Contenuto sponsorizzato

A Bolzano un imprenditore dà dei buoni di 250 euro ai dipendenti da consumare nei negozi di vicinato. Four You: ''Un gesto bellissimo''

 La promozione riguarderà i dipendenti di Eurogest, Euregio Group, Signori Immobiliare, Amó, Infojuice, The Xpress ed Adacta per aiutare il commercio di vicinato in modo concreto, incentivando i consumi 

Pubblicato il - 09 dicembre 2020 - 17:09

BOLZANO. Un buono da 250 euro spendibile solo nei negozi di prossimità. E' questa l'idea di un imprenditore altoatesino, Omar Signori, che ha deciso di lanciare questa iniziativa per fare un atto concreto per aiutare da un lato i suoi dipendenti dall'altro i commercianti a ''chilometro zero'' che si trovano in grande difficoltà per la crisi legata al Covid. La promozione riguarderà i dipendenti di Eurogest, Euregio Group, Signori Immobiliare, Amó, Infojuice, The Xpress ed Adacta per aiutare il commercio di vicinato in modo concreto, incentivando i consumi. 

 

“Gestendo anche il marchio Amó - sottolinea Signori - che ha un punto vendita in via Milano a Bolzano tocco con mano ogni giorno cosa significhi l’importanza di un tessuto forte di commercio di vicinato. Faccio parte dell’associazione Four You e da qui mi è nata l’idea. I dipendenti, chiaramente, potranno spendere dove credono il buono purché siano attività locali e a chilometro zero, non franchising. Aziende gestite da altoatesini che tutti i giorni si alzano per mantenere vive le proprie strade”. Come, va detto, fa anche chi apre, gestisce o lavora nei franchising e in altri tipi di attività tutte di grande importanza per il tessuto sociale e imprenditoriale locale. 

 

Ma per Signori questa vuole essere una vera e propria riscoperta di valori. “Sì, questo periodo ci ha consentito di comprendere quanto siano importanti il contatto personale, la fiducia e le scelte ponderate - aggiunge -. Tutto sommato sono gli stessi valori che si riscontrano nel commercio di vicinato con la rete sociale che le imprese a conduzione familiare rafforzano. È un modo per esprimere a chi ci sta intorno apprezzamento e solidarietà”. 

 

Il meccanismo sarà molto semplice: il lavoratore farà il suo acquisto, pagherà e consegnerà una semplice lettera con le indicazioni amministrative per il commerciante (che dovrà sostanzialmente emettere fattura all’azienda di riferimento dopo aver incassato). Il rimborso arriverà ai dipendenti direttamente in busta paga.

 

Un'iniziativa che ha raccolto il plauso della presidente di Four You Elena Bonaldi: “Un gesto bellissimo fatto in un periodo essenziale per la nostra sopravvivenza come quello natalizio. È una scelta di sensibilità prima ancora che economica perché la ragione alla base è quella di una riscoperta di valori. Anche i nostri associati hanno accolto questa decisione con entusiasmo ed un filo di commozione. Siamo contenti che Omar abbia pensato a noi con tutte le sue aziende e siamo sicuri che i dipendenti ne saranno molto contenti''. 

 

Four You è quello che la stessa pagina Facebook dell'associazione definisce ''un centro commerciale a tutti gli effetti che non ha tetto e pareti''. Si sviluppa ''nel quadrilatero costituito dalle vie Torino, Milano, Dalmazia , Palermo passando per Piazza Matteotti che rappresenta un’ area della città dove il commercio è nato nei lontani anni ’60, e che racconta una parte importante della storia della nostra città''. ''Offriamo - proseguono - praticamente tutto ciò che offre un classico centro commerciale, negozi che vendono qualsiasi tipo di merce, bar, ristoranti, una piazzetta per far giocare i bimbi, farmacie e molti servizi utili''. Ad oggi sono oltre cento le attività che ne fanno parte e si contraddistinguono per la sedia verde esposta fuori e dall’adesivo sulla porta. 

 

''Ogni negozio - concludono - si impegna sia in termini economici che di energia a creare un quartiere più vivibile, più adatto al passeggio e più interessante (per esempio facendo installare le luminarie natalizie). Attrae visitatori attraverso l’organizzazione di eventi. Promuove la riscoperta della vita sociale. Organizza interventi formativi per i propri esercenti. Promuove le attività aderenti attraverso azioni di marketing e pubblicitarie. Coordina azioni che rendano il quadrilatero un luogo ideale per fare gli acquisti. C’è molto lavoro da fare, e ci vorranno anni per poter vedere cambiamenti concreti, ma noi di Four You crediamo nel nostro quartiere, con il Vostro aiuto potremo fare ancora di più, quindi vi aspettiamo in tutti i negozi che espongono il logo Four you per potervi raccontare cosa vorremmo fare, e ascoltare da Voi ciò che desiderereste''.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
28 settembre - 17:15
Gli imprenditori trentini guardano al futuro con fiducia ma non mancano le criticità. Un’azienda su 5 giudica il territorio in declino. [...]
Cronaca
28 settembre - 17:03
 Oggi si registrano 3 nuovi casi di bambini e ragazzi in età scolare. Tra i nuovi casi nelle fasce di età adulte, 4 hanno tra 60-69 anni, 1 [...]
Cronaca
28 settembre - 17:02
La poiana è stata impallinata nella zona di Tiarno di Sopra, ferita gravemente ad un’ala e al corpo, ha però continuato il volo per un breve [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato