Contenuto sponsorizzato

L'Apt invita tutti in Val di Fassa, ma le immagini riprendono le Dolomiti e le piste bellunesi, infuria la polemica

Le vette dolomitiche non conoscono pace. Neppure il tempo di archiviare la querelle Alberto Angelo e la 'dimenticanza' di quelle bellunesi nel programma 'Meraviglie', ecco che una nuova 'polemica' infuria sui social network. Non è la prima volta che le Dolomiti passano il confine

Di Luca Andreazza - 25 gennaio 2018 - 20:58

TRENTO. Le Dolomiti, patrimonio Unesco, non conoscono pace. Neppure il tempo di archiviare la querelle Alberto Angelo e la 'dimenticanza' di quelle bellunesi nel programma 'Meraviglie. La Penisola dei tesori' (Qui articolo), ecco che una nuova 'polemica' infuria sui social network.

 

Questa volta è il turno della pagina ufficiale dell'Azienda per il turismo Val di Fassa finire nel mirino del popolo di facebook. Sabato scorso l'Apt ha postato una bellissima immagine per promuovere la propria località e la relativa offerta invernale: "Le Dolomiti premiano sempre chi le raggiunge di buon mattino...buon sabato di sci" e via di tag tra i quali anche Visit Trentino, Dolomiti Superski, Ski Area San Pellegrino-Dolomiti e Val di Fassa 2019.

La foto ritrae però le vette di Mulaz e Focobon, situate in Valle del Biois, e in minor parte le vette della Val Veneggia, facenti parte dell'area del Primiero. E arriva così la levata di scudi degli utenti veneti, scippati delle proprie vette.

 

L'Azienda per il turismo spiega che le immagini sono state scattate "dal Col Margherita, alla stazione a monte dell'impianto che è in Val di Fassa, così come buona parte della skiarea San Pellegrino. Il panorama che si gode da lassù, fortunatamente, non ha confini e quindi lo sguardo si allunga molto, raggiungendo diverse cime che sono Patrimonio Unesco di tutti".

Apriti cielo in quanto quello è territorio completamente veneto, Falcade in particolare, come le piste, mentre e anche lo sguardo spazia per la quasi totalità sulle vette bellunesi

Non è la prima volta che le Dolomiti bellunesi si spostano e passano inconsapevolmente il confine, tempo fa anche Trentino Marketing si era esibita in un doppio post che aveva fatto infuriare gli utenti del web. 

 

Il portale turistico Visit Trentino era riuscito a mettere a segno una doppietta di montagne bellunesi usate per promuovere il Trentino: il versante bellunese di passo Giau e quindi anche in quel caso il gruppo del Focobon (Qui articolo). Un errore e altrettante polemiche nel quale era incappata anche l'azienda Braulio (Qui articolo). 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 gennaio - 13:32

Il presidente della Provincia, assieme agli altri rappresentanti regionali leghisti, ha fatto da apripista del Capitano e ha cercato di sfoderare tre provvedimenti ''immagine'' adottati in Trentino nel primo anno di governo. Sul bonus bebè ha ricordato orgoglioso che ''non vale per tutte le famiglie'' (sia mai che si faccia una cosa per tutta la comunità) ma ha finito per esagerare sui ''limiti''

19 gennaio - 12:21

Erano all’incirca le 6e45 di mattina quando un furgoncino, parcheggiato in un garage, ha preso fuoco. Per diradare la coltre di fumo che aveva invaso il piano interrato i pompieri hanno utilizzato dei potenti ventilatori 

17 gennaio - 19:46

L’associazione cacciatori nel mirino di Filippo Degasperi: “Com’è possibile che l’ex direttore dell’Ufficio faunistico della Pat ricopra il ruolo direttore generale dell’Associazione Cacciatori Trentini, mentre si trova ancora in aspettativa?”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato