Contenuto sponsorizzato

Dallo slow brunch all'aperitivo fashion, caffè d'autore e museo dell'olio d'oliva, i Mandico ripartono dalla Spiaggia degli Olivi

Archiviata l'esperienza alle Antiche Mura, sempre a Riva del Garda, la nuova sfida si articola all'interno della cornice, unica, del vecchio edificio nato nel 1933 dalla matita dell'architetto Giancarlo Maroni, amico di Gabriele d'Annunzio

Di Luca Andreazza - 15 novembre 2019 - 21:19

RIVA DEL GARDA. I fratelli Mandico ripartono dalla Spiaggia degli Olivi. Archiviata l'esperienza alle Antiche Mura, sempre a Riva del Garda, la nuova sfida si articola all'interno della cornice, unica, del vecchio edificio nato nel 1933 dalla matita di Giancarlo Maroni, amico di Gabriele d'Annunzio, tanto che tra gli altri progetti è architetto di alcuni arredi del Vittoriale, la ex Villa Canali, oggi denominata "Piccolo Vittoriale".

 

Un edificio storico, inaugurato il 3 giugno 1934, ristrutturato e riqualificato dall'architetto Calzà, il quale ha ripreso i contenuti essenziali e salvaguardato nel limite nel nuovo utilizzo lo stile caratteristico degli edifici maroniani. L'idea è quella di trasformare la Spiaggia degli Olivi in un punto d'incontro, pensato per un pubblico raffinato, sensibile al gusto del dettaglio e della qualità.

 

Nuova location, quindi, per la brigata di cucina di Carmine e Gianluigi Mandico, ischitani d’origine, anni d’esperienze in prestigiose strutture "stellate", quale quella di Norbert Niederkofler in Alta Badia. Nella mente della nuova gestione, la Spiaggia degli Olivi non vuole essere un semplice stabilimento balneare, ma nemmeno un banale ristorante, quanto un luogo d’incontri. Un progetto da condividere con la cittadinanza per far rivivere questo luogo.  

 

Un locale poliedrico in grado di valorizzare le sue diverse anime, quali "Restaurant" e "Event Hall & Music Club"per un'offerta innovativa, come i fratelli sono riusciti portare nel capitolo delle Antiche Mura. In questa nuova sfida si passa dal museo dell’olio d’oliva al caffè d'autore accompagnato da una pasticceria di qualità, dallo slow brunch all'aperitivo fashion, dalla dinner gourmet all’after dinner a volte caratterizzato da serate live dove si alterneranno artisti di fama.

 

L'atmosfera sarà calda e accogliente con una forte personalità, ma il design allacciarsi alla memoria storica presente nei dettagli architettonici. Le piazze rivolte al lago, come l’entrata e il perimetro esterno, immerse nella vegetazione per valorizzare gli olivi circostanti.

 

Nell'idea dei fratelli Mandico, la Spiaggia degli Olivi è chiamata, poi, a ospitare manifestazioni di ogni tipo, ma è disponibile per eventi anche diurni, show case, meeting, workshop, matrimoni e feste private. La capienza interna è di 70 coperti per le cene placè mentre per le cene a buffet si arriva anche a 150 persone mediante l'utilizzo degli spazi esterni. Ovviamente durante la bella stagione le capienze sono destinate a aumentare.

 

Insomma i fratelli Mandico ripartono (ancora) a Riva del Garda tra sapori vintage e stile contemporaneo alla ricerca di un'ambiente internazionale. Un'offerta gastronomica sulla sponda trentina del lago sempre più di qualità, sempre più proiettata nel futuro.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 07 dicembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

09 dicembre - 12:52

L'usanza di rincorrersi tra "demoni" e "provocatori" è radicata nella tradizione. I Krampus accompagnano San Nicolò, lo scortano mentre dona dolci ai bambini buoni e si scatenano quando il santo se ne va, venendo poi "inghiottiti dalle tenebre". La violenza è parte dunque del rituale, e al di là di come la si consideri, il segreto per non rimanerne vittima è solo uno: tenersene lontani 

09 dicembre - 13:08

L'Ente Nazionale Protezione Animali chiede ai primi cittadini delle ordinanze. Già il Consiglio comunale di Rovereto ha scelto di mettere dine ai fuochi d'artificio

09 dicembre - 05:01

C'è anche nel masterplan di sviluppo del Bondone ''Necessario tenere in considerazione gli importanti cambiamenti climatici in atto e valutare quindi con attenzione la necessità di anticipare un cambio di prospettiva dell’offerta turistica", ma la discussione politica non sembra ancora cominciata

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato