Contenuto sponsorizzato

Addio all'altalena degli Instagrammer: l'attrazione rimossa dall'azienda elettrica

Dondolarsi e fotografarsi sospesi sopra il lago di Garda era divenuta una moda. Ora rimane solo la vista spettacolare e c'è anche chi tira un sospiro di sollievo

Foto di Mirco Montagni, tratta da Instagram
Pubblicato il - 11 febbraio 2019 - 12:19

TRENTO. Eravate pronti con macchina fotografica o selfie stick? Fate dietrofront: l'altalena dalla spettacolare vista sul lago di Garda non c'è più.

 

Attaccata a un traliccio dell'alta tensione, sul Palom de Pèzol (Arco), l'altalena offriva una vista a dir poco mozzafiato sulla Busa. Proprio per questo motivo era da qualche tempo protagonista di moltissimi scatti fotografici postati su Instagram e Facebook. Un setting perfetto, insomma, per una fotografia da pubblicare sui social e raccogliere qualche like.

 

A lanciare (senza volerlo) una vera e propria moda era stato Mirco Montagni, un appassionato di mountain bike che su quei sentieri passa da anni, con una foto postata su Instagram.

 

Diversi gli articoli usciti sull'argomento e molte le persone che avevano in programma una gita sul Palom, magari da immortalare a favore del web. Ma che dovranno cambiare destinazione, a meno che non vogliano fare due passi e godersi lo stesso uno stupendo panorama. Come era prevedibile, vista l'installazione su un traliccio dell'alta tensione, l'azienda elettrica ha infatti fatto rimuovere l'altalena ai suoi addetti.

 

Un'attrazione stupenda, ma forse non in regola e un po' troppo pericolosa, insomma. Che prima di divenire virale era conosciuta solo da chi frequenta la zona, accessibile da San Martino e da Massone. E, sul web, non mancano nemmeno i commenti di chi si dice "sollevato" perché ora l'unica attrazione lì rimarrà la natura.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 novembre - 11:08

Per la giornata contro la violenza sulle donne pubblichiamo la lettera di Erika Perraro, sorella di Eleonora brutalmente uccisa tra il 4 e il 5 settembre 2019 a Nago. Una lettera dura che chiede un cambio di passo e di approccio al problema della violenza sulle donne. Perché i convegni e le promesse dei politici (che ogni 25 novembre si assomigliano ciclicamente) sono importanti ma la realtà vuole risposte diverse, rapide ed efficaci perché per troppe donne il tempo da perdere, purtroppo, è già finito

25 novembre - 13:27

Secondo una prima ricostruzione all’origine dell’incidente potrebbe esserci un sorpasso azzardato. Nel frontale sono rimaste ferite due persone: il 31enne alla guida dell’auto si trova ricoverato in rianimazione, la prognosi è riservata

25 novembre - 13:01

Sono giorni di grande suspance e fermento per gli chef che aspettano l'uscita delle guide. Nelle scorse ore Brunel e Ghezzi, due amici de Il Dolomiti, premiati con le forchette dal Gambero rosso 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato