Contenuto sponsorizzato

Itas e Irifor insieme per la prevenzione delle malattie della vista

Il nuovo progetto vede in particolare l'intervento dell'Unità mobile Oftalmica e fa tappa in nove località del Trentino per offrire ai soci assicurati della Mutua un appuntamento dedicato alla prevenzione della vista

Pubblicato il - 27 luglio 2018 - 13:13

 TRENTO. Prende sempre più forma la collaborazione tra Itas e Irifor, un piano pluriennale per sviluppare un progetto gratuito dedicato alla salvaguardia della salute dei cittadini.

 

Il nuovo progetto vede in particolare l'intervento dell'Unità mobile Oftalmica e fa tappa in nove località del Trentino per offrire ai soci assicurati della Mutua un appuntamento dedicato alla prevenzione della vista.

 

A bordo del camper dedicato alla prevenzione, personale specializzato con strumentazione all'avanguardia svolge uno screening alla vista per le principali patologie visive.

 

Dopo il primo appuntamento a Predazzo, questa iniziativa riprende in autunno e il calendario è fitto, da Rovereto (15 ottobre) a Riva del Garda (16 ottobre), da Tione (17 ottobre) a Lavis (18 ottobre), da Mezzolombardo (19 ottobre) a Malè (22 ottobre). E ancora Cles (23 ottobre), Levico (24 ottobre), Borgo (25 ottobre) e Trento (26 ottobre). 

 

La cooperativa sociale Irifor si occupa dal 2008 di prevenzione, riabilitazione, formazione e ricerca per persone cieche, ipovedenti e pluriminorate, mentre la collaborazione con Itas comincia nel 2016 e prosegue in questi anni con diverse importanti iniziative: tra sponsorizzazioni e sensibilizzazione, visite oftalmiche gratuite per i dipendenti della Compagnia, consulenza e soluzioni assicurative dedicate per persone ipovedenti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.27 del 27 Febbraio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 March - 11:10

La notizia è stata confermata dall'Azienda sanitaria altoatesina a il Dolomiti. In Provincia di Bolzano i controlli sulle varianti sono estesissimi e a pochi giorni fa erano già 630 i casi di mutazioni trovati

01 March - 05:01

I dati si stanno invertendo anche sul quadro delle ospedalizzazioni. Grande differenza pure sulla gestione delle varianti. In provincia di Bolzano sono stati trovati 630 casi (31 di mutazione sudafricana e 220 di inglese) mentre in Trentino sono 4 i casi di inglese finora identificati 

28 February - 14:32

Tra “poderia eser” e “orco can”, tra piazza Serra o la centralissima via Pennella, ci si fermerà alle fermate dell’intermodale o dell’Alba. Arriva in tavola Perzenopoly: il nuovo gioco creato dall’associazione culturale Forma Mentis Tridentinae nato dalla rivisitazione in chiave locale del famoso Monopoly

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato