Contenuto sponsorizzato

Grandi Elettori, il Patt ha deciso di votare solo l'esponente dell'Svp Josef Noggler. Niente voto al candidato della Lega

Il Patt, essendo appartenente alla maggioranza in Consiglio Regionale, era stato invitato a votare anche un esponente della Lega Salvini. La scelta invece di votare solamente il presidente del Consiglio regionale Noggler 

Di GF - 17 gennaio 2022 - 17:16

TRENTO. “Josef Noggler”, è l'esponente della Svp e attuale presidente del Consiglio regionale il nome sul quale punterà il Patt nell'elezione dei Grandi elettori che si sta tenendo in queste ore in vista della scelta del successore di Sergio Mattarella come Capo dello Stato.

 

La scelta è stata presa dalla segreteria politica nelle ultime ore dopo che nei giorni scorsi si erano diffuse diverse voci secondo cui il Patt, essendo appartenente alla maggioranza in Consiglio Regionale, era stato invitato a votare anche un esponente della Lega Salvini.

 

Diversi i nomi proposti come Grandi Elettori nel centrodestra che a livello nazionale al momento sostiene la candidatura di Silvio Berlusconi: da quello del presidente della provincia Maurizio Fugatti o in alternativa di Roberto Paccher che è anche vicepresidente del consiglio regionale. Tra i nomi più quotati all'opposizione c'è quello invece della consigliera del Partito Democratico, Sara Ferrari.

 

“L'incertezza e la mancanza di regia che stanno caratterizzando l'elezione del nuovo capo dello Stato hanno spinto l'ufficio politico autonomista a sostenere il candidato Svp” spiega in una nota il Patt.  Il presidente della Camera Roberto Fico ha convocato il parlamento in seduta comune per il prossimo 24 gennaio, giorno della prima votazione. Questo significa che il consiglio regionale del Trentino-Alto Adige è chiamato ad indicare i tre grandi elettori che gli spettano di diritto. Ogni consigliere può esprimere fino a due voti.

 

Le stelle alpine trentine esprimono preoccupazione nel registrare la mancanza di regia fra le varie forze politiche nazionali per riuscire ad arrivare all'individuazione di un Presidente che sappia svolgere questo ruolo di garanzia e tutela al quale è chiamato dalla Costituzione.

 

“Trovandoci, quindi, a dover nominare i tre grandi elettori spettanti alla nostra Regione – continua la nota - non possiamo esimerci dal valutare quale idea e quale logica dovranno seguire questi grandi elettori al momento delle votazioni per il nuovo Presidente. In quest'ottica l'Ufficio politico del Patt ha convenuto che il voto non potrà che andare al solo candidato della Svp, Noggler, che oltre ad essere Presidente del Consiglio regionale (e quindi già di per sé figura di garanzia), è esponente di un Partito che, come il Patt, mette la nostra terra davanti ad ogni scelta”.

 

Ma la nota del Patt non termina qui. Al suo interno viene anche chiarito che “In quest’ottica nulla cambia per quanto riguarda l’adesione del Patt alla Giunta regionale, così come il suo ruolo di opposizione in Consiglio provinciale”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 21 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
22 maggio - 20:51
Il 54enne Enrico Giovannini è precipitato mentre tentava di raggiunge la cima Presanella, Barbara De Donatis, di soli 29 anni, è morta per un [...]
Cronaca
22 maggio - 20:31
All'alba era partito con ramponi e piccozza, oltre agli sci agganciati allo zaino, per raggiungere la vetta con l'amico Andrea Bonn. Era molto [...]
Cronaca
22 maggio - 16:45
In alcuni casi oltre alla pioggia è arrivata anche la grandine che nella zona di Folgaria e Lavarone ha raggiunto le dimensioni di una pallina da [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato