Contenuto sponsorizzato

Itas e Irifor insieme per la prevenzione delle malattie della vista

Il nuovo progetto vede in particolare l'intervento dell'Unità mobile Oftalmica e fa tappa in nove località del Trentino per offrire ai soci assicurati della Mutua un appuntamento dedicato alla prevenzione della vista

Pubblicato il - 27 luglio 2018 - 13:13

 TRENTO. Prende sempre più forma la collaborazione tra Itas e Irifor, un piano pluriennale per sviluppare un progetto gratuito dedicato alla salvaguardia della salute dei cittadini.

 

Il nuovo progetto vede in particolare l'intervento dell'Unità mobile Oftalmica e fa tappa in nove località del Trentino per offrire ai soci assicurati della Mutua un appuntamento dedicato alla prevenzione della vista.

 

A bordo del camper dedicato alla prevenzione, personale specializzato con strumentazione all'avanguardia svolge uno screening alla vista per le principali patologie visive.

 

Dopo il primo appuntamento a Predazzo, questa iniziativa riprende in autunno e il calendario è fitto, da Rovereto (15 ottobre) a Riva del Garda (16 ottobre), da Tione (17 ottobre) a Lavis (18 ottobre), da Mezzolombardo (19 ottobre) a Malè (22 ottobre). E ancora Cles (23 ottobre), Levico (24 ottobre), Borgo (25 ottobre) e Trento (26 ottobre). 

 

La cooperativa sociale Irifor si occupa dal 2008 di prevenzione, riabilitazione, formazione e ricerca per persone cieche, ipovedenti e pluriminorate, mentre la collaborazione con Itas comincia nel 2016 e prosegue in questi anni con diverse importanti iniziative: tra sponsorizzazioni e sensibilizzazione, visite oftalmiche gratuite per i dipendenti della Compagnia, consulenza e soluzioni assicurative dedicate per persone ipovedenti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.22 del 09 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

10 dicembre - 05:01

La nuova Giunta della provincia di Trento non ha mai nascosto la sua contrarietà per dei progetti ritenuti troppo ''calati dall'alto'' anche se il calo delle risorse pubbliche impone delle scelte. In Trentino, tra l'altro, ci sono poco quasi 70 Comuni con meno di 1.000 abitanti contro una quindicina in Alto Adige eppure Kompatscher ha scelto (e ottenuto di finanziare) una strada opposta a quella trentina

09 dicembre - 19:38

In una conferenza stampa altisonante, la Lega trentina ha annunciato la sua presenza in piazza in concomitanza con il resto d'Italia per spiegare alla cittadinanza le politiche fiscali del governo giallo-rosso e per dire no a nuove tasse. Peccato che la manovra provinciale finisca proprio per aumentare le imposte (taglio delle esenzioni al pagamento dell'Irpef e dei ticket sanitari per tutti), colpendo i ceti più deboli e favorendo quelli più benestanti

09 dicembre - 12:52

L'usanza di rincorrersi tra "demoni" e "provocatori" è radicata nella tradizione. I Krampus accompagnano San Nicolò, lo scortano mentre dona dolci ai bambini buoni e si scatenano quando il santo se ne va, venendo poi "inghiottiti dalle tenebre". La violenza è parte dunque del rituale, e al di là di come la si consideri, il segreto per non rimanerne vittima è solo uno: tenersene lontani 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato