Contenuto sponsorizzato

L'Euregio dice no al prolungamento dell'autostrada A27

Rossi e Platter: "L'obiettivo comune dell'Euregio è di puntare sul trasporto su rotaia, per questo l'idea di un nuovo collegamento autostradale nel cuore delle Alpi non è accettabile"

Pubblicato il - 19 ottobre 2016 - 16:40

No all'allungamento dell'autostrada A27, lunga la val Pusteria verso Austria e Germania. La Giunta dell’Euregio, riunita stamani a Castel Toblino, ha fatto ufficialmente propria la linea espressa dalla Provincia di Bolzano e dal Land Tirol.

 

Nelle ultime settimane la richiesta da parte degli operatori economici veneti di un prolungamento dell'autostrada Alemagna (A27) da Belluno verso Monaco di Baviera era stata riproposta con insistenza. La commissione trasporti del Parlamento europea la scorsa settimana ha approvato una mozione che andava in quella direzione provocando dapprima l’immediata reazione della Provincia di Bolzano e del Land Tirolo

 

“Un nuovo collegamento stradale – ha detto il presidente altoatesino, Arno Kompatscher - è insostenibile e in violazione di quanto previsto dalla Convenzione delle Alpi”. Kompatscher ha ricordato che “esiste un preciso accordo con Zaia che prevede di puntare su un collegamento ferroviario tra il Veneto e la val Pusteria”.

 

Una posizione, questa, che oggi ha trovato pieno appoggio dei presidenti del Trentino, Ugo Rossi, e del Tirolo, Günther Platter. “L’obiettivo comune dell’Euregio – hanno dichiarato Rossi e Platter – è di puntare sul trasporto su rotaia, per questo l’idea di un nuovo collegamento autostradale nel cuore delle Alpi non è accettabile”.

 

Ad intervenire sull'ipotesi di prolungamento dell'A27 nei giorni scorsi erano stati anche gli europarlamentari Marco Zullo e Daniela Aiuto (Efdd-M5S). “La verità, pure e semplice – hanno svelato gli europarlamentari Efdd-M5S Marco Zullo e Daniela Aiuto - è che questo prolungamento è tenuto in vita a livello mediatico da almeno vent'anni per scopi poco chiari. Evidentemente si cerca di condurre una finta battaglia in nome di una possibile "torta" da spartire tra "presunti imprenditori". Insomma, il solito caso all'italiana con spartizione di soldi pubblici tra amici di amici. E poi un’autostrada che taglia in due Cortina ricorda i tempi in cui Beppe Grillo commentava l'ex ministro Pietro Lunardi (Forza Italia) definendolo un 'ginecolo pazzo'”

 

 

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.47 del 13 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 dicembre - 05:01

La prorettrice di Unitn Barbara Poggio: “Le ricerche dimostrano che aumentare i servizi e ridurre i costi degli stessi funzionano meglio degli aiuti economici diretti”. La misura non piace nemmeno ai sindacati: “Le persone decidono di farsi una famiglia se hanno un buon lavoro non per delle vaghe promesse propagandistiche”

14 dicembre - 19:05

Il 14 dicembre dello scorso anno Antonio Megalizzi 29 anni, giornalista, è stato ucciso da un proiettile esploso a Strasburgo, tre giorni prima, in un mercatino di Natale, da un terrorista. Oggi tante iniziative per ricordarlo. In radio una maratona per Antonio e l'amico Bartosz

14 dicembre - 19:51

Si tratta di un uomo di 53 anni di Zambana. Faceva parte di un gruppo di tre persone. I soccorritori sono riusciti ad individuarlo e dopo averlo estratto da sotto la neve, in stato iniziale di ipotermia, è stato trasportato a Merano

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato