Contenuto sponsorizzato

Grazie ad Astro il carpione (ormai praticamente scomparso) torna ad essere allevato. E' il Guizzo di Gusto assieme a trote e salmerini

L'associazione troticoltori trentini ha presentato le linee guida del presente e del futuro basate su sostenibilità e attenzione per la qualità del prodotto. E da domani si pensa anche a produrre l'Omega 3 a scopo farmaceutico 

Di Nicole Genetin (Liceo Sophie Scholl) - 10 giugno 2019 - 16:45

TRENTO. Il carpione come chicca unica e irripetibile (nel senso che c'è solo in Trentino e praticamente solo grazie ad Astro sarà recuperato e valorizzato dal punto di vista culinario). Qualità e sostenibilità come linee bisettrici da seguire anche in futuro. L'associazione troticoltori trentini ha presentato progetti presenti e futuri nella magnifica cornice di Palazzo Roccabruna a Trento. Tra questi anche “Guizzo di Gusto” un evento enogastronomico della durata di tre giorni (dal 7 al 9 giugno) che ha visto partecipare cinque ristoranti che hanno presentato ai clienti un menù con piatto forte la carne d'acqua dolce abbinato ad Altemasi Trento Doc: un menù dedicato al carpione, al salmerino alpino e alla trota al Ristorante Villa Madruzzo, Trattoria Al Tino, Hotel Everest, Ristorante Il Libertino, Trattoria Vecchia Sorni.

 

All'incontro di giovedì è stato più volte ribadito la volontà di Astro di coniugare qualità e tutela nei prodotti, in modo da presentare al consumatore un pescato di acqua dolce allevato in sintonia con l'ambiente e con tecniche sostenibili. Tra i presenti vi erano il direttore di Astro Diego Coller, Fernando Lunelli, responsabile della ricerca ittica della Fondazione Mach e l'assessora provinciale al comparto agricolo Giulia Zanotelli, che hanno affermato l'importanza di valorizzare il pesce trentino, non solo al fine di mantenere l'integralità delle zone montane, ma anche per garantire al pubblico un alimento ricco di proprietà benefiche come l'Omega 3, che grazie alla cooperativa Astro sarà a breve possibile acquistare nelle farmacie.

 

Alla presentazione sono state consigliate ricette golose ed innovative, che secondo gli esperti andrebbero ad esaltare il sapore di trote e salmerini. E' stato inoltre riproposto il carpione, pesce largamente apprezzato nei banchetti trentini del Medioevo (qui approfondimento) e che l'interesse e la ricerca di Astro hanno salvato dall'estinzione. Oggigiorno viene allevato nelle zone della Valsugana dalla Fondazione Mach, che ogni mese produce qualche decina di quintali di questa specie, ormai poco conosciuta dai palati contemporanei, visto che da 30 anni a questa parte è praticamente scomparso dalle nostre tavole.

 

Nel corso dell’incontro è stata inoltre presentata la pubblicazione trimestrale ‘Guizzo Trentino’, giunta al suo quinto numero. Rivista che premia ogni guizzo: d’ingegno, culturale, scientifico oltre che ittico.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 giugno 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 giugno - 14:04

Il mezzo era su Dro per intervenire per un malore venuto ad un escursionista sulla ferrata Che Guevara. Sul posto è stato subito mandato un altro mezzo mentre il Dauphin è atterrato in emergenza a Gaggiolo

20 giugno - 14:22

Il grande chef trentino si dedicherà a un altro progetto e così dal 17 luglio a guidare il ristorante della famiglia Lunelli ci sarà il ''miglior chef emergente d'Italia 2017''

20 giugno - 12:06

L'allarme è scattato intorno all'1 della notte tra mercoledì 19 e giovedì 20 giugno, quando i famigliari hanno allertato i soccorsi per il mancato rientro a casa della persona. Oltre 70 unità in azione, compreso le unità cinofile e elicottero

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato