Contenuto sponsorizzato

Basket, calcio e rugby, il merchandising trentino di Essebie sbarca nel mondo sportivo: "Nel periodo di crisi abbiamo avuto il coraggio di investire"

L'azienda affonda le radici nel 1985, quando Sergio Bisesti, un orologiaio, ha l'intuizione di aprire una ditta di personalizzazione gadget e inizia proprio dalla sua passione, cioè gli orologi. Dal 2008 la società è nelle mani dei figli, Alessandro e Mirco: "Una storia trentennale fatta di piccoli e grandi passi"

 

Pubblicato il - 08 febbraio 2018 - 12:50

TRENTO. Aquila Basket, Ac Trento calcio e Rugby Trento hanno un fattore in comune, Essebie. Penne e tazze, t-shirt e agende, zaini e chiavette Usb. Tutto il merchandising è targato dalla realtà trentina leader nel settore

L'azienda affonda le radici nel 1985, quando Sergio Bisesti, un orologiaio, ha l'intuizione di aprire una ditta di personalizzazione gadget e inizia proprio dalla sua passione, cioè gli orologi

 

Essebie cresce e, dopo essersi formati sulle orme paterne, i fratelli Alessandro e Mirco Bisesti subentrano nel 2008 alla guida della gestione societaria, rispettivamente come responsabile della parte commerciale e della produzione.

 

"Una storia fatta di piccoli e grandi passi - spiega Alessandro Bisesti - ma anche di scelte difficili e coraggiose. La crisi ha colpito duro anche il nostro settore e abbiamo attraversato momenti di sconforto, così come altri di grande entusiasmo". 

E sono tanti i gadget realizzati in questi anni da Essebie, come i supermercati Poli, il Muse e la Fondazione Bruno Kessler, Base Tuono a Folgaria e l'Università di Trento. "Nella nostra storia ci siamo noi - evidenzia il responsabile della parte commerciale - la nostra voglia di fare e crescere, ma anche quella del cliente, la sua attività e i suoi obiettivi. A questo si aggiunge esperienza e passione".

 

Nel 2013 attraversate il momento più difficile della vostra gestione. "In quei momenti non ci siamo scoraggiati - prosegue Bisesti - abbiamo serrato le fila e deciso di investire: nuova sede e nuovi macchinari per aumentare la qualità dei nostri ricami e stampe. Una scelta difficile, ma che oggi ripaga degli sforzi fatti".

 

E Essebie riparte anche con il nuovo progetto 'Sticky Store': "Un piano brioso - aggiunge - per cercare di rinnovare e potenziare le nostre proposte. Oggi la nostra azienda fornisce una consulenza a tutto tondo ai propri clienti per valorizzare l'esperienza maturata negli anni, oltre alle competenze del team".

Una storia trentennale a conduzione famigliare che arriva così a 'Essebie 2.0' che segue tutta la filiera della personalizzazione. Innovativa, interattiva, pronta per accogliere le richieste e suggerimenti per evolvere e migliorare i propri servizi.

 

"Ora - conclude Bisesti - abbiamo aperto un'altra piattaforma, uno store online per riuscire a seguire tutti i processi e restare sempre competitivi sul mercato. E proprio in questo progetto abbiamo trovato la disponibilità delle tre principali realtà sportive del territorio, ma la possibilità di veicolare il brand e farsi ricordare sono infinite e si possono declinare per tutte le aziende".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 novembre - 19:26

Sono 478 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 51 in alta intensità. Sono stati trovati 143 positivi a fronte dell'analisi di 2.235 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,4%

24 novembre - 19:49

Un'operazione di questo tipo non era mai stata messa in campo nemmeno nella prima ondata ma la situazione è preoccupante e i positivi sono diversi sia tra i permanenti che nella protezione civile. Lo screening con tamponi molecolari avverrà a partire da mercoledì

24 novembre - 21:37

L'Apss ha elaborato nuove linee guida per la gestione dei casi positivi nei luoghi di lavoro. Un intervento sollecitato anche da Cgil, Cisl e Uil in quanto in materia Covid, isolamenti e quarantene le procedure sono diventate piuttosto caotiche

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato