Contenuto sponsorizzato

Tempesta Svp, la Giunta ha la maggioranza per andare avanti. Bocciata la mozione dell'opposizione. Kompatscher: "Mi auspicavo che Widmann si dimettesse"

Dopo lo scandalo sollevato dal libro-inchiesta "Freunde im Edelweiss", le opposizioni hanno presentato una mozione in una seduta straordinaria, bocciata con 16 voti a favore e 18 contro. Gran parte dell’opposizione si è espressa per andare a nuove elezioni. Widmann: "Se un dipendente non ha più la fiducia del capo, viene licenziato"

Di Francesca Cristoforetti - 04 aprile 2022 - 20:01

BOLZANO. È stata bocciata la mozione proposta dall’opposizione in Consiglio provinciale, che aveva chiesto nuove elezioni. Con 16 voti a favore e 18 contro è stato stabilito che la Giunta ha la maggioranza per poter andare avanti a lavorare.

 

Il Consiglio infatti si è riunito in seduta straordinaria, su richiesta delle opposizioni per trattare “gli scandali della maggioranza di governo che mettono in discussione la capacità di agire della Giunta, che ledono la fiducia della popolazione nella politica e arrecano un danno duraturo al lavoro del Consiglio”.

 

Le richieste erano tre: chiarire se la Giunta fosse ancora in grado di lavorare e se avesse avuto una maggioranza, e che il Consiglio condannasse i continui scandali della maggioranza, prendendo quindi le distanze da questi eventi.

 

Nel terzo punto, aggiunto in un secondo momento, è stato chiesto al presidente della Provincia Arno Kompatscher di comunicare le modalità di rimpasto della Giunta, nel caso in cui ci fosse stata la volontà di estromettere dei componenti per acquisirne di nuovi e presentando immediatamente le relative mozioni di sfiducia e le nuove proposte.

 

Tutti e tre i punti della mozione sono stati respinti con 16 sì e 18 no.

 

Dopo lo scandalo che ha travolto la politica altoatesina, in particolare il partito della Svp, a seguito della pubblicazione del libro-inchiesta "Freunde im Edelweiss", le opposizioni in modo compatto erano passate all’attacco, chiedendo di andare subito a nuove elezioni in una nota firmata da Team K, Verdi Grüne Verc, Südtiroler Freiheit, Die Freiheitlichen, Movimento 5 stelle, Enzian, Perspektiven für Südtirol, Fratelli d’Italia e Partito Democratico.

 

Il consigliere Thomas Widmann (Svp), a cui Kompatscher soltanto pochi giorni fa ha tolto le deleghe in materia di Sanità, Banda larga e Cooperative, è intervenuto sostenendo che “se un dipendente non ha più la fiducia del capo, viene licenziato”, rimarcando la sua posizione sul fatto di non essere d'accordo sulla decisione delle sue dimissioni.

 

Il presidente Kompatscher, anche in questa seduta, ha ribadito di aver “auspicato nelle dimissioni di Widmann”, competenza che non potrà prendere in mano lui ma il Consiglio.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 30 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
30 giugno - 18:52
A partire dal 2023 sindaci, vicesindaci e assessori si vedranno aumentare le indennità per una cifra che va dal 18% al 46%. Ossanna: “Riteniamo [...]
Politica
30 giugno - 19:49
Futura e Sinistra Italiana chiedono le dimissioni del consigliere Lorenzo Prati che in aula aveva detto: “È facile fare il finocchio con il coso [...]
Cronaca
30 giugno - 19:25
L'incidente è avvenuto nella zona di Vermiglio lungo una strada forestale. Il mezzo è precipitato per svariati metri finendo contro un albero: [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato