Contenuto sponsorizzato

UniTrento verso la normalità, aprono i primi laboratori in presenza. Via libera anche per alcune sale lettura e biblioteche. L’accesso è riservato e posti disponibili tramite App

I laboratori didattici coinvolti sono quelli di Elettronica, Ottica, Chimica, Fisica della Materia (a PovoZero) e di Misure fisiche. A garantire l’allestimento e l’operatività in sicurezza è stato il personale tecnico. In sale lettura e biblioteche, l'accesso è contingentato e riservato a studenti e studentesse di UniTrento, ma anche a utenti dell’Ateneo

Foto di Alessio Coser
Pubblicato il - 01 luglio 2020 - 12:28

TRENTO. La voglia di normalità passa anche dal desiderio di frequentare gli ambienti di sempre, di ritrovare abitudini, di tornare fisicamente alle proprie attività. Vanno in questa direzione la ripresa di laboratori per i corsi di laurea in Fisica e la riapertura di sale di lettura delle biblioteche di Ateneo. L’accesso alle sale è riservato a utenti UniTrento e la fruizione riguarda un numero ridotto di locali e di posti a sedere.

I laboratori didattici coinvolti sono quelli di Elettronica, Ottica, Chimica, Fisica della Materia (a PovoZero) e di Misure fisiche (al Polo Ferrari 1). Si svolgeranno dal lunedì al giovedì fino al 17 luglio, con turni al mattino e al pomeriggio.

 

Nel laboratorio di Misure fisiche viene messa in campo una modalità integrata che permette la collaborazione tra studenti/studentesse in presenza, così come a distanza. A garantire l’allestimento e l’operatività in sicurezza –  sottolinea il Dipartimento di Fisica di UniTrento – è stato il personale tecnico dei laboratori didattici.

Da giovedì 2 luglio riaprono poi le sale di lettura delle biblioteche di Ateneo. Per quanto riguarda la città di Trento la novità riguarda la Biblioteca universitaria centrale Buc nel quartiere le Albere (con orario da lunedì a venerdì dalle 8 alle 19.45), mentre resta chiusa la sala studio di palazzo Cavazzani di via Verdi.

In collina studenti, studentesse e altre componenti della comunità universitaria troveranno aperte la biblioteca di Scienze a Povo (con orario da lunedì a venerdì dalle 8 alle 19.45) e la biblioteca di Ingegneria a Mesiano (con orario da lunedì a venerdì dalle 8 alle 19.45). A Rovereto, infine, riapre le porte la biblioteca di Scienze cognitive a palazzo Annona (con orario da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 19).

L’accesso è contingentato e riservato a studenti e studentesse di UniTrento, ma anche a utenti comunque dell’Ateneo. A loro, inoltre, è richiesto di seguire alcune indicazioni: prima di accedere, dovranno controllare la disponibilità di posti a sedere tramite la app (UniTrentoApp) e poi dovranno rispettare una serie di misure di sicurezza a tutela della salute propria e altrui (sanificare le mani, autocertificare la propria salute, tenere sempre la mascherina in tutti gli ambienti della biblioteca, quando si lascia libero il posto avvisare che va sanificato).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 07 agosto 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 agosto - 05:01

La Giunta ha eseguito quanto previsto dal Governo Conte per ''risarcire'' coloro che avevano abbonamenti al servizio pubblico e non li hanno utilizzati per via dell'interruzione anticipata dovuta al Covid. Le modalità di ristoro sono differenziate per categorie di utenti (ecco i dettagli per le diverse classi di studenti e per i privati). Cgil, Cisl e Uil: ''Al di là delle buone intenzioni del governo nazionale sarebbe stato opportuno, però, che Roma finanziasse questa misura con risorse adeguate''

07 agosto - 16:27

Una delle conseguenze del lockdown è stato l'inevitabile allungamento dei tempi delle liste di attesa, in particolare per quelle prestazioni per le quali non è stato possibile ricorrere alla telemedicina. Oggi la Giunta provinciale ha dato mandato all'Apss di coinvolgere e responsabilizzare le strutture private accreditate e convenzionate con il servizio sanitario provinciale per contenere i tempi massimi di attesa delle visite

07 agosto - 17:43

Il Trentino sale a 5.614 casi e resta a 470 decessi da inizio epidemia. Sono 5 i pazienti con Covid-19 nel reparto di malattie infettive. Sono stati analizzati nelle ultime 24 ore 1.252 tamponi

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato