Contenuto sponsorizzato

Aperti in mattinata, gli stand di Emergency chiudono dopo poche ore. Le scorte di panettoni sono andate "a ruba". "Risposta meravigliosa delle nostre comunità"

Gli stand di Emergency di Trento, Povo, Pergine Valsugana e Mezzolombardo, montati nella giornata di sabato 5 dicembre, sono stati anticipatamente chiusi. Tutte le scorte di panettoni venduti a sostegno dell'Ong di Gino Strada sono infatti andati a ruba. Il coordinatore per il Trentino Fabrizio Tosini: "Grande risposta delle nostre comunità, hanno apprezzato l'autenticità e la coerenza dell'organizzazione"

Pubblicato il - 05 dicembre 2020 - 17:57

TRENTO. In questi tristi tempi di emergenza sanitaria e economica, gioire per la chiusura di un'attività non è certo cosa da fare. In questo caso, però, lo stop anticipato delle vendite è frutto della grande risposta solidale, con il prodotto negli stand andato a ruba in poche ore. Si tratta del panettone di Emergency, l'organizzazione fondata da Gino Strada per portare le migliori cure nelle zone di guerra e ora impegnata nel fronteggiare anche l'emergenza Covid in Lombardia e Calabria.

 

Nella previsione della sezione trentina di Emergency, due giorni di stand, sabato 5 e domenica 6 dicembre, avrebbero dovuto permettere la vendita dei panettoni a sostegno dell'organizzazione tra Trento, Povo, Mezzolombardo e Pergine Valsugana. La grande partecipazione, però, ha reso necessario un anticipato e inatteso disallestimento degli stand nel primo pomeriggio della prima giornata.

 

Nonostante il meteo avverso, la risposta dei trentini è stata eccezionale. In poche ore, le scorte sono state esaurite. “E' bello aver raggiunto tutti insieme questo obiettivo – ha commentato il coordinatore Fabrizio Tosini – non sapevamo cosa aspettarci, visto anche il meteo poco favorevole. Per noi è la conferma che l'autenticità e la coerenza di Emergency vengono apprezzate e condivise, anche in tempi così difficili”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 gennaio - 19:43

Sono 333 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi di cui 6 in ospedale

16 gennaio - 17:59

Fugatti esulta: “Grazie ad un Rt sotto l’1 il Trentino rimane in zona gialla”, ma in conferenza stampa deve spiegare. Nel monitoraggio settimanale dell’Iss l’Rt del Trentino è indicato all’1.01. Nel frattempo Luca Zaia, nonostante un Rt di 0.96, ha chiesto e ottenuto di finire in zona arancione

16 gennaio - 18:29

Nella consueta conferenza sulla situazione Coronavirus in provincia di Trento, il direttore generale dell'Apss Pier Paolo Benetollo ha ribadito l'importanza di sottoporsi all'isolamento in caso di contatto con un positivo. "Il tampone è un utile strumento ma non in questo caso"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato