Contenuto sponsorizzato

"Un aiuto a dire addio", un percorso per elaborare il lutto: "Uno spazio per parlare del proprio caro ed esprimere le proprie emozioni"

Il 17 e il 24 settembre, e poi martedì 1 ottobre, tre serate per elaborare la perdita e trovare nuove risorse per affrontare momenti di solitudine e sofferenza. L'obiettivo dell'iniziativa, promossa dall'associazione auto mutuo aiuto di Trento, è quello di creare un piccolo gruppo di sostegno che, attraverso incontri settimanali, aiuti chiunque stia affrontando la scomparsa di una persona cara

Di Arianna Viesi - 09 settembre 2019 - 22:21

PERGINE. "Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale | E ora che non ci sei è il vuoto ad ogni gradino". Eugenio Montale, in una delle sue più celebri composizioni, parla così della scomparsa dell'amata moglie Drusilla. Il vuoto, ad ogni passo gradino respiro. Quel vuoto con cui, ciascuno di noi, ha dovuto - deve o dovrà - far pace. Un vuoto ingombrante, pieno e pervasivo. "Né più mi occorrono le coincidenze, le prenotazioni | le trappole, gli scorni di chi crede | che la realtà sia quella che si vede", scrive Nobel per la letteratura nel '75.

 

Perdere qualcuno (qualsiasi volto abbia, questo qualcuno) è il vuoto. È perdere la sua voce, i suoi gesti, il suo modo d'incedere. È perdere i suoi occhi, le sue mani, le sue smorfie. È perdere, inevitabilmente, anche (molto di) noi. Di quello che siamo stati, che siamo, o che potremmo essere. Affrontare la fatica (perché sì, è faticoso) e il dolore della perdita è difficile. Una scala che, ognuno di noi, percorre a modo suo: con i suoi tempi, i suoi modi, con le sue fragilità e le sue risorse. Elaborazione del lutto, la chiamano gli psicologi.

 

E dal 17 settembre l'associazione Ama-Auto mutuo aiuto di Trento organizza, per questo, un apposito percorso a Pergine. Gli incontri si svolgeranno a Pergine, per l'appunto, presso la Sala del Centro Servizi. "In Provincia di Trento - spiega Ama - sono già attivi gruppi di auto mutuo aiuto per l'elaborazione del lutto: a Trento, Rovereto, Predazzo e Cles". "Un aiuto a dire addio", questo il titolo scelto per il percorso articolato in tre serate.

 

Si inizia martedì 17 settembre alle 20.30 con "Affrontare la solitudine nel lutto"; il 24 settembre, alla stessa ora, sarà la volta di "Le fasi del lutto e le risorse per attraversarle"; si chiuderà poi martedì 1 ottobre con "Spiritualità e religioni: il passaggio della morte". Al termine delle serate sarà proposto un percorso di sostegno in piccolo gruppo, con incontri a cadenza settimanale di un'ora e mezza. Il gruppo sarà sempre coadiuvato dall'esperienza di un volontario formato.

 

"Il gruppo - continua Ama - sarà l'occasione per ritagliarsi uno spazio. Uno spazio per parlare del proprio caro, innanzitutto, ed esprimere le proprie emozioni. È importante saper elaborare la propria perdita e trovare nuove risorse per affrontare momenti di solitudine e sofferenza. Fondamentale sarà anche l'aiuto che, ciascuno, potrà dare agli altri grazie alla propria esperienza di vita. Ci si potrà relazionare con persone che possono comprendere il nostro dolore perché anche loro lo stanno vivendo, ciascuno a proprio modo".

 

Ed è vero: gli altri non possono farsi carico del nostro dolore. Ma possono camminarci affianco, mentre scendiamo quella scala. Camminarci a fianco e rendere i nostri passi, anche solo per poco, un po' meno incerti, e un po' meno vuoti. Un modo per stare soli, ma insieme. 

 

Per informazioni e iscrizioni si può contattare direttamente l'Associazione Ama (QUI SITO), chiamando il numero 0461-239640 o mandando un'email all'indirizzo gruppi@automutuoaiuto.it.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 gennaio - 19:22

L'assessore Spinelli: ''Continua l'impegno della Provincia nei confronti dei soggetti deboli sul mercato del lavoro". Cgil, Cisl e Uil: "tutti i nodi critici sono irrisolti". L'ex assessore Olivi: "Agiscono sulle stretta ai requisiti di accesso, c'è un restringimento della platea dei beneficiari, proprio nel momento in cui il mercato del lavoro presenta il conto della transizione generazionale, si colpisce nella frattura della storia lavorativa di una persona''

24 gennaio - 13:35

Il consigliere Giorgio Tonini: “E’ questo un provvedimento che non può non trovare condivisione generale, proprio perché non si pone l’obiettivo di indagare e prevenire una forma specifica di odio, bensì tutte le rappresentazioni del sentimenti di intolleranza e discriminazione che accompagnano il quotidiano dell’intero Trentino”

24 gennaio - 16:03

Si tratta di un esemplare adulto rimasto vittima di un cavo d'acciaio che lo ha intrappolato al basso ventre. A casa dei bracconieri, padre e figlio, i forestali e i carabinieri hanno trovato anche altri palchi e altre mandibole di cervo, munizioni irregolari e armi modificate

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato