Contenuto sponsorizzato

''Un ambasciatore ha girato l'Est Europa per provare a spostare gli orsi trentini'', le rivelazioni di Fugatti: ''Ci hanno detto di no''

Sembra incredibile ma pare davvero così. Un ambasciatore avrebbe girato i paesi dell'Est per piazzare quelli che Fugatti definisce gli orsi ''in sovrannumero'' del Trentino. Ma da Bucarest a Praga, da Bratislava a Budapest la risposta è stata ''picche''

Di Luca Pianesi - 01 marzo 2024 - 16:46

TRENTO. Un ambasciatore avrebbe girato l'Est Europa per cercare di spostare gli orsi trentini che sarebbero in sovrannumero. Oggi il presidente Fugatti ha rilasciato una serie di dichiarazioni alla stampa dopo la riunione di giunta ai limiti dell'assurdo. L'Ansa riporta una serie di virgolettati che racconterebbero di un tentativo fatto per ''spostare'' gli orsi trentini. che il presidente ha definito ''di troppo'', in base a non si sa quale stima visto che a detta di tutti i tecnici e gli esperti questo concetto del ''di troppo'' non esiste. L'unico concetto esistente era quello del ''numero minimo da raggiungere'' che era di più di 50. E ad oggi la popolazione dei plantigradi stimata è di 98 esemplari (la stima del 2021 era di 85) con ancora problemi legati alla consanguineità.

 

Eppure ecco le dichiarazioni del presidente Fugatti: ''Abbiamo fatto un tentativo per provare a capire se nei Paesi dell'Est Europa ci fosse la volontà di provare ad accogliere alcuni esemplari di orso del Trentino" ma la risposta da parte di tutti i Paesi interpellati sarebbe stata negativa. Anche se va detto che per Jj4 era già stato dato l'ok al trasferimento in Romania come aveva confermato l'ex ministra Brambilla a seguito di via libera della responsabile del  'Libearty Sanctuary' di Zarnesti, Cristina Lapis e Leidaa, Oipa ed Enpa erano pronte a sostenere le spese di trasferimento. Su questo fronte, però, nulla si è mosso mentre da quanto è emerso oggi un fantomatico ambasciatore avrebbe girato l'Europa dell'Est in cerca di una casa per un numero imprecisato di orsi.  L'iniziativa - ha chiarito Fugatti all'Ansa - è stata portata avanti tra l'estate e l'inverno 2023. Il 3 luglio ci sarebbe stato un incontro a Bucarest, il 12 luglio a Zagabria, il 18 luglio a Praga, il 19 luglio a Budapest, il 13 settembre a Bratislava e l'11 ottobre a Lubiana.

 

Un incredibile giramento di ambasciatore per una missione dall'utilità senz'altro dubbia e controversa. In tutti questi Paesi, però, l'ambasciator avrebbe ricevuto ''picche''. Poi ancora dei concetti piuttosto astrusi: "E' una pratica alquanto generalizzata l'individuazione di un tetto del numero di orsi ritenuto sostenibile" in base al rapporto tra popolazione ursina e uomini. Quando questo numero viene superato, "è ammessa l'eliminazione della quota in eccedenza di questo Paese attraverso un'apertura alla caccia, strettamente regolata e monitorata con i portatori di interesse", oltre ad altre misure di abbattimento. Il presidente Fugatti ha cercato, così, di spiegare che proprio perché nessuno vuole gli orsi trentini non resta che la procedura di abbattimento. ''Tutto ciò - ha aggiunto - ci porta con i piedi per terra nello spiegare a chi spesso si rivolge a noi dicendo che non scegliamo alternative rispetto all'abbattimento che queste alternative sostanzialmente non ci sono.

 

Oggi il tema dello spostamento degli animali non rimane più nel dibattito, perché non ci sono Paesi dell'Est Europa disposti ad accoglierli". Il tema, va detto, era sul tavolo solo di Fugatti perché nessuno pensava potesse essere una soluzione sensata spostare un numero imprecisato di orsi altrove. La cosa che si chiede da sei anni a Fugatti e alle sue giunte è di gestire la convivenza tra grandi carnivori e popolazione. Di fare informazione, di sostituire i bidoni della spazzatura nelle aree dove gravitano i selvatici con bidoni antiorso, di aiutare allevatori e agricoltori con gli strumenti di difesa (recinti elettrificati, formazione, cani da guardiania). Al contrario, invece, si procede con la demagogia e se davvero si è mandato in missione un ambasciatore nei paesi dell'Est a chieder loro ''volete degli orsi del Trentino'' si resta esterrefatti. 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
13 aprile - 19:52
Il video della titolare del Perla Bar in via Belenzani sui social dopo la multa ricevuta venerdì sera per aver fatto 15 minuti di musica in più : [...]
Cronaca
13 aprile - 19:02
La macabra scoperta ad Aprica, in Provincia di Sondrio, dove a quanto pare la famiglia si era trasferita durante la pandemia. Da quanto emerso pare [...]
Cronaca
13 aprile - 17:47
Il comune di Santa Giustina ha predisposto il ripristino dell'area: l'altana è stata costruita in una zona di proprietà del demanio idrico. Gli [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato