Contenuto sponsorizzato

"Giganti vegetali" in mostra al Muse

L’esposizione nasce da un progetto della Fondazione Federica Galli di Milano. Sarà presente fino al 12 febbraio 2017

Pubblicato il - 17 dicembre 2016 - 21:11

TRENTO. Le sequoie dell’America settentrionale possono essere più grandi di qualsiasi balena. Veri e propri giganti tra i viventi. Sono diventati tali perché hanno avuto il tempo necessario per crescere indisturbati per millenni.

 

Identica fortuna non è toccata a gran parte degli alberi delle foreste europee, e, in particolare, a quelli delle foreste italiane. I grandi e vecchi alberi sono, quasi sempre, i soli superstiti di paesaggi perduti e i soli protagonisti duraturi dei nuovi paesaggi creati dall’uomo, dove l’instabilità e il mutamento sono la regola.

 

Per omaggiare i “giganti vegetali” e la loro resistenza al passare dei secoli, manifestazione estrema dell’ostinazione e dell’adattabilità della vita vegetale, il Muse - Museo delle Scienze di Trento accoglie dal 16 dicembre 2016 al 12 febbraio 2017 la mostra "Arborea", doppia personale delle artiste Federica Galli (Soresina, 1932 – Milano, febbraio 2009) e Beth Moon (Neenah, 1956).


L’esposizione, che nasce da un progetto della Fondazione Federica Galli di Milano – istituzione nata per volere testamentario dell’artista cremonese, esponente di spicco dell’arte incisoria italiana che ha fatto del segno e della natura i suoi tratti distintivi – vede dialogare i monumentali alberi incisi ad acquaforte dalla Galli con i colossi naturali fotografati dalla Moon, che li eterna attraverso la particolare tecnica della stampa al platino palladio. Tempo, memoria e natura sono i temi centrali delle loro opere, un poetico filo conduttore che unisce tutti i più importanti “monumenti verdi” esistenti al mondo testimoniandone l’incredibile ricchezza naturale.

 

Suggellano l’esposizione un ritratto di Federica Galli realizzato dal grande maestro Gianni Berengo Gardin e un testo critico di Tiziano Fratus, poeta e scrittore bergamasco, inventore dell’"alberografia", un processo di mappatura ideale delle specie arboree che lo ha portato a pubblicare una serie di opere legate alla natura, all'identità e agli alberi monumentali.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
24 giugno - 18:02
La consigliera comunale di Rinascita Rovereto Gloria Canestrini ha annunciato questa mattina, 24 giugno, insieme al consigliere provinciale di Onda [...]
Politica
24 giugno - 16:42
La senatrice ha interessato  i ministeri della Salute, del Lavoro e delle politiche sociali e della Giustizia. La giovane ginecologa di 31 [...]
Cronaca
24 giugno - 16:47
E' successo nelle prime ore di questo pomeriggio, la donna è stata elitrasportata all'ospedale di Vicenza
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato