Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, Kurz: ''Lockdown solo per i non vaccinati se la curva risale. Il vaccino è la via per il ritorno alla normalità''

Il cancelliere austriaco su Orf ha spiegato quali saranno le linee guida della sua politica in autunno contro il Covid. Pieno sostegno alla campagna vaccinale (che va a rilento con il 59,2% della popolazione vaccinata, dati simili a quelli dell'Alto Adige e distanti dalla media italiana) e pronti con la terza dose se servirà

Di Luca Pianesi - 07 September 2021 - 12:36

VIENNA. L'Austria è pronta, in caso di risalita del contagio, a nuovi lockdown ma solo per le persone non vaccinate. Lo ha annunciato il cancelliere Sebastian Kurz durante la trasmissione ''Sommergespräche'' sul canale Orf. La notizia è di quelle importanti perché, come noto, l'Austria ha spesso rappresentato una fonte di ispirazione soprattutto per il vicino Alto Adige nella gestione della pandemia, vista anche la vicinanza fisica dei sue territori e visto quanto questa pandemia non tenga conto di confini e frontiere. 

 

La campagna di vaccinazione austriaca, tra l'altro, non sta brillando proprio come quella altoatesina (la peggiore in Italia assieme a quella siciliana) ed è ferma, al momento, a un 59,2% di popolazione vaccinata con la doppia dose (in Italia siamo al 65,6% mentre l'Alto Adige è al 58%). Il ''Kurieren'' spiega che gran parte dell'intervista del premier è stata dedicata proprio a come il governo federale intende affrontare il Covid in autunno. Il cancelliere ha annunciato che ne discuterà anche con i capi dei Länder mercoledì.

 

In linea di principio, comunque, Kurz è fortemente detto a favore della vaccinazione. ''È la via del ritorno alla normalità - ha spiegato -. Il fatto che sia arrivato così rapidamente è qualcosa di cui dovremmo essere felici tutti i giorni", ha detto. Poi Kurz ha spiegato che ci saranno nuovi criteri anche in Austria per tenere sotto controllo la pandemia: l'occupazione dei letti di terapia intensiva servire come nuovo indicatore principale e sostituirà quello dell'incidenza a sette giorni. Poi ha spiegato che non ci sarà più nessun lockdown totale ma ci saranno dei lockdown mirati che riguarderanno solo i non vaccinati. Kurz ha spiegato che si tratterà di “misure di protezione” nei confronti dei non vaccinati, visto il rischio 50 volte superiore di un percorso grave della malattia.

 

Kurz ha quindi sottolineato come la campagna vaccinale vada sostenuta in tutti i modi e che se ci sarà bisogno della terza dose bisognerà promuoverla con convinzione. Infine dei ragionamenti sulla scuola: l'obiettivo è quello di farle tornare in presenza e di tenerle aperte. Se necessario verranno eseguiti test a tappeto per garantire la sicurezza nelle strutture.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 25 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
26 maggio - 06:01
Numeri che preoccupano le autorità sanitarie perché la protezione è destinata a calare con il trascorrere dei mesi. Il rischio è quello di una [...]
Cronaca
25 maggio - 21:00
Sono allarmanti i risultati emersi dal primo rapporto sulle violenze subite sul posto di lavoro dagli infermieri in Italia: nell'ultimo anno il [...]
Cronaca
25 maggio - 20:38
All'incontro organizzato da Confcommercio Trentino si è parlato di turismo sostenibile, mantenendo il focus sull'accessibilità delle destinazioni [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato