Contenuto sponsorizzato

Criticatissima dalla Lega la canzone antirazzista L'Altalena applaudita a L'Aquila da Mattarella in diretta su Rai1

E' diventata un simbolo la canzone dell'Istituto comprensivo Trento 6 della Vela (contro il quale l'assessore Bisesti aveva annunciato approfondimenti) che parla di accoglienza, di rispetto, di amicizia di un parco giochi che non è di nessuno ma è di tutti e oggi è stata presentata all'inaugurazione dell'anno scolastico a 10 anni dal terremoto

Di Luca Pianesi - 16 settembre 2019 - 19:58

L'AQUILA. ''Piace così tanto che da Nord a Sud tutti la cantano''. Francesca Fialdini l'ha presentata così la canzone cantata dall'istituto comprensivo Trento 6 della Vela trasmessa in diretta su Rai1 questo pomeriggio e cantata davanti al presidente della Repubblica Mattarella. Lo scenario, infatti, era uno dei più prestigiosi di sempre: la cerimonia di inaugurazione dell'anno scolastico tenutasi a L'Aquila a 10 anni dal terremoto. Un momento solenne e importantissimo durante il quale è stata assegnata anche una medaglia a tutta la comunità scolastica aquilana come riconoscimento per l'impegno e la dedizione dimostrata in questi anni dal terremoto. Presenti il ministro dell'Istruzione Lorenzo Fioramonti alla presenza del oltre al presidente della Repubblica. 

 

 

 

 

E nel pomeriggio la canzone ''trentina'' composta dal maestro Alessio Zeni e cantata dai bambini dell'istituto comprensivo "Trento 6" della Vela ha strappato gli applausi nientemeno che della massima carica dello Stato d'altronde come poteva essere altrimenti: una canzone che parla di accoglienza, di rispetto, di amicizia di un parco giochi che non è di nessuno, ma è di tutti, dove i bambini devono poter giocare sempre e comunque insieme senza divisioni. Una canzone che, però, si ricorderà, in Trentino ha destato molto scalpore. Da un lato perché ''nata'' quasi come reazione alla prima intervista da consigliera provinciale, della leghista Katia Rossato che aveva spiegato come, secondo lei, non ci fosse più posto al parco giochi per i nostri bambini perché occupati da fantomatici immigrati

 

Dall'altro l'alto perché dopo che la canzone era stata realizzata tutta la Lega, fresca di vittoria alle elezioni provinciali, si era indignata tanto che l'assessore all'istruzione Bisesti (QUI ARTICOLO) aveva annunciato: ''Già nella mattinata di sabato mi sono attivato per fare chiarezza sulla canzone Altalena, canzone che pare di chiaro contenuto politico e che ha visto coinvolti alcuni bambini delle elementari. Voglio rassicurare i genitori sul mio impegno costante affinchè ci sia un’istruzione che possa formare cittadini liberi e coscienti nel pensare''. 

 

Dei suoi approfondimenti non si è più saputo niente. Al contrario, quel che ormai in tutta Italia conoscono è la canzone dell'istituto comprensivo Trento 6 che strappa applausi, provoca ammirazione e viene cantata anche in altre regioni (QUI ARTICOLO). Oggi, poi, quei bambini grazie all'intuizione formativa di chi in quella scuola lavora, hanno avuto la grande occasione di cantare davanti alla massima carica dello Stato, in diretta tv, su Rai1, in un contesto impattante come quello de L'Aquila. Una bella storia, un grande esempio di come la cultura e l'istruzione possano volare lontano anche senza (o forse proprio senza) la zavorra della politica.  

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 ottobre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 ottobre - 06:01

Dopo lo scontro dei giorni scorsi, non si fermano le polemiche. Il consigliere provinciale Alex Marini ha pubblicato su facebook la notizia che verrà querelato per le dichiarazioni alla stampa sul collega ed altri. Filippo Degasperi risponde, non risparmiando critiche per l'atteggiamento e i diversi punti sollevati dall'intervista incriminata. E chiede ironico: "Ma chi è, Savonarola?"

17 ottobre - 19:13

La vicenda legata alla serata organizzata dall'Udu (e saltata perché ci sono stati dei problemi con la documentazione) è finita sulla prima pagina del Giornale soprattutto per la protesta del Collettivo Refresh contro il giornalista. Una protesta dai toni sbagliati che ha prestato il fianco a una descrizione di Trento da anni di piombo. Bisesti non ha smorzato la polemica mentre il Rettore e l'Udu hanno spiegato come sono andate le cose

17 ottobre - 20:01

L'incidente è avvenuto al confine tra Mantova e Verona. Sul posto la polizia stradale e le forze dell'ordine. Il soccorsi sanitari non hanno potuto far altro che constatare la morte del giovane 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato