Contenuto sponsorizzato

''Altalena'', gli alunni trentini da Mattarella: ''I bambini sono sempre uguali. Il nostro messaggio condiviso da tutta Italia''

La dirigente dell'istituto Trento 6, Pasqualin: ''Non abbiamo vinto il contest, ma è stato confortante sentire che il nostro pensiero è quello di tanti''

Foto tratta da Facebook
Pubblicato il - 13 maggio 2019 - 19:12

TRENTO. "Stiamo tornando da Roma, i bambini sono stati bravissimi e sono contenti. E anche noi lo siamo". Le parole sono di Paola Pasqualin, la dirigente dell'Istituto comprensivo Trento 6 (qui), quello dai cui alunni ha preso vita la canzone "Altalena", nata come risposta alla consigliera Katia Rossato (qui, qui e qui articoli). I bimbi delle scuole della Vela, delle Schmid e delle Bellesini non sono riusciti purtroppo riusciti ad aggiudicarsi il primo premio per la loro categoria, ma hanno avuto l'opportunità di incontrare il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e di condividere un messaggio importante, racconta la dirigente.

 

 

"Portami su, portami giù, portami via da chi mi dice che questo gioco che non è per me, che sto occupando un posto che deve essere di qualcun altro, sì deve essere di un bimbo bianco" sono alcune delle parole del testo della canzone che, con le musiche e il testo del maestro Alessio Zeni, ha conquistato un posto tra i finalisti nazionali del "TuttoMondo Contest" per le celebrazioni dei cento anni di Save the Children.

 

Nella sua categoria "Altalena" era candidata al primo posto assieme all'istituto comprensivo statale Praia a Mare, in gara con il video "Il rap dei diritti dei bambini", e Punto Luce Bari con il brano musicale "Il futuro nelle mani dei bambini". Un riconoscimento ulteriore che purtroppo non è arrivato.

 

Ma non fa niente, dice la dirigente Pasqualin, perché il momento formativo per i bambini c'è stato. "Siamo in treno, stiamo tornando - racconta al telefono - Ha vinto la Calabria con un testo rap, molto bello (il riferimento è all'istituto comprensivo statale Praia a Mare, ndr), ma noi siamo felici lo stesso. È stata una giornata piena di emozioni per i bambini e anche per noi".

 

Quindi il resoconto di questo lunedì 13 maggio: "Il presidente Mattarella ha salutato i bimbi presenti e fatto un breve discorso in cui ha richiamato le responsabilità degli adulti rispetto ai diritti dei bambini. Poi è stata la volta delle decisioni della commissione giudicatrice, di cui era parte anche Elisabetta Dami, la creatrice del personaggio Geronimo Stilton. Il messaggio è stato uno: ognuno deve fare il suo. E i bambini sono tutti uguali, in ogni tempo e in ogni luogo. È un messaggio che ci dà davvero conforto".

 

Durante la giornata sono stati presentati 260 lavori prodotti da bambini e scuole di tutta Italia. Anche visti i numeri, la delegazione trentina non ha purtroppo cantare la canzone "Altalena": "L'esibizione era prevista solo per i vincitori. Ma noi la cantiamo in treno" scherza (ma non troppo) la dirigente.

Sempre Pasqualin: "I bambini sono stati bravissimi e sono contenti. È stato bello sentire che tanti condividono il nostro messaggio. A volte ti sembra di essere in pochi a dire certe cose, ma sentire che non è così ti rincuora, ti dà la forza per continuare".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 novembre - 04:01

Mentre i positivi continuano a scendere, per la comunicazione ufficiale, siamo andati ad analizzare i dati completi per capire se anche i positivi agli antigenici calano. Ecco il focus su una decina di comuni con il confronto rispetto a una settimana fa. Ebbene se Pergine ha ridotto i contagiati attivi di 129 unità e Baselga di Piné è scesa, fortunatamente, sotto il 3% soglia critica per la ''zona rossa'' in molte altre realtà il totale di positivi è aumentato per un dato globale che si mostra stabile 

23 novembre - 17:44

Quando i carabinieri si sono affacciati dalla porta del bar, aperto nonostante le restrizioni, all’interno hanno individuato 9 clienti, di questi due non indossavano la mascherina. Stessa sorte anche per un altro locale della zona

24 novembre - 08:24

E' successo ieri, il piccolo stava giocando in casa mentre i genitori erano occupati in altre faccende. Ad un certo punto si è aggrappato ad un mobile che gli è poi caduto addosso. Inutili purtroppo i tentativi di tenerlo in vita

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato