Contenuto sponsorizzato

Agire riparte dalle parole onestà, famiglia, lavoro e sicurezza e da Claudio Cia coordinatore politico

Il movimento si è riunito nella prima assemblea provinciale alla Ca' Rossa. Presenti anche Fugatti, Bezzi, Kaswalder, Poletti e i sindaci Dalledonne e Villaci. Cia: "Politica e finanza stanno scandalizzando i cittadini che per questo provano un senso di repulsione. Anche in Trentino c'è una mafia che si gioca su 'piazéri e piazeròti'"

Pubblicato il - 13 May 2017 - 19:53

CALDONAZZO. Ha incentrato fortemente sull'onestà Claudio Cia il suo discorso nella prima, e partecipata, assemblea provinciale di Agire. Ha parlato di "mafia" in salsa nostrana, di lavoro (o meglio di quanto manca in questa fase storica), di insicurezza sociale e di accoglienza (definita "dovere cristiano e civile" ma che "va governata" prima di tutto "aiutando a casa loro" quelli che scappano). A distanza di neanche anno dalla sua costituzione, era il 18 giugno, Agire, oggi, si è riunito alla Ca' Rossa sul Lago di Caldonazzo. Presenti, in sala, anche Fugatti, Bezzi, Poletti, Kaswalder, Dalledonne e altri sindaci come Villaci.
 
A moderare la giornata è stato Roberto Pergher, coordinatore organizzativo del movimento, davanti a una platea gremita di persone proveniente da tutte le zone del Trentino. Il momento clou della giornata è stato il discorso dell'unico candidato a coordinatore politico, Claudio Cia. Un discorso che è partito, seguendo il flusso degli eventi, dalle ragioni che avevano portato alla nascita del movimento fino alla presentazione del suo ultimo coordinamento, quello dei Trentini dal Mondo.

 


 

"I fatti - ha detto Cia - di questi ultimi mesi, che hanno vergognosamente coinvolto la politica, come la finanza, ci aiutano a riconoscere chi cammina sulla strada dell'onestà. Si rimane delusi e disarmati, a volte, ascoltando persone, magari tra i più giovani, dire che 'la politica e la finanza fanno schifo', e come non sentirsi colpiti guardando con i loro occhi lo spettacolo rivoltante della politica? In tutta onestà, non possiamo escludere a priori la presenza di persone discutibili in ogni forza politica, come di alcuni che interpretano furbescamente il loro operato in politica, scandalizzando i cittadini che per questo provano un senso di repulsione. Ci sono politici che sfruttano il loro ruolo per fare affari, soddisfare 'piazéri e piazeròti', annaspando anche nel torbido dietro il paravento garantito dal ruolo istituzionale ricoperto. Spesso nell'elargire i loro 'piazeroti' scordano di riconoscere che sono solo dei 'diritti' da onorare".

 

"Come ogni mafia - ha aggiunto il leader di Agire - che si rispetti, abbiamo la nostra omertà che ci mantiene ostaggi di un sistema politico fatto di padroni, geniali nell'ubriacarci di promesse che, per una sorta di sindrome di Stoccolma, porta loro a essere anche osannati e premiati nelle urne. Uomini di potere, un potere che fa paura. Ma, se noi siamo qui è perché non vogliamo rassegnarci alla paura. Camminiamo sulla strada dell'onestà per mostrare un nuovo modo di essere e di agire in politica. Onestà che ci fa attenti a ciò che è veramente importante per il cittadino, partendo dagli ultimi, guardandoli negli occhi senza doverci vergognare".

 

"Oggi - ha proseguito Cia - la vera sfida è quella di prendersi cura della dignità delle persone, a prescindere dalle idee che manifestano. L'ardore per la dignità di ognuno deve guidare il nostro agire di cittadini prestati alla politica. Sul lavoro non siamo per il reddito di garanzia, ma per politiche che diano la garanzia di un lavoro onesto, perché chi è senza lavoro non vuole la carità, ma che sia riconosciuta la sua dignità". Sulla insicurezza che aleggia tra i cittadini ha ricordato che non va sottovalutata, che non è una semplice "percezione. "Ai richiedenti asilo - ha anche detto il consigliere provinciale - abbiamo concesso di tutto e di più, ma abbiamo scordato di non illuderli, di immergerli nella nostra vera realtà, e di esigere il rispetto delle norme che regolano la vita della nostra comunità. Crediamo davvero che questo modo di accogliere sia rispettoso dell'uomo, della sua dignità e delle differenti identità?". Ha quindi spiegato che Agire sarà particolarmente vicino alle mamme e delle famiglie fatte di mamme, papà e bambini

"Ritengo che ogni persona debba sentirsi legittimata, rispettata, e non giudicata nell'esteriorizzare e vivere la propria affettività - ha aggiunto -. Questo per noi non deve significare prestare il fianco a politiche che assecondino ogni pretesa di chicchessia.
Ma non complichiamo le cose semplici e anche qui, come nei cibi, cerchiamo di rimanere nel 'biologico e naturale'. Non abbiamo diritti di proprietà sui figli, non possiamo 'avere un figlio' solo per realizzare il nostro bisogno di genitorialità. Su questi temi non dobbiamo essere tiepidi, né ambigui. Fermezza, chiarezza, rispetto devono contraddistinguerci da chi vuole una società liquida in cui annullare la famiglia naturale. Non è facile, ma dobbiamo essere un segno di distinzione nel mondo dell'odierna politica. Dobbiamo il nostro coraggio ai nostri figli. Ecco dove siamo diversi da Pd, Upt, e Patt".

 

Si è quindi passati alla votazione del coordinatore politico e dei garanti del movimento. Gli eletti per i Garanti sono: Bonatti Walter, Peruzzini Paolo e Salvini Tiziano, i primi due del Coordinamento di Trento, il terzo del Coordinamento dell'Alto Garda. L'eletto come Coordinatore Politico è stato Claudio Cia.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
17 ottobre - 06:01
Grazie ai risultati della campagna vaccinale, dice l'ex presidente dell'Agenzia spaziale italiana Roberto Battiston: "L'intensità della ripresa [...]
Cronaca
17 ottobre - 08:09
Numerosi i danni causati anche dal fumo e dalle infiltrazioni d'acqua. Sul posto i vigili del fuoco e le forze dell'ordine, fortunatamente non ci [...]
Cronaca
17 ottobre - 07:49
Il giovane ha ricevuto una sanzione amministrativa per ubriachezza in pubblico oltre che la denuncia per ricettazione. Ritrovate altre tre [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato