Contenuto sponsorizzato

Subway vuole aprire nuovi ristoranti in regione. L'azienda: "L'imprenditore è accompagnato in ogni fase di sviluppo del negozio"

I tre locali di Merano, Trento e Bolzano stanno facendo registrare dati superiori alla media degli altri 44.000 ristoranti diffusi nel resto del mondo. L'investimento per il franchisee è di 120.000 euro

Pubblicato il - 07 novembre 2017 - 15:58

TRENTO. Merano, Bolzano e Trento: un trittico vincente anche per Subway che da tre anni a questa parte ha consolidato sempre di più la sua posizione. E la grande catena di fast food non vuole fermarsi qui ma comunica che continua a cercare potenziali franchisee (almeno altri tre) che vogliano soddisfare l'alta domanda dei fan a livello regionale e, allo stesso tempo, realizzare il loro sogno di possedere un ristorante.

 

"L'attività nelle tre filiali funziona molto bene e supera la media dei 44.000 ristoranti diffusi in tutto il mondo - spiega Christian Türcke, agente di sviluppo di Subway -. La regione Trentino-Alto Adige è riuscita in pochi anni a conquistare un posto fisso sulla mappa di Subway. Ciò nonostante le persone qui si sentano molto legate alla cucina regionale. Ma dall'altro lato sono anche aperte alle novità e hanno uno sguardo internazionale". Altrettanto importante è stata la scelta delle location, che hanno avuto un ruolo decisivo per il successo dei ristoranti, situati in posizione centrale a Merano (Corso Libertà) e a Trento (vicino al Duomo) e all’interno del centro commerciale Twenty a Bolzano.

 

Spinta da questi primi esiti positivi, Subway prevede di continuare attivamente la sua espansione nella regione. "Crediamo nel potenziale della regione - continua Türcke - e cerchiamo partner motivati che vogliano avviare la propria attività insieme a noi. Cerchiamo imprenditori efficienti con una mentalità pratica e desiderosi di veder realizzare le loro idee nel settore della ristorazione. La tempistica è estremamente favorevole, soprattutto perché ci sono ancora alcune location appetibili nella regione". 

 

E subito vengono alla mente punti nevralgici sia per il turismo che per il traffico commerciale come Bolzano centro, Bressanone, il Brennero, Rovereto, Riva del Garda e Arco, la zona di Pergine. "L' unica cosa importante è che la posizione consenta una frequenza degli ospiti relativamente elevata". L'obiettivo dichiarato da Subway in Trentino-Alto Adige è quello di aprire da tre a cinque nuovi ristoranti nei prossimi anni. Con un investimento di circa 120.000 euro, comunica l'azienda, è possibile aprire il proprio ristorante Subway senza la necessità di installare friggitrici o sistemi di estrazione del grasso.

 

"Il partner - prosegue l'azienda - è supportato e accompagnato da Subway in tutte le fasi: gli agenti di sviluppo dell’area accompagnano l’imprenditore prima, durante e dopo l'apertura, fornendogli tutti gli ingredienti che servono a preparare il suo personale menu di successo. Il partner può contare sulla ricerca della località più promettente alla valutazione mensile dello sviluppo del business e del supporto all'espansione. Il sistema Subway è semplice e flessibile, in modo che la conoscenza gastronomica non debba essere per forza parte dell'equipaggiamento di base del franchisee. Potrebbe realizzare il suo sogno di lavoro autonomo senza correre troppi rischi, grazie alla possibilità di affidarsi ad un modello di business ampiamente consolidato".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 ottobre - 20:05

Ci sono 44 pazienti nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, nessuno si trova nel reparto di terapia intensiva ma 7 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 79 positivi a fronte dell'analisi di 1.521 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 5,2%

19 ottobre - 19:53

Mentre ci sono oltre 170 lavoratori che scioperano e lottano per i loro diritti, in consiglio provinciale l'assessore competente ha fatto il punto sulla loro situazione spiegando: ''E’ chiaro che non è intenzione della Pat assecondare decisioni che impattano negativamente sulle condizioni di benessere dei lavoratori, che sono i nostri lavoratori trentini, ma non possiamo però ignorare le istanze che vengono dal tessuto produttivo''. Per il segretario della Cgil ''Fugatti abbandona i lavoratori al proprio destino''

19 ottobre - 17:44

Sono stati analizzati 1.521 tamponi, 79 i test positivi nelle ultime 24 ore. Il rapporto contagi/tamponi si attesa a 5,2%. Ci sono 6 classi in più in isolamento a causa dell'epidemia Covid-19

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato