Contenuto sponsorizzato

Manovra Covid, Rossi: “Fondo per ridurre il pagamento di interessi delle aziende: c'è bisogno di tempo per riorganizzarsi, non solo di ristori”

Mentre in Consiglio provinciale si discute la manovra arriva la proposta dell'ex presidente della Pat per l'istituzione di un "Fondo per accompagnare e sostenere la ripresa" con l'obiettivo di ridurre il pagamento di interessi per le realtà che hanno attivato sospensioni delle rate di mutuo o rinegoziazioni

Di Filippo Schwachtje - 12 maggio 2021 - 18:52

TRENTO. Si sta discutendo proprio in questi giorni la manovra "spartiacque" messa sul tavolo dalla Giunta provinciale, fra le varie proposte avanzate anche quella dell'ex presidente della Provincia e consigliere di Trentino in Azione Ugo Rossi per istituire: "Un fondo per ridurre il pagamento di interessi per le imprese che hanno usufruito della sospensione delle rate di mutuo o della rinegoziazione" e permettere così alle aziende di "avere il tempo per potersi riorganizzare, per interpretare la ripartenza e concretizzare processi di riorganizzazione interna e operativa per rispondere alle esigenze mutate" del mondo e del mercato post-Covid

 

Secondo Rossi, la problematica di fondo sulla quale agire dopo le perdite di fatturato causate dalle normative anti-contagio è "il rispetto degli impegni finanziari delle aziende e il mantenimento dell'equilibrio tra gli impegni stessi e le prospettive aziendali". Un equilibrio sempre più al centro, dice il consigliere provinciale, di ogni sistema economico-finanziario e che sta vincolando in misura crescente i margini di manovra del credito.

 

"Nel nostro paese - scrive Rossi - il Covid ha 'diluviato sul bagnato': la pandemia è andata ad incidere su una situazione generale già squilibrata da un punto di vista finanziario e con tassi di crescita molto bassi". A preoccupare è soprattutto la situazione relativa ai crediti bancari, ormai sottoscritti in buona parte per riposizionare debiti già in essere e non per puntare alla crescita delle aziende. "Contestualmente - spiega il consigliere di Trentino in Azione - le imprese si ritrovavano con interessi crescenti e quindi rate più alte da rimborsare, minando gli equilibri finanziari di base e con essi il loro futuro". 

 

Nasce da questi presupposti la proposta di Rossi, che ritiene importante "concentrarsi su questi aspetti, per indirizzare in modo razionale l'utilizzo degli importi aggiuntivi che la Pat potrà mettere in campo dopo quelli nazionali, dedicandoli a supportare le aziende, e indirettamente le realtà connesse, qualora riterranno opportuno attivare operazioni di consolidamento o rimodulazione del debito volte a ridare sostenibilità e credibilità alla gestione finanziaria danneggiata dalla pandemia". L'obiettivo in poche parole è di accompagnare ai ristori un sostegno indirizzato a garantire alle aziende il tempo di riorganizzarsi e soprattutto di "onorare i debiti di fornitura e quelli bancari maturati, evitando così quei pericolosi effetti a cascata che normalmente si devono affrontare appena un fornitore o una banca si muovono concretamente per il recupero".

 

I fondi messi sul tavolo dalla Provincia (che ammonterebbero a circa 230 milioni di euro), sarebbero sufficienti secondo Rossi a coprire spese per interessi per tutte le oltre 12mila aziende trentine che operano nel commercio, nel turismo, nella ristorazione e nei pubblici esercizi. "Un approccio di questo genere - conclude l'ex presidente della Provincia - permetterebbe sia di mettere le imprese nella condizione di 'attendere' con maggior tranquillità gli effetti della ripresa (che ci si aspetta dal piano vaccinazioni e dalla riapertura delle attività), che di mettere al riparo personale, fornitori, investitori ed istituti bancari dagli effetti devastanti di una molto possibile crisi sistemica dell'impresa. Il fondo inoltre potrebbe essere utilizzato per interventi di 'accompagnamento' nella riduzione di oneri finanziari anche a vantaggio di imprese che, pur non avendo attivato sospensioni o rinegoziazioni, siano meritevoli di sostegno per un'oggettiva sostenibilità finanziaria". 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
12 giugno - 19:36
Trovati 12 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 45 guarigioni. Sono 281 i casi attivi sul territorio provinciale
Cronaca
12 giugno - 18:36
Sono state utilizzate diverse unità cinofile e anche l'impegno di personale con i gommoni. La 31enne non ha più dato notizie dal 4 marzo scorso, [...]
Cronaca
12 giugno - 20:12
L'incidente è avvenuto sul territorio comunale di Molveno. Il 56enne ha riportato diverse ferite e contusioni. Sul posto sanitari e vigili del [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato