Contenuto sponsorizzato

Autoarticolati che bloccano le strade per Folgaria, Gottardi: ''Ipotesi divieto di transito? Va considerato l'impatto per il Veneto''

Dopo i tantissimi problemi causati dai mezzi pesanti soprattutto sulla strada che sale da Calliano (recentemente anche il caso di un'ambulanza in codice rosso rimasta bloccata) il consigliere di Onda Civica Filippo Degasperi ha presentato un question time in aula. La risposta dell'assessore è sembrata più concentrata a non creare problemi ai veneti che a risolverli ai trentini che rappresenta. Rech: ''Sappiamo del progetto di monitoraggio del traffico perché vediamo le telecamere ma non siamo stati coinvolti''

Di Laura Gaggioli - 06 ottobre 2020 - 18:12

TRENTO. “Verrà considerato l’impatto che un eventuale divieto di transito del traffico pesante avrebbe sul Veneto”. Questo un passaggio della risposta data dall'assessore agli enti locali della Pat, Mattia Gottardi, al question time del consigliere di Onda Civica Filippo Degasperi sul problema della viabilità dei mezzi pesanti sulle strade verso Folgaria che solo pochi giorni fa aveva messo a repentaglio la vita di un cittadino trentino. L'uomo, infatti, stava venendo trasportato in codice rosso all'ospedale quando, sulla strada che scende per Calliano, l'ambulanza si era trovata davanti un autoarticolato che ne aveva bloccato il transito (QUI ARTICOLO).

 

Era, quindi, dovuta salire da fondovalle un'altra ambulanza per caricarlo e, poi, portarlo finalmente al pronto soccorso. Un ultimo inaccettabile disagio legato al transito su queste tortuose strade di camion e autoarticolati che troppo spesso si incastrano e bloccano la viabilità per ore che ha richiamato l’attenzione del consigliere Filippo Degasperi che oggi, martedì 6 ottobre, ha deciso di presentare un question time in Aula sulla situazione delle strade degli Altipiani. All’interrogazione (che riguarda sia la statale 349, la Fricca, che la 350 da Calliano) l’assessore Gottardi ha risposto: “Sul tratto di strada ha avuto inizio il rilievo del traffico con le telecamere. I dati raccolti verranno illustrati entro ottobre al Commissario di governo, considerando anche l’impatto che un eventuale divieto di transito del traffico pesante avrebbe sul Veneto”.

 


 

Insomma nei pensieri dell'assessore trentino c'è il Veneto, preoccupazione senz'altro giusta e questione, certamente, da non trascurare ma lui resterebbe, almeno sulla carta, pur sempre un rappresentante del popolo trentino e pensare che chi lo ha eletto debba tenersi i problemi per non crearne ai cugini veneti stona un po' con il ruolo (e anche con le frasi che venivano usate in campagna elettorale da questa giunta, come ''prima i trentini'') che Gottardi ricopre. La risposta dell’assessore, infatti, non ha soddisfatto il consigliere Degasperi il quale ha replicato: “Basterebbe fare un giro e la valutazione sarebbe scontata. Si potrebbe dedurre dalla risposta che la Giunta non ritenga necessario intervenire. Del resto basterebbero i controlli perché sulla statale 350, nei giorni scorsi, era stato posto un divieto dei mezzi pesanti ma nessuno ha controllato e i problemi si sono ripresentati”.

 


 

Divieto confermato a il Dolomiti anche dal sindaco di Folgaria, Michael Rech, il quale spiega: “I divieti sono stati subito sospesi. Erano legati al cantiere che era stato aperto sulla strada. Ma l’ordinanza di istituzione dei divieti non ci è mai pervenuta e questo ha reso impossibile qualsiasi nostro intervento”. Inoltre a precisa domanda (se il Comune sia informato della presenza delle telecamere e del progetto della Pat di monitoraggio) il sindaco aggiunge che ''sappiamo del progetto perché vediamo le telecamere ma non siamo stati minimamente coinvolti''. E alla Provincia di Trento torna a chiedere un regolamento permanente della viabilità e non soluzioni palliative.

 

Misure necessarie al fine di garantire la sicurezza della circolazione degli automezzi e l’incolumità delle persone.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 gennaio - 15:08

Le minoranze proprio questo pomeriggio hanno presentato una mozione per chiedere la creazione di una commissione d'indagine per verificare il tasso di effettiva diffusione del virus Covid-19 sul territorio Trentino, le modalità del suo monitoraggio e le azioni adottate per la sua gestione

26 gennaio - 15:30

La giornata di Conte è iniziata con l'ultimo Consiglio dei Ministri per poi proseguire al Quirinale e al Senato, dove ha annunciato la sua decisione a Mattarella e ai presidenti delle Camere. Al vaglio ora le varie opzioni: dal Conte "ter" allo scioglimento delle Camere

26 gennaio - 13:34

Bolzano fa un passo indietro dopo la mancata accettazione della classificazione del Cts e l'inserimento a livello europeo nella "zona rosso scuro". Pronta una nuova ordinanza che introduce restrizioni da domenica 31 gennaio. Kompatscher: "Sappiamo che le classificazioni nazionali e europee hanno conseguenze giuridiche. Per questo abbiamo deciso di prendere atto di questa situazione"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato