Contenuto sponsorizzato

Addio allo storico negozio di animali vicino a Piazza Fiera. Dopo trent'anni chiude i battenti ''Florafauna''

Da domani non ci sarà più. Il titolare Giorgio Bianchi: "Il palazzo dovrebbe essere ristrutturato. Tra queste volte antichissime un tempo si trovava un fruttivendolo ma noi oggi abbiamo bisogno di nuovi spazi ed è per questo che ci troverete a Vete Azzurra, in via Torre Verde''

Di Luca Pianesi - 13 aprile 2018 - 13:31

TRENTO. In centro a Trento erano un punto di riferimento per tutti gli amanti degli animali. Da domani, dopo quasi 30 anni di attività chiude i battenti lo storico negozio "Florafauna" di via degli Orti, quello a due passi da Piazza Fiera, quello che generazioni di bambini andavano a visitare anche solo dall'esterno o nell'atrio, perché aveva di tutto, dai criceti ai conigli, dai pesci alle tartarughine, dagli uccellini ai cuccioli di cani e gatti (quando la legge lo permetteva). "Gli anni sono passati anche per questo immobile - spiega il titolare Giorgio Bianchi - un palazzo storico con volte alte tre metri e colonne del 1.200 che però avrebbe bisogno di qualche restauro. Un restauro che dovrebbe partire dall'alto e dovrebbe riguardare tutto il palazzo che, però, è rimasto completamente sfitto ormai quindi a noi non resta che spostarci". 

 

Ovviamente un po' a malincuore. "Lo abbiamo costruito in questi anni - prosegue Giorgio - un passettino alla volta. Gradualmente abbiamo alzato gli scaffali, portato le vasche per i pesci, visto crescere e cambiare i nostri clienti e le loro esigenze. In questi anni, infatti, c'è stata una grande evoluzione nel modo in cui ci si rapporta con gli animali. Si pensi che il primo negozio di animali di Trento risale agli anni della guerra e vendeva galline e galli vivi ad uso agricolo e come alimento. Poi era arrivato negli anni '50 il nostro predecessore, in Piazza Garzetti, rimasto lì fino agli anni '80 che era un negozio che vendeva di tutto dai fitofarmaci, ai veleni per le piante, al mangime per cani e gatti. E che poi si è spostato qui, in via degli Orti, dove poi sono arrivato io". 

 

Florafauna chiude i battenti

 

Giorgio ha trascorso buona parte della sua attività lavorativa sotto le volte del Florafauna "uno spazio che prima era adibito a magazzino per frutta e verdura perché è il classico immobile che resta freddo d'estate e caldo d'inverno - aggiunge ancora - e che, poi, una volta divenuto negozio per animali faceva parte dei punti vendita di Veterinaria Tridentina assieme a quello di via Palermo e a Vete Azzurra, la parafarmacia veterinaria di via Torre Verde". Ed è proprio in via Torre Verde che si trasferirà Giorgio con la collega Sonia Zanetti. "Ci trasferiamo a Vete Azzurra - completa - così in quegli spazi ci sarà sia il negozio, con tutto quel che si trovava nel nostro, che la parafarmacia veterinaria".

 

Una struttura completa in spazi moderni e più razionali a due passi dal centro. Resta, però, che un pezzo di storia del commercio trentino se ne va portandosi via i ricordi di tanti avventori che lo hanno frequentato.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 dell'08 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

09 luglio - 13:11

L'assessore all'istruzione della Provincia di Trento si è distinto nelle ultime settimane per aver presenziato alle riaperture di tutte le scuole dell'infanzia possibili e immaginabili, con foto di lui in ogni posizione, e comunicati stampa al limite della propaganda. Il mondo della scuola resta tra quelli più trascurati dalla Giunta Fugatti e ancora non si hanno certezze circa le modalità di ritorno alle lezioni

09 luglio - 12:32

Dopo il lancio dell'iniziativa "Un fiume di idee", con cui il candidato per il centrosinistra alle Comunali di Trento ha chiesto dei pareri ai cittadini nell'impossibilità di avere incontri in presenza, sono stati presentati i risultati. Maggiori investimenti sulle piste ciclabili dedicate, attenzione alla socialità dei più piccoli e ripresa della attività culturali sono state indicate come le priorità. E sulla sicurezza: "Altri candidati giocano sulla paura, noi no. I cittadini sono maturi"

09 luglio - 13:07

Superata la tensione, per la capo pattuglia, madre di due bambini, c’è stato spazio per un momento di commozione, in particolare quando la piccola, felice anche per essere salita a bordo di un’auto della polizia, è stata riportata dal padre che ha ringraziato i soccorritori

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato