Contenuto sponsorizzato

Non Profit Network - CSV Trentino, il bilancio ha il segno più. ''Siete l'ossatura della nostra comunità''

Aumentano le associazioni socie rispetto all'anno precedente. il presidente Giorgio Casagranda: "Ci sono ottime ragioni per entrare a far parte della nostra base"

Di db - 01 giugno 2018 - 10:20

TRENTO. "Credo sia giusto sottolineare il grande valore del volontariato - ha affermato l'assessore Luca Zeni - perché quello che fate ogni giorno contribuisce a rafforzare l'ossatura della nostra comunità. Quindi grazie, un grazie che dovremmo dirvi più spesso".

 

Oltre a Zeni, hanno portato il loro saluto all'Assemblea di Non Profit Network - Csv Trentino anche l'assessora comunale Chiara Maule, anche a nome della sua collega di Giunta Maria Chiara Franzoia, il direttore della Fondazione Caritro Filippo Manfredi e Michele Lanzingher, il direttore del Muse che mercoledì scorso ha ospitato l'assise dei soci. 

 

"Noi rimaniamo sempre a disposizione per sollecitazioni, collaborazioni, per fare ancora meglio", ha concluso Luca Zeni rivolgendosi alla platea e passando poi il microfono al presidente del Csv Giorgio Casagranda, che ha descritto il contesto in cui si sta muovendo oggi il mondo del volontariato.

 

Un contesto di forte cambiamento per Terzo Settore in generale, ancora costellato di molte incognite legate ai decreti attuativi della nuova Riforma. Ma questo non ferma il volontariato e i volontari: la base sociale di Non Profit Network - CSV Trentino è cresciuta ancora, perché rispetto all’ultima Assemblea che registrava 123 associazioni socie del Centro, oggi le associazioni dono a quota 139.  

 

“Come ho detto tante volte, ci sono ottime ragioni per entrare a far parte della nostra base - ha spiegato Casagranda - innanzitutto le associazioni possono incidere a livello decisionale nelle scelte strategiche di Non Profit Network-CSV Trentino, facendo parte di una grande rete che sviluppa il volontariato nella nostra provincia”

 

Ma veniamo ai numeri, che anche nel 2017 sono stati positivi. Il Bilancio d’esercizio si chiude con un utile di 9.909,31 euro che andranno ad alimentare il patrimonio netto arrivato a 87.864,64 euro. Dal punto di vista gestionale, sono diminuiti i costi per la realizzazione delle attività tipiche dei CSV (promozione, consulenza, formazione, animazione territoriale e progettazione) di circa 50.000 euro (50.123,24 euro).

 

Come spiega Francesca Fiori, la coordinatrice, "si tratta dell’ 'effetto Riforma', una diminuzione dovuta al fatto che la Riforma impedisce ai Csv di erogare risorse a direttamente alle associazione, ossia di fare i bandi". Ciononostante, si può però dire che" ad una diminuzione dei costi non ha corrisposto una diminuzione delle attività".

 

Come è stato possibile? "Grazie ad un importante lavoro di collaborazione e co-progettazione con gli altri enti ed istituzioni che si occupano di Volontariato e sociale, grazie alla collaborazione con la Fondazione Trentina per il Volontariato sociale con cui è nato Svolta, un ufficio che si occupa di sostenere le iniziative delle associazioni tramite bandi specifici".

 

"Ma anche grazie alla collaborazione con il Comune di Trento-Politiche giovanili con cui abbiamo lavoro sulla comunicazione sociale realizzando la campagna Pensiamoci, e poi abbiamo lavorato sul tema Orti come bene comune grazie alla collaborazione con l’Ufficio Beni Comuni di Trento e il MUSE; nel 2017 abbiamo realizzato anche la prima edizione della Scuola di giornalismo di impatto grazie alla partnership con Madacarù- Festival tutti nello stesso piatto e Associazione Terra Onlus!"

 

Un  anno che si è poi concluso con la Festa al Volo, "per la quale ringraziamo anche ITAS Mutua, che oltre a sponsorizzare la festa è un importante interlocutore sui temi delle responsabilità delle associazioni". Per realizzare le attività nel 2017 sono stati spesi 339.265,36 euro a cui si sommano gli oneri di struttura pari a 157.542,13 euro per un totale di 496.807,49.

 

I proventi per la maggior parte derivano dalle Fondazioni Bancarie attraverso il Fondo Speciale Volontariato (ad oggi Fondo Unico Nazionale), ma già si intravedono i margini per  'vendere' servizi a chi per legge non ne ha diritto gratuitamente ma che comunque fa riferimento al CSV per la competenza e la professionalità che trova. In totale i proventi del 2017 sono pari a 506.708,80 euro, di cui 449.905,89 derivano dal Fondo Speciale Volontariato.

 

"Ma sono proprio le alleanze strategiche la parte più importante - conclude Francesca Fiori - non solo perché permettono di mettere a sistema i propri servizi e interventi rendendo tutto molto più efficace, ma perché permette di massimizzare risorse ed evitare inutili sovrapposizioni".

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 01:29

Se il Pd è il primo partito, la lista di Ianeselli è il secondo nel blocco del centrosinistra autonomista a quota 7,94%, tallonato dal Patt e poi da Futura. Nel centrodestra fa due consiglieri Fratelli d'Italia e tre la lista Trento Unita Merler Sindaco. La Lega piazza 5 esponenti

22 settembre - 20:12

Sono 13 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.355 i guariti da inizio emergenza e 558 gli attuali positivi

22 settembre - 18:37

Al terzo posto Marcello Carli, deludente per l'impegno profuso in campagna elettorale ma fermatosi di poco sopra il 5%. Un dato, comunque che doppia il Movimento 5 Stelle di Carmen Martini, intorno al 2,5% (cinque anni fa l'M5S aveva ottenuto l'8%) e anche Onda Civica di Filippo Degasperi che supera di poco gli ex colleghi di partito

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato