Contenuto sponsorizzato

Nel pieno dell’emergenza coronavirus Fugatti modifica (segretandolo) il regolamento della Giunta. Degasperi: “Cosa nascondono le delibere segrete?”

La denuncia arriva dal consigliere provinciale Filippo Degasperi: “Lascia perplessi il fatto che due delibere di recente approvazione risultano segretate sotto la laconica dicitura “documento riservato” senza nemmeno l’indicazione dell’oggetto”

Di Tiziano Grottolo - 27 March 2020 - 18:28

TRENTO. Stando ai dati ufficiali il primo caso di coronavirus in Italia risale al 21 febbraio, in Trentino la prima persona positiva è stata scoperta il 2 marzo, il 12 marzo la prima vittima fino alla situazione odierna: i positivi hanno raggiunto quota 2.236 mentre le vittime sono 102.

 

Come ben sappiamo la gestione dell’emergenza, che ormai dura da molte settimane, assorbe gran parte delle energie politiche della Giunta che però, almeno stando a quanto riferito dal consigliere provinciale Filippo Degasperi, ha trovato il tempo di modificare il suo stesso regolamento interno.

 

Il problema è che non è possibile conoscere quali siano le modifiche, effettuate proprio nel bel mezzo dell’emergenza mentre la maggior parte delle persone è distratta da altri pensieri e la stessa politica ha altro a cui badare, per il semplice fatto che sono state segretate.

 

L’ultima volta che il regolamento interno della Giunta provinciale venne modificato correva l’anno 2016 e alla guida della Pat c’era ancora Ugo Rossi, a quanto pare l’atto è rimasto in vigore fino al 9 marzo 2020, data in cui, stando alla delibera numero 295 e alla successiva numero 386 del 20 marzo 2020, sarebbe stato modificato.

 

“Le modifiche sono naturalmente legittime – sottolinea Degasperi – ma a lasciare perplessi è che entrambi gli atti risultano segretati sotto la laconica dicitura ‘documento riservato’ senza nemmeno l’indicazione dell’oggetto, se non il paradossale riferimento all’Unità di missione strategica dedicata alla Trasparenza”.

 

Alla luce di questi fatti il consigliere ha deciso di presentare un’interrogazione per conoscere la natura delle modifiche, ma anche quali ragioni hanno motivato la scelta di segretare i documenti. “Come si concilia la segretezza delle decisioni – l’affondo di Degasperi – con il principio di trasparenza e di vicinanza alla gente sempre sbandierato, ma poco praticato dalla giunta leghista”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 January - 05:01

In una conferenza stampa a senso unico, come al solito, dove è impossibile interloquire e quindi riuscire a capire davvero qualcosa i due vertici dell'Apss hanno provato a spiegare la situazione alla luce dei dati completi mostrati da il Dolomiti in questo grafico dell'Apss. Tra le motivazioni dei troppi decessi il fatto che la popolazione trentina è particolarmente anziana. In valore assoluto, però, l'Alto Adige lo è ancora di più (il 15,6% della popolazione rispetto al 14,1% del Trentino di over 65) quindi quei 350 decessi in più non si spiegano

27 January - 22:12

In particolare nel mese di novembre il Trentino è stato travolto dal contagio, ma solo una parte parziale dei dati è stato comunicato ufficialmente. L'ex rettore Bassi: " Per due mesi ci hanno raccontato che 'gli ospedali si erano riempiti perché i trentini ultra settantenni erano un po' troppo scapestrati e invece di starsene a casa, andavano in giro e si contagiavano'. Una bugia, purtroppo una delle tante"

28 January - 08:24

Le ricerche fatte nell'Adige al momento non hanno portato ad alcuna novità. Intanto sono spuntati dei testimoni sul tentativo del figlio di recarsi in un autolavaggio per lavare l'auto ma è stato fermato dai carabinieri 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato