consenso utilizzando i canali social in maniera organizzata forse con gli stessi social manager.

 

''Tutto ciò premesso - concludono nell'atto ufficiale i due consiglieri del Pd - interrogo il presidente della Provincia per sapere: se consideri legittima la creazione di materiale propagandistico per la pagina Facebook ufficiale del presidente Fugatti tramite l’elaborazione di filmati ufficiali della Provincia Autonoma di Trento e se sia stato autorizzato all’impiego del simbolo della Provincia Autonoma di Trento per tali fini; se si consideri opportuno sfruttare l’emergenza covid-19, che tante vittime ha fatto nella nostra provincia, per confezionare video propagandistici sulla pagina ufficiale del presidente della Provincia, che enfatizzano alcuni risultati positivi parziali e omettono quelli negativi e critici; se conferma l’utilizzo della tecnica del crossposting tra la pagina ufficiale del presidente Fugatti e quella del partito Lega Salvini per il Trentino; se consideri legittimo la trasmissione in diretta su una pagina di partito di video propagandistici tratti da filmati ufficiali della Provincia autonoma di Trento, con il simbolo della Provincia, ed in caso di risposta affermativa, in base a quali disposizioni normative; se il social media manager che gestisce la pagina ufficiale su facebook del Presidente Fugatti sia lo stesso che gestisce la pagina del partito Lega Salvini per il Trentino, chi sia, e se viene pagato, anche parzialmente, con risorse pubbliche''. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 02 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 luglio - 06:01

Dei Comuni con oltre 10mila abitanti solo Riva del Garda e Arco rientrano nella graduatoria di Failoni (ma con coefficienti molto bassi). Fra i territori “ad elevata intensità turistica” anche cinque Comuni con meno di 300 residenti. Pattini: “Tione con una manciata di camere d’albergo è diventata città turistica mentre Trento con oltre 1,2 milioni di presenze no, questi sono i miracoli di Fugatti”

03 luglio - 18:34

Nuova ordinanza del presidente del Trentino che allenta ulteriormente le restrizioni anche per lo sport e l'accesso al cibo in mense e strutture turistiche. Ecco quali sono le regole da rispettare

03 luglio - 18:51

Oltre ai 5 nuovi positivi che fanno parte degli 8 legati alla festa della comunità kosovara del 21 giugno c'è un altro positivo nell'aggiornamento quotidiano dei dati dell'Apss

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato