Contenuto sponsorizzato

Dal Centro Moda Canossa al proprio atelier: Cristina, 18 anni, il suo grande sogno è realtà

Una vetrine nel centro di Fondo, in Val di Non, e un laboratorio a casa con l'obiettivo di aprirsi al mercato della produzione degli abiti da ballo, ancora inesistente in Trentino. Le sue creazioni sfileranno al Palanaunia in occasione di 'Artigiani oggi e domani', il 7 gennaio 2018

Di Cinzia Patruno - 08 dicembre 2017 - 19:55

FONDO. In Val di Non, tra i meleti, crescono ragazzi e ragazze pieni di inventiva. In un periodo in cui il lavoro non c'è, i giovani faticano a trovare la propria strada, c'è chi ci prova a realizzare i propri sogni anche se facile non è. Cristina Endrizzi, classe 1999, ha sempre avuto le idee chiare e lo ha dimostrato quando, alla fine delle scuole medie, ha optato per l'iscrizione al Centro Moda Canossa, diventando dopo tre anni operatore dell'abbigliamento e, alla fine del quarto, tecnico dell'abbigliamento.

 

Un passione nata da bambina, quando osservava la madre che, autodidatta, si dedicava al cucito. "Quando la mamma cuciva, io giocherellavo con i ritagli - racconta Cristina – e creavo i vestiti per le mie bambole". Cristina cresce cucendo e ballando e, arrivata alla maggiore età, cerca di unire queste due grandi passioni. "Un anno fa, quando ero all'inizio del quarto anno al Centro Moda Canossa, ho avviato la mia attività, che ho chiamato 'Atelier l'Étoile', dove mi occupo di riparazioni, ma soprattutto di produzione di abiti. Vorrei specializzarmi in abiti da ballo e danza classica. Da ballerina, ho vissuto in prima persona la difficoltà nel reperire l'abbigliamento tecnico in zona. Bisognava andare fino in Veneto oppure in Austria".

 

L'atelier di Cristina si trova a Fondo, in Val di Non. Per farsi conoscere, in questo primo anno di attività, ha sfruttato una vetrina nel centro del paese e, naturalmente, i social media. Un primo bilancio? "Sono positiva, soprattutto per il settore del ballo". E i materiali da dove vengono? "All'inizio acquistavo i materiali in zona, poi ho iniziato ad ordinarli dall'Olanda". Tanto pizzo e tanto tulle, si vede su Instagram, per abiti che partono dagli 80 euro e possono arrivare, per il prezzo del tessuto e la laboriosità di produzione, fino ai 1.000.

 

Qualche occasione per mettersi in mostra ci sarà, e precisamente in occasione della fiera 'Artigiani oggi e domani', che si terrà al Palanaunia di Fondo dal 5 al 7 gennaio 2018. Il 7 gennaio, a partire dalle 16, l'Atelier l'Étoile esporrà le sue ultime creazioni. "Presenterò un po' di tutto – spiega Cristina – dagli abiti più casual, a quelli da ballo, ad alcuni vestiti da sposa".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 19:34

Nella serata di ieri il Gattogordo di Trento è stato teatro di una discussione animata tra il proprietario Villotti e un gruppo di carabinieri, poliziotti e finanzieri. Secondo questi ultimi, dalle 20 il ristorante non può servire ai tavoli solamente bevande. L’oggetto del dibattito è la parola “attività” di ristorazione, che ha generato non poca confusione

31 ottobre - 18:56

In valore assoluto i dati più alti si registrano nei centri più popolosi (che è quello che sarebbe dovuto succedere anche nella prima ondata) e quindi dei 390 casi totali ben 208 sono concentrati tra Trento (127), Rovereto (56), Pergine (15) e Riva del Garda (10)

31 ottobre - 18:21

Il presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher, ha firmato le nuove ordinanze per i Comuni-Cluster valide per 14 giorni. Ai Comuni di Laives, Malles, Sarentino, Campo di Trens e Racines si aggiungono oggi anche Sluderno, Glorenza, Tubre, Gargazzone, Val di Vizze e Rasun-Anterselva

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato