Contenuto sponsorizzato

Dopo le polemiche via libera al bilancio dell'Apt e al terzo mandato (con ritocco) per Bertagnolli

Un'assemblea dei soci elettiva per rinnovare le cariche. Rientra in Cda l'assessore Stanchina per Maestranzi. Nessun accenno alle tensioni in consiglio comunale delle scorse settimane, se non qualche risposta al consigliere delegato al Bondone, assente all'appuntamento

Foto di Daniele Mosna
Di Luca Andreazza - 06 maggio 2019 - 21:21

TRENTO. L'Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi fa quadrato nell'assemblea dei soci dopo le tensioni in consiglio comunale delle scorse settimane per un ordine del giorno duro (Qui articolo) sul ruolo dell'ente turistico (Qui articolo). Un momento elettivo per rinnovare le cariche. E Franco Aldo Bertagnolli incassa il via libera, candidato unico, per il terzo mandato in qualità di presidente e aumento di stipendio che passa da circa 17 mila a 24 mila euro lordi l'anno per la responsabilità legale in capo al vertice dell'Azienda per il turismo. 

 

Altra staffetta stile Gianni Rivera-Sandro Mazzola (con le debite proporzioni) tra l'assessore Roberto Stanchina e il consigliere delegato Dario Maestranzi. Il titolare a commercio e turismo riprende posto al tavolo del consiglio di amministrazione dopo tre anni d'assenza. Un Cda che scende di unità, passa da 17 a 15 teste

 

Lista unica e dentro fino al 2021 Gloria Bertagna, Camilla Girardi, Maria Teresa Lanzinger, Francesco Antoniolli, Enzo Bassetti, Lorenzo Labalestra, Paolo Prada, Natale Rigotti e Fulvio Rigotti, quindi Andrea Vilardi per il Comune di Trento, Nicola Fioretti per quello di Aldeno, di cui è sindaco, Cimone e Garniga Terme, quindi Maria Ceschini e Gianni Bressan per rappresentare le amministrazioni di Cavedine, Madruzzo e Vallelaghi. 

 

Approvato e votato anche il collegio sindacale, composto da Luisa Angeli (presidente), nominata dal Comune di Trento, e da Disma Pizzini, Giacomo Bernardi e i sindaci supplenti Aurelio Veneri e Antonio Borghetti, quest’ultimo designato da palazzo Thun.

 

Nonostante un consiglio comunale particolarmente difficile e alcune commissioni tese, l'assemblea dei soci scorre tranquillo, senza sussulti e contraccolpi. Insomma si tace e si acconsente, anche se indirettamente arrivano alcune risposte ai proponenti dell'ordine del giorno, compreso Maestranzi, che sarebbe stato attaccato da Alberto Dalla Pellegrina, senza replica in quanto il consigliere delegato non era presente. 

 

L'assessore Stanchina avrebbe parlato di orgoglio per il Cda uscente e per la capacità gestionale della direttrice Elda Verones nel mantenere controllo e nervi saldi in questo ultimo periodo particolarmente turbolento per la compagine aziendale. In quel consiglio comunale il nodo era la trasparenza dei bilanci, ma i conti sono in ordine e rispettano le normative. L'esponente del Patt avrebbe quindi affermato che sono pronti a confronti e controlli senza problemi, sarebbe bastato votare "Sì" invece di "No" quella sera, finita 18-18 e documento bocciato. Una chiamata a difendere la società e preservare quanto funziona: qualche altro terremoto ci sarà, avrebbe aggiunto, soprattutto nel percorso che porta alla campagna elettorale.

 

Prima di tutti avrebbe preso la parola il sindaco, Alessandro Andreatta, per un parallelo sulla sua entrata in politica e l'impegno degli imprenditori nel settore e nell'Apt. Le parole chiave: competenza e passione, generosità e tempo, energia e esperienza.

 

Il compito di ognuno non sarebbe quello di mantenere lo status quo (suona un po' una risposta, sempre, a Maestranzi, al quale sono stati fatti i complimenti per l'impegno da delegato al Bondone), ma migliorare tutti insieme. Ci sarebbero stati momenti dialettici, anche accesi e aspri, anche in passato ma il confronto è il sale del lavoro e dell'attività. Poi, avrebbe aggiunto, ci vuole il rispetto per il ruolo di ognuno. Gli sforzi devono andare verso la condivisione e corresponsabilità per raggiungere il bene comune. Infine un accenno al Bondone, quartiere della città, area da tutelare alla ricerca di un'equilibrio tra protezione della fragilità, promozione, eventi e sviluppo.

 

Si è approvato poi il bilancio e si è tracciato il punto dei risultati raggiunti negli ultimi 12 mesi. "Credo che il quadro d’insieme – afferma Bertagnolli, numero uno dell'Apt – premi il lavoro svolto dalla nostra azienda negli anni. La strada della differenziazione dell'offerta per raggiungere sempre più turisti è quella giusta. Per il futuro dobbiamo puntare su prodotti turistici innovativi e su una promo-commercializzazione a largo raggio d’azione con l'obiettivo preciso di aumentare la spesa media del turista sul territorio ed il tasso di occupazione del sistema ricettivo".

 

Un 2018 particolarmente ricco per la città tra eventi e iniziative, come l’Adunata degli alpini, della prima edizione del Festival dello sport e della tappa del Giro d’Italia, senza dimenticare l’acquisizione del ramo espositivo e del Mercatino di Natale, prima in capo a Trento Fiere. Novità anche per il 2019 tra #Traverse19, evento dedicato a blogger e influencer, e la ricorrenza del centenario di Chiara Lubich.

 

"Credo che il mix tra offerta culturale e natura, enogastronomia e sport sia il punto di forza del nostro ambito - commenta Verones - i risultati hanno attestato una crescita costante e strutturale degli arrivi e delle presenze sul territorio. Si tratta quindi di un percorso consolidato, che incoraggia noi e tutti gli operatori, con i quali diamo vita ad un'unica grande squadra. L'importante è continuare sulla strada intrapresa, guardando al futuro con spirito innovativo".

 

I numeri illustrano poi che comparto alberghiero e extralberghiero hanno soggiornato nell’ambito Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi 395.450 ospiti, il 7,8% in più rispetto al 2017, mentre in tema di pernottamenti, il dato finale è di 1.187.208, che vale un 6,1% in più rispetto al 2017. Bene il trend dal 2014 al 2018: +36% gli arrivi e +21% le presenze.

 

"I dati relativi alle provenienze straniere - continua la direttrice - confermano le scelte strategiche di promo-commercializzazione che da qualche anno, in collaborazione con Skirama Dolomiti e Trentino Marketing. Se consideriamo i valori assoluti le provenienze degli arrivi stranieri mostrano come il primo mercato sia quello tedesco con 50 mila arrivi annui e un’incidenza del 30% sul totale dei nostri clienti non italiani". 

 

Approvato all'unanimità il bilancio dell'Apt: entrate a quota 3.373.103,96 euro, uscite a 3.365.585,99 euro per un utile di esercizio di 7.517,97 euro destinato a riserva legale.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 novembre - 20:20

Sono 476 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 50 in alta intensità. Sono stati trovati 93 positivi a fronte dell'analisi di 1.484 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,3%

23 novembre - 19:10

Ecco come cambiano le regole di comportamento se in casa qualcuno avverte dei sintomi legati al coronavirus. La “regola dei 21 giorni” di isolamento e le altre istruzioni, l’Apss: “Le persone asintomatiche dei servizi essenziali continueranno a lavorare con la mascherina, poi in quinta giornata faranno un tampone”

23 novembre - 18:32

Il tema è quello dell'apertura degli impianti per il periodo di Natale e Capodanno, ipotesi in questo momento bloccata da Roma. Nel tentativo di forzare una decisione diversa, la Provincia di Trento e quella di Bolzano, valle d'Aosta, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Veneto e Piemonte hanno trovato un'intesa unanime sul protocollo di sicurezza

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato