Contenuto sponsorizzato

''La tempesta Vaia insegna ma è l'ambiente globale che deve interessarci'', tutti in piazza con gli studenti per il ''Fridays For Future''

Sindacati, esperti, cittadini, studenti (pubblichiamo il comunicato di una scuola di Pinzolo) e anche le comunità di accoglienza: domani ci sarà la grande manifestazione mondiale per promuovere un cambio di rotta della società volta a una maggior tutela dell'ambiente

Di Luca Pianesi - 14 marzo 2019 - 16:16

TRENTO. ''Le comunità di accoglienza del Trentino Alto Adige ci saranno perché il destino delle nostre comunità ha una stretta relazione con le disponibilità di risorse strategiche, come ad esempio l’acqua, finora dispensata da ghiacciai che stanno scomparendo ad un ritmo vertiginoso''. Ci sarà anche il Cnca domani mattina assieme agli studenti e ai tanti cittadini che alle 9 si riuniranno in via Verdi per prendere parte alla marcia che si terrà in contemporanea in tutto il pianeta, per la tutela dell'ambiente.

 

L'obiettivo della giornata è quello di rilanciare i diritti del pianeta Terra che per troppo tempo sono stati dimenticati. Per farlo anche a Trento è nato il movimento “Fridays For Future” grazie all'impegno di un gruppo di studenti che in poco tempo sono riusciti a coinvolgere altre fasce della popolazione.

 

E così, dopo l'adesione di diversi esperti di tematiche ambientali (queste le firme: Azra Alikadić, Roberto Barbiero, Massimo Bernardi, Emanuela Bozzini, Christian Casarotto, Mariarita Cattani, Antonella Cristofori, Claudio Della Volpe, Emanuele Eccel, Damiano Gianelle, Lorenzo Giovannini, Alessandro Gretter, Lavinia Laiti, Paulo Lima, Elvio Panettieri, Laura Pretto, Annapaola Rizzoli, Serenella Saibanti, Silvia Silvestri, Sara Verones e Dino Zardi), di sigle sindacali come la Fenalt, che ha proposto un grande sciopero generale per favorire la partecipazione di lavoratori e dipendenti, o come la Cgil, la Cisl e la Uil che hanno già annunciato che parteciperanno alla manifestazione, ecco arrivare anche il mondo del volontariato.

 

L'annuncio lo ha dato lo stesso presidente regionale per il Trentino Alto Adige Claudio Bassetti che spiega: ''La tempesta Vaia che ha devastato soprattutto le foreste del Trentino e del Veneto ci ha messo di fronte ad una delle conseguenze drammatiche del riscaldamento globale del Pianeta Terra. Più velocemente di quanto fossero le previsioni pessimistiche di inizio secolo, il clima comincia a condizionare in modo molto significativo la vita di noi tutti. Ma tale considerazione, che è generale, non sembra modificare le politiche messe in atto da chi ci governa. Proprio per questo come Coordinamento delle comunità di accoglienza saremo a fianco di chi domani manifesterà per le vie di tutta l’Italia e anche a Trento, a fianco di quelle migliaia di giovani a cui si sta sottraendo futuro e che stanno parlando a nome di tutti''.

 

Tra questi giovani ecco anche i ragazzi della scuola secondaria di primo grado di Pinzolo che hanno inviato questo documento che pubblichiamo integralmente.

 

 

 

 

''Siamo a fianco di chi manifesta - spiega ancora Claudio Bassetti - perché siamo anche abitanti di questa Terra, e sappiamo che il cambiamento climatico ha già effetti pesantissimi su vaste aree del mondo provocando siccità e desertificazione, causando di conseguenza milioni di profughi ambientali e guerre per il controllo delle risorse essenziali. Non saranno i muri, i fili spinati e la chiusura dei porti a fermare chi fugge da ambienti ormai invivibili. La lotta per un cambiamento di rotta nei consumi e nelle politiche di sviluppo è indispensabile a livello planetario. Occorre prendere coscienza dei rischi di un clima che sembra fuori controllo; occorre che chi ha responsabilità di governo agisca fin da subito con politiche coerenti. Tutto ciò può favorire un’operazione di pace, integrazione e giustizia di cui sentiamo una grande necessità.''

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 novembre - 04:01

Mentre dal 15 al 25 novembre i positivi comunicati da Fugatti e Segnana ai trentini sono passati da 3.099 a 2.461 quelli veri a Trento città sono passati da 2.240 a 2.500 e mentre il livello di contagio pare stabile i dati comunicati dalla Pat fanno salire enormemente il gap con tutti gli altri territori nel rapporto tra positivi e ricoveri, decessi e terapie intensive (dati, questi, che non si possono interpretare) e anche l'ex rettore Bassi conferma: ''Con impegno e costanza degni di miglior causa, il Trentino è riuscito a emergere nel panorama nazionale come una anomalia sempre più evidente''

26 novembre - 19:14

La discussione è stata avviata nella Quinta Commissione in Provincia ma il tema era già nato lo scorso anno. Claudio Cia ha presentato un disegno di legge per fare in modo che la scelta del presidente dell'Opera Universitaria ricada in capo solo alla Provincia. Appoggio da parte dell'assessore Bisesti ma è già scontro con le opposizioni  

27 novembre - 08:10

La richiesta arrivata nel 2012 ha permesso ad una società di accedere ai contribuiti di un finanziamento del Fondo europeo di sviluppo regionale. Dovevano essere rispettati dei vincoli ma le indagini della Finanza hanno scoperto che la società non ha mai avuto una sede sul territorio provinciale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato