Contenuto sponsorizzato

Orsi, Brambilla: "Come, dove e quando è stato ucciso M90?" e su Fugatti: "Gli piace fare il pistolero? Perchè si oppone ai trasferimenti?"

L'intervento dell'onorevole Michela Vittoria Brambilla, presidente dell’Intergruppo parlamentare per i Diritti degli Animali e la Tutela dell’Ambiente e presidente della Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente: "Gli orsi che Fugatti gestisce (malissimo) sono patrimonio dello Stato, cioè di tutti noi.  E' inammissibile che non fornisca tutti i dettagli dell’abbattimento di M90"

Di GF - 10 febbraio 2024 - 13:25

TRENTO. “Abbiamo due domande semplici per il presidente Fugatti. La prima: per quale motivo, se davvero vuole liberarsi degli orsi “problematici”, non accetta la nostra proposta di trasferirli, senza oneri per la Provincia, nel santuario in Romania che abbiamo individuato? La seconda: come, dove e quando è stato ucciso M90?”. Le parole sono quelle che arrivano dall'onorevole Michela Vittoria Brambilla, presidente dell’Intergruppo parlamentare per i Diritti degli Animali e la Tutela dell’Ambiente e presidente della Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente.

Per la deputata di Noi Moderati, l'abbattimento non era l'unica soluzione possibile per la rimozione: il piano di gestione, infatti, prevede anche la captivazione.

 

“Il presidente Fugatti – spiega Brambilla - avrebbe potuto consentire la cattura e il trasferimento dell’orso in un santuario all’estero. Perché non accetta che portiamo altrove questi orsi? Per il gusto di ucciderli? È questo il suo scopo? Gli piace indossare i panni del pistolero o, meglio, farli indossare ai dipendenti della Provincia, e mandarli in giro a uccidere? Per quale motivo il presidente Fugatti, che dice di voler risolvere il problema della convivenza con gli orsi, non comincia accettando la nostra proposta? E per quale motivo continua a detenere al Casteller, a spese dei contribuenti, JJ4 ed M49 quando gli abbiamo offerto la possibilità di trasferire anche loro nel santuario di Romania?".
 

L'onorevole Brambilla chiede anche maggiore trasparenza sulla vicenda. “In una moderna democrazia – spiega - è inammissibile che il presidente Fugatti non fornisca prontamente, su semplice richiesta, tutti i dettagli dell’abbattimento di M90. Non deve rispondere solo alla comunità trentina, come va ripetendo. Gli orsi che gestisce (malissimo) sono patrimonio dello Stato, cioè di tutti noi. Sulle modalità dell’esecuzione non vi può essere alcuna reticenza, né alcun 'profilo di precauzione' (per usare le sue parole). Altro che 'trasparenza'! Cosa nascondi Fugatti?"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
03 marzo - 09:39
A Torre Mirana, un reportage sociale a cura di 7 fotografi trentini racconta l'impegno quotidiano di oltre 700 volontari nel contrasto allo spreco [...]
Politica
03 marzo - 05:01
Dall'annuncio della premier Giorgia Meloni all'effettivo arrivo di Chico Forti in Italia potrebbero passare un paio di mesi. Ora la pratica è [...]
Cronaca
03 marzo - 07:38
L'allarme è scattato poco prima delle 3 e sul posto si sono portati i vigili del fuoco, le forze dell'ordine e i soccorsi sanitari 
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato