Contenuto sponsorizzato

La predica dell'arcivescovo contro le fake news: ''Ma anche la nostra vita è spesso un inganno''

Nell'omelia di San Vigilio monsignor Lauro Tisi afferma che "l’illusione di avere la verità in tasca è la nemica dichiarata del gusto per il dialogo. Semplificazioni imbarazzanti che si muovono solo tra bianco e nero, ci tolgono la capacità del discernimento del dato di realtà"

Pubblicato il - 26 giugno 2018 - 12:33

TRENTO. Nell'omelia della Festa di San Vigilio l'arcivescovo Lauro Tisi ha parlato delle fake news. "Nel nostro parlare quotidiano - ha spiegato ai fedeli - è ormai abituale quest'espressione inglese. Le cosiddette fake news, le notizie false,  portano a improbabili ricostruzioni dei fatti, alimentano rancori e indignate prese di posizione, dando vita spesso ad accesi dibattiti che non raramente sconfinano nell’insulto, infangando il buon nome delle persone".

 

Un problema grave, per il presule, "che desta, giustamente, un vero e proprio allarme sociale. Azzardo, però, una provocazione: la nostra vita personale è, spesso, una fake news". E a suffragare la sua tesi chiama in causa l'evangelista Giovanni: “Se diciamo di essere senza peccato, inganniamo noi stessi e la verità non è in noi”. 

 

"Come non riconoscere che la vita di ciascuno di noi presenta accanto a elementi positivi tutta una serie di vuoti, d’inconsistenze, d’incoerenze che la rendono spesso poco credibile? Dare ad essi un nome, potrebbe essere una salutare opportunità per riconoscere che l’umano personale di ognuno di noi si presenta incompiuto e attraversato dal grido e dalla sete".

 

Una presa di coscienza che Tisi non ritiene utile solo per il 'buon cristiano' ma per tutti i cittadini: "Questo non è tanto un dato religioso legato alla fede, quanto piuttosto un dato di realtà da cui partire se vogliamo costruire un futuro per tutti noi, Chiesa e società".

 

"L’illusione di avere la verità in tasca è la nemica dichiarata del gusto per il dialogo. La convinzione di sapere e di argomentare su tutto, toglie la gioia di imparare. Semplificazioni imbarazzanti -afferma Tisi - che si muovono solo tra bianco e nero, ci tolgono la capacità del discernimento del dato di realtà".

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 luglio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
02 agosto - 13:55
Negli ultimi 5 anni sono finiti nel lago di Garda 16.745 metri cubi di liquami provenienti dal depuratore di Linfano, ma le acque nere invadono [...]
Cronaca
02 agosto - 12:35
La provincia di Trento intende acquistare circa un centinaio di questi strumenti, il fabbisogno è stato calcolato sulla base dei [...]
Cronaca
02 agosto - 12:41
Riapre da mercoledì al Palafiere di Riva del Garda il punto per l'effettuazione dei tamponi sia per i residenti che per i turisti
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato