Contenuto sponsorizzato

Aperte le iscrizioni a TopSport, il programma dell'Università per conciliare studio e sport a livello professionistico

Spesso chi pratica una disciplina sportiva può trovare difficoltà nel conciliare lezioni e studio con allenamenti e gare. L'Ateneo scende in campo per rendere meno arduo impegnarsi a livello agonistico senza rinunciare alla formazione universitaria. Il termine per presentare la propria candidatura è il 10 agosto

Eleonora Strobbe (foto di Ferruccio Berti)
Pubblicato il - 07 luglio 2017 - 10:52

TRENTO. Sono aperte le iscrizioni al programma di carriera integrata TopSport per l'anno accademico 2017/18. Una proposta dell'Università di Trento per agevolare la pratica dello sport a livello professionistico, ma anche la volontà di proseguire il proprio percorso di studio.

 

"TopSport è un programma nato nel 2011. Siamo stati i primi in Italia a creare un programma a supporto della carriere integrata sport/studio", ricorda Paolo Bouquet, delegato per lo sport dell’Università di Trento. "Per altro – aggiunge – ora TopSport si inserisce in un programma più ampio di programmi di dual career insieme ai progetti Top Team firmati lo scorso novembre con Aquila Basket e a inizio giugno con Hockey Pergine".

 

Spesso chi pratica una disciplina sportiva può trovare difficoltà nel conciliare lezioni e studio con allenamenti e gare: un problema di calendario e energie. L'Ateneo scende in campo per rendere meno arduo impegnarsi a livello agonistico senza rinunciare alla formazione universitaria.

 

I posti a disposizione per atleti sono complessivamente 57 per corsi di laurea e corsi di laurea magistrale a ciclo unico e 69 per corsi di laurea magistrale, che si traduce tra i tre e i quindici posti per dipartimento, distribuiti su tutti i corsi di studio dell’Università. Il termine per presentare la propria candidatura online è il 10 agosto entro le 12 (Qui info e iscrizioni).

 

"TopSport – afferma Eleonora Strobbe – è stata per me la soluzione perfetta per non dover rinunciare al mio sport né a intraprendere la carriera universitaria". E Nadya Ochner commenta: "Lo studio, come lo sport, richiede sacrifici e lavoro per raggiungere un obiettivo e il programma TopSport mi sta aiutando a prepararmi alla vita che verrà dopo la carriera agonistica".

 

TopSport è il programma di dual career dell’Università di Trento, nato per offrire servizi di supporto nella vita universitaria ad atleti e atlete che fanno dello sport il proprio lavoro principale. Le campionesse Eleonora Strobbe (membro della nazionale italiana di tiro con l’arco e medaglia d’oro ai Mondiali 2010 – tiro campagna e agli Europei 2016 – tiro 3D) e Nadya Ochner (membro della nazionale italiana di snowboard, ha partecipato alle Olimpiadi di Sochi 2014) sono al tempo stesso studentesse dell’Università di Trento.


(Nadia Ochner - foto di Miha Matavz)

La prima ha scelto il corso di laurea in Lingue moderne, la seconda invece la magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza. Strobbe e Ochner fanno parte delle 36 persone attualmente iscritte al programma TopSport, che comprende anche Ruggero Tita (vela, Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016, studente di Ingegneria dell’informazione e organizzazione d’impresa), Riccardo Tonetti (sci alpino, gareggia in Coppa del Mondo, studente della laurea magistrale in Management) e Davide Ghiotto (pattinaggio di velocità su ghiaccio, tre volte medaglia d’oro ai Mondiali Universitari 2016, impegnato nel corso di laurea in Filosofia), mentre per Karen Putzer e tanti altri, intanto, l’esperienza si è già conclusa felicemente con il conseguimento della laurea.

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 02 marzo 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 marzo - 20:08

Sono 233 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicato 1 decesso. Sono 61 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività

02 marzo - 19:51

In Italia il 54% dei contagi è legato alla variante inglese, il 4,3% a quella brasiliana e lo 0,4% a quella sudafricana. A Brescia, per la prima volta, isolata quella nigeriana. L’Iss: “In un contesto in cui la vaccinazione non ha ancora raggiunto coperture sufficienti, la diffusione di mutazioni a maggiore trasmissibilità può avere un impatto rilevante se non vengono adottate misure di mitigazione adeguate”

02 marzo - 19:40

C'è la firma sul nuovo Dpcm, il primo del premier Draghi, che entra in vigore dal 7 marzo al 6 aprile, Pasqua inclusa. Un'altra novità riguarda cinema e teatri. "Dal 27 marzo sarà possibile con una prenotazione online, tornare a frequentare i luoghi della cultura"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato