Contenuto sponsorizzato

Rossi dal ministro Orlando anche per parlare dei problemi del carcere di Spini

Il sovraffollamento dei detenuti e il sottodimensionamento della polizia penitenziaria sono due gravi problemi. Oggi l'incontro con i rappresentanti sindacali

Pubblicato il - 26 ottobre 2017 - 13:01

TRENTO. L'8 novembre porterà sul tavolo del ministro della Giustizia Orlando il problema del carcere di Spini di Gardolo, il presidente Ugo Rossi. Oggi l'incontro con i rappresentanti degli agenti di custodia e la conferma che "i problemi legati al sovraffollamento di detenuti e di carenza del personale carcerario sono concreti". 

 

Negli scorsi giorni i sindacati di polizia penitenziaria avevano p protestato davanti al Commissariato di Governo e davanti al Palazzo della Provincia. La richiesta, immediata è quella di incrementare con urgenza l'organico di almeno 30/40 unità al fine di garantire una maggiore sicurezza per gli operatori ma anche per i detenuti.

 

A Spini ci sono circa 330 detenuti (a fronte di una capienza massima prevista in 240 posti) e 130 guardie carcerarie e come spiegava la Uil qualche mese fa "manca anche il ricambio generazionaleun'età media di 51 anni non assicura quell'azione di prevenzione necessaria a garantire la sicurezza. E' inoltre necessario un ammodernamento dei mezzi e delle dotazioni tecniche, nonché di nuovi dispositivi che consentano a tutti gli operatori di operare in sicurezza . La nostra speranza è che la classe politica possa dare le risposte giuste alla domanda di sicurezza dei cittadini e alla richiesta di attenzione degli operatori". 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 04:01

In queste ore i vertici dell'Ordine dei medici sono scesi in campo per evidenziare preoccupazioni, riportare perplessità e criticità del sistema, ma anche proposte per migliorare la situazione in questa fase delicata della seconda ondata di Covid-19. Un settore attenzionato è quello delle Rsa

27 ottobre - 20:24

Recentemente la Pat ha modificato i criteri dell'isolamento della classe: 2 alunni per il primo ciclo dell'infanzia, 1 studente negli istituti superiori. I pediatri: "Sono decisioni politiche. I minorenni sono spesso asintomatici e pauci-sintomatici e questo è rassicurante dal punto di vista del decorso della malattia, ma comunque c'è un fattore di rischio legato alla contagiosità che poi può arrivare in famiglia"

27 ottobre - 20:09

Tra i nuovi contagiati, 146 persone presentano sintomi, 3 casi sono ricondotti alla fascia d'età 0-5 anni, 15 positivi invece tra 6-15 anni, mentre 30 infezioni riguardano gli over 70 anni. Ci sono inoltre 33 nuovi casi tra bambini e ragazzi in età scolare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato